First Edition – Autori Vari, Editions EG 1982

Quindici brani a rappresentare l’eclettica varietà del catalogo di una nuova fase di un’etichetta discografica a cui piaceva definirsi An Alternative Label.

Sta qui il senso di questa antologia, che contiene brani incisi fra il 1978 e l’82, con una doppia eccezione, due curiose rarità: un singolo firmato da Robert Fripp per i King Crimson del 1970 (Cat Food), e un singolo del ’74 di Brian Eno (Seven Deadly Finns).

I momenti migliori mi paiono questi: Harlem Nocturne (il jazz sornione dei Lounge Lizards), Courage di Jon Hassell, Shadow di Eno e R.A.F. di Eno con le Snatch (il duo formato da Patty Palladin e Judy Nylon), Nka Bom di Edikanfo. Nell’album compaiono anche i Killing Joke (Change), due volte Phil Manzanera (Impossible Guitar e Bogotà), Laraaji, Snatch, la Deutscher Girls di Adam & The Ants (dalla colonna sonora di Jubilee), e due brani di Simon Jeffes ripresi dal minimalistico, fragoroso esordio della Penguin Café Orchestra (Walk Don’t Run e The Ecstasy of Dancing Fleas).

Il marchio EG Records deriva dalle iniziali dei cognomi di David Enthoven e John Gaydon, i manager di In the Court of the Crimson King; entrambi avevano già lasciato l’etichetta inglese, la fase musicale fotografata in questo album derivò dalla supervisione di Sam Alder e Mark Fenwick.

In varie forme, Eno compare in quattro pezzi, ma per quel che ricordo, la prima motivazione all’acquisto fu la copertina.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.