Le gemelle Kessler al cinema…

Prologo: un caso archiviato viene riaperto per la testimonianza di un giocoliere da circo. Ricorda che le ragazze erano due, vorrebbe sapere quale delle due è morta. L’altra è scomparsa.

catturaAnni prima, Pierre Doutre viene affidato a un collegio. I genitori sono artisti del circo, prestigiatori di fama. In collegio, Pierre resta dodici anni. Ne esce a venti, alla morte del padre, avvenuta ad Amburgo. In tutto quel periodo, non ha mai rivisto la madre, Odette, e non ha mai avuto una donna.
Da tempo, Odette e il marito non riscuotevano più il successo di un tempo, e così avevano consumato tutti i soldi accumulati negli anni di vacche grasse. Pierre conosce Ludwig, che lavora nel circo – lo stesso uomo che si è presentato in commissariato, nel prologo – e gli occorrono due occasioni per cogliere l’esistenza di due giovani gemelle dai capelli biondi: Greta e Hilda, tedesche. La somiglianza di Pierre con il padre è tale, che Ludwig ha un’idea e la sottopone a Odette… Pierre Doutre deve innanzitutto imparare a mentire. Cioè a recitare.
Ludwig, che con tutta evidenza è l’amante di Odette, gli fa eseguire esercizi di destrezza, lo allena fisicamente e psicologicamente, è lui a spiegargli l’essenziale: “Devi sempre partire dall’idea che il pubblico viene per farsi ingannare”.

I suoi progressi furono rapidissimi, i circensi concludono che ha preso dal padre. Odette organizza una messinscena che incontra un grande successo: oltre ai trucchi, ai doppifondi e agli specchi, alle lame retrattili e alle tortore ammaestrate, ci sono Pierre e le due gemelle. Nessuno sa che sono due, la recita impone che esista solo Annegret e che ogni giorno una delle due resti reclusa nella roulotte.
Pierre è attratto da entrambe, ma nei baci che si scambiano in scena percepisce che una delle due gli corrisponde, a differenza dell’altra…

«Les Magiciennes», nella traduzione di Federica e Lorenza Di lella; nel ’60 ne venne tratto un film con Alice e Ellen Kessler.
Qualcuno ne sa qualcosa?

Annunci

One Response to Le gemelle Kessler al cinema…

  1. Pingback: Le incantatrici, Pierre Boileau e Thomas Narcejac (Adelphi, 1957) | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...