Mario Monti è uno dei motivi per cui vincerà il No

Oggi lo spread ha sfiorato i 200 punti, la Borsa ne ha persi un paio e si sono aggiunti nuovi rumours sul fatto che se vince il No, l’Italia andrà alla deriva.
Il voto del 4 dicembre è sempre più condizionato dalla paura, qualcuno spera che la paura spinga milioni di cittadini a scegliere la “stabilità” (cioè Renzi) e questo proprio mentre il Sì si dipinge con le vesti del cambiamento. Strano paradosso, voler recitare due ruoli opposti in commedia.

Consiglio di rileggere l’intervista integrale che Mario Monti ha dato al Corriere (Federico Fubini) il 18 ottobre scorso. Per chi non avesse tempo, ne ricopio alcuni passaggi emblematici. Sono quei passaggi in grado di evitare che un certo voto di opinione si sciolga sull’altare dell’alternativa “o Renzi o il diluvio”, e nonostante le infinite critiche che gli ho rivolto (insieme ad apprezzamenti, come quando negò il sostegno del governo alla candidatura olimpica di Roma 2020), Monti continua a rappresentare un punto di riferimento dialettico – serio e non demagogico – con cui discutere. Tanto più apprezzabile per non essere salito sul carro del vincitore…

“Se vincesse il No non sparirebbero gli investitori esteri. Se vincesse il Sì non sparirebbe ogni democrazia. E la UE, che peraltro non ha mai chiesto questa modifica della costituzione, può stare tranquilla”.

“Ci possono essere risparmi nel costo della politica in senso stretto, ma il vero costo della politica non è quello, che pure si deve ridurre, per il personale della politica. È nel combinato disposto fra la costituzione, attuale o futura, e metodo di governo con il quale si è lubrificata da tre anni l’opinione con bonus fiscali, elargizioni mirate o altra spesa pubblica”.

“A me risulta impossibile dare il mio voto ad una costituzione che contiene alcune cose positive e altre negative, ma che – per essere varata – sembra avere richiesto una ripresa in grande stile di quel metodo di governo che a mio giudizio è il vero responsabile – molto più dei limiti della costituzione attuale – dei mali più gravi dell’Italia: evasione fiscale, corruzione, altissimo debito pubblico. Dire che una parziale modifica della costituzione, conseguita in un modo così costoso per il bilancio pubblico, sarà molto benefica per la crescita economica e sociale dell’Italia è, ai miei occhi, una valutazione che non posso accettare”.

“Renzi ha fatto con un certo successo questo gioco, anche con Angela Merkel quando la attacca ma ne ottiene in cambio un certo paziente sostegno. Ciò non toglie che questo ha lo stesso un grosso costo. Sta facendo lui il lavoro dei populisti, accusando l’Europa. Eppure a me pare l’Italia, puntando tutte le sue carte sulla flessibilità, si sia molto indebolita: si è rafforzato probabilmente il governo italiano, che può usare più soldi degli italiani di domani per acquisire il consenso”.

Annunci

15 Responses to Mario Monti è uno dei motivi per cui vincerà il No

  1. francesco says:

    pensa che io invece credo l’esatto contrario, cioè che il suo NO favorisca nettamente il SI. A maggior ragione quando dice (alla pari di Bersani) che se anche perde il referendum, Renzi deve restare presidente del consiglio. insomma, sei una merda, ma stai al tuo posto, bello che depotenziato.

    peccato che si voti domenica. ancora 15 giorni e il SI vinceva al 60%. e poi dicono i poteri forti…..

  2. francesco says:

    nel frattempo pare si sia vinto stasera, anche se sento su tele lombardia parlare di “male oscuro” dell’Inter….. che diavolo è successo?

    • chologol says:

      È successo che si sono avute una cinquantina di palle gol, ma neanche sul 3-0 si può stare un po’ tranquilli.

    • Tre a zero dopo venti minuti, poi 3-1, espulso ingiustamente Rodríguez, 3-2 con un Handanovic probabilmente ubriaco, Fiorentina che domina il secondo tempo e 4-2 nel recupero.
      Noi un male oscuro ce lo abbiamo, perché giocare un secondo tempo così in superiorità numerica è patologico.

      • Non ho visto il secondo tempo ma dagli highlights ho contato almeno quattro occasioni da gol per noi (una a dir poco clamorosa) a zero (escluso il gol dove Handanovic praticamente si scansa). L’espulsione è stata forse eccessiva ma non mi sembra scandalosa, mi è sembrato invece falloso il contrasto da cui nasce l’azione del nostro quarto gol che, se fischiato, avrebbe dato una punizione molto pericolosa dal limite alla Fiorentina.

      • francesco says:

        ho visto solo ora gli highlights. se avessero espulso uno dei nostri al modo con cui hanno espulso Rodriguez avremmo chiesto l’intervento dei caschi blu dell’onu

      • Rudi says:

        Lo penso anch’io.

  3. Lo hanno fatto, anche di peggio (Ronaldo, quello vero, in un derby, mi pare). Ma le decisioni in punta di regolamento sono corrette solo se ci penalizzano, non è vero?

    • chologol says:

      Sì, mi pare per una carrezza ad Ayala che lo stava pestando impunemente dall’inizio. Ieri però l’arbitro ci ha favoriti: ammettiamolo e prendiamocelo senza ringraziare, chè tanto siamo ancora in credito.
      Piuttosto, gradirei che Miranda ci comunicasse a quanti metri dalla porta preferisce farsi infilare, così si può scegliere l’allenatore per l’anno prossimo.

      • Rudi says:

        L’involuzione di Miranda è incomprensibile. Per me era una delle 4-5 certezze: ora penso che l’anno prossimo va panchinato. O meglio ceduto.

      • Una squadra che in superiorità numerica, in casa, sopra di due gol, prende il 3-2 in contropiede è una squadra con dei problemi giganteschi. Papera o non papera del portiere. Una follia del genere mi fa pensare che ci siano carenze fisiche, mentali, tecniche, tattiche. Non può esistere.

      • chologol says:

        Una delle mie certezze era che la difesa andava data per persa e servisse provare a segnare di più. L’ho già scritto che questa è squadra da vittoria 4-2, non da 1-0. Se avessi visto solo il risultato mi darei ragione da solo come i matti, ma avendo visto la partita, che dire… se non basta neanche farne 3 in 20 minuti, allora serve la psicanalisi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...