The Newsroom: la seconda stagione in 5 post – IV

 

2x04

Lo stratagemma dei singoli giornalisti che si presentano davanti all’avvocato Halliday serve a ripresentare i personaggi della prima stagione, riveduti e corretti. L’Operazione Genoa agisce da detonatore. Al catastrofico errore – il falso scoop – si arriva per la malafede di un giornalista ambizioso, e per una serie di sfortunate coincidenze: un giornalista ubriaco si rompe un piede gettandosi in una piscina, Maggie si rimette con Don e Jim non ce la fa più a vederli insieme, MacKenzie lo lascia partire per il New Hampshire, ma deve sostituirlo in fretta con qualcuno già a libro-paga, il generale in pensione non vuole che Maggie sia presente all’intervista…

Il punto di vista di Sorkin è liberal, ma l’autore vuole accreditarsi innanzitutto come un americano patriottico e affezionato ai valori della tradizione. Smaliziato e furbo, fa di Will McAvoy un Repubblicano dalle idee chiare e dai valori non negoziabili, la voce più credibile per portare un attacco frontale alla new generation del Tea Party (glielo farà notare, in diretta tv l’ex responsabile della campagna elettorale di Romney). Né va dimenticata la perfidia con cui Will si diverte a demolire la giovane esponente di Occupy Wall Street.

La messa in onda del falso scoop costituisce il momento più critico per la redazione di News Night. La crisi di credibilità è rovinosa, le dimissioni di Charlie e Will sembrano inevitabili, ma Leona Lansing le respinge. Respinge anche la proposta di evitare il processo corrispondendo a Dantana un ricco assegno.

A sua volta, per non compromettere l’intera redazione, MacKenzie cerca di convincere Will a licenziarla… Sloan, che in questi mesi abbiamo visto uscire con tante persone diverse, ha maturato una crescente intimità con Don, finché scopre che ha pagato mille dollari in incognito per assicurarsi un libro da lei autografato… Via Skype, ancora al seguito di Romney, Hallie invita Jim, nel frattempo rientrato a News Night, a preoccuparsi per l’equilibrio psichico di Maggie (si è tagliata i capelli e li ha tinti di rosso: lo spettatore sa che colpito da un proiettile, un bambino africano le è morto fra le braccia)… Finisce in gloria, nessuno si dimette, tutti tornano più combattivi che mai, il pubblico sentimentale potrà apprezzare il bacio appassionato di Sloan e Don, e la richiesta di matrimonio di Will a MacKenzie. QUATTRO, segue

3 Responses to The Newsroom: la seconda stagione in 5 post – IV

  1. Carlo Crema says:

    Eccellente seconda stagione che mi ha spinto a rivedere Tutti gli uomini del Presidente e, di conseguenza, ad acquistare il primo volume della serie di Minimum Fax dedicata ai Pulitzer: Sette Pezzi d’America.
    Ma ora sono proiettato su “Black Sails”: FANTASTICA!

  2. Carlo Crema says:

    Brevi introduzioni poi gli articoli (anche le vignette per il Watergate) originali. Tra i migliori esempi di giornalismo d’inchiesta, pensando anche agli strumenti a disposizione allora. Vale la pena collezionare la serie completa, saranno quattro libri, nonché leggere sicuramente le introduzioni e anche qualche articolo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.