Giovane e bella [Jeune & Jolie], François Ozon 2013 [filmTv123] – 7

Giovane e bella - 2013 - Francois Ozon

Romanzo di formazione, il sesso come strumento per rendersi indipendenti e affermare il proprio potere. Il potere della bellezza, incarnato dalla sfolgorante telegenicità di Marine Vacth.

Isabelle ha diciassette anni, vuole perdere la verginità prima della fine della vacanza al mare, e poco importa che non provi alcun piacere. Il piacere lo proverà nel fingersi una ventenne universitaria, che per arrotondare accetta appuntamenti nelle stanze d’albergo. Esce di casa in jeans e maglietta, infilando nel borsone tacchi a spillo e abiti seducenti presi nell’armadio della madre. È abile nel nascondere la doppia vita ai genitori. È fortunata nel non finire in situazioni pericolose. È fredda nell’identificare i clienti con cui riproporsi. È incapace di affettività, non prova nulla per i coetanei. Accumula banconote senza spenderle. Indimenticabile, lo sguardo di trionfo che le sfugge quando riaccende il cellulare – dopo la vicenda che l’ha fatta scoprire, ha prontamente nascosto quella sim – e arriva la sfilata dei messaggi di chi vorrebbe rivederla.

Alla Rohmer, la storia si sviluppa in quattro capitoli, che corrispondono alle quattro stagioni, aperte da altrettante canzoni di Françoise Hardy: L’amour d’un garçon, A quoi ça sert, Première rencontre, Je suis moi.

Poco importano le intenzioni del regista. Meno che mai quelle di Isabelle, misteriose e imprendibili. Che si tratti di una storia che scruta nel disagio adolescenziale o di una delle tante scritture filmiche imperniate sul voyeurismo intrinseco alla macchina da presa, basta e avanza l’algido splendore di Isabelle, nuova Bella di giorno con la medesima, potentissima carica erotica di quella Deneuve, come lei priva del minimo sentimentalismo.

Marine Vacth 0 Giovane e bella

4 Responses to Giovane e bella [Jeune & Jolie], François Ozon 2013 [filmTv123] – 7

  1. L’ho visto anch’io in questi giorni… potenza di Netflix… condivido i pensieri della recensione, ma sono entusiasta del risultato…

  2. Pingback: Lolite | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.