Batman. Noël, Lee Bermejo, 2011

Batman by Bermejo

Una storia di redenzione, dichiarato omaggio al «Canto di Natale» (1843) di Dickens, ambientata in una Gotham gelida e imbiancata, di rara magnificenza grafica: Bermejo nasce disegnatore e mostra un particolare talento nell’uso della prospettiva e, soprattutto, nella capacità di giocare con luci e ombre, illuminando la tavola con effetti iperrealisti. Ottimo il contributo alle chine di Barbara Ciardo.
Il narratore si rivolge al figlio con questa premessa: “Perché questa storia abbia senso, perché abbia valore, devi credere a una cosa. Una cosa molto importante. Devi credere che le persone possano cambiare”. In quel momento si ode il tonfo violento, attutito dalla neve: gli stivali di Batman atterrano su un tetto. Oscuro e tetro, il giustiziere mascherato sta pedinando un manovale del crimine, un piccolo delinquente che sta eseguendo un ordine di Joker.

Catwoman - Lee BermejoBatman insegue Joker, ma il protagonista di «Noël» è Bob, il piccolo delinquente: un poveraccio che vorrebbe assicurare un Natale decente a Timmy, il figlio senza madre che lo aspetta a casa. L’idea di Bermejo è quella di sovrapporre Batman a Scrooge. Arido, privo di sentimenti, spaventa Bob e gli lascia una “cimice” addosso. Lo usa come esca per attirare Joker.

Batman/Scrooge è malato e febbricitante, aspro e rabbioso, squassato da una tosse invincibile. Spietato e terribilmente solo. Forse è diventato così in seguito alla perdita di Robin (Jason Todd), o almeno Alfred, il maggiordomo, sembra volerlo credere. La notte della vigilia di Natale, Robin riappare a Batman e gli preannuncia altre tre “visioni”. Si rivelano essere Catwoman – disegnata superbamente da Bermejo -, Superman – in una versione quasi religiosa, avvolta in una luce che emanare calore e speranza – e infine Joker…

Per il suo esordio come sceneggiatore, Bermejo – conosciuto soprattutto per le opere scritte da Brian Azzarello – sceglie un registro bifocale: c’è la voce fuori campo che racconta al bambino la favola di Dickens, e ci sono le cose che succedono sulla tavola. La scommessa si gioca tutta sulla sovrapposizione fra Bruce Wayne e Ebenezer Scrooge, simboli gotici che spandono ambiguità.

2 risposte a "Batman. Noël, Lee Bermejo, 2011"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.