Meritocrazia

Non è necessario citare D’Alema per evidenziare che il passaggio di Angelino Alfano dagli Interni agli Esteri è un autogol clamoroso.
Quello che salta agli occhi in questo Renzi bis senza Renzi è il tasso di arroganza con cui si è usato il bilancino nella distribuzione dei ministeri. Si è sacrificata la Giannini, indifendibile, ma si sono confermate le altrettanto indifendibili Madia, Lorenzin e Boschi. Si è trovato il modo di dare un ministero a Lotti. Si sono confermati personaggi come Poletti, Pinotti e Galletti, la cui mediocrità è parsa evidente a tutti. Con quali meriti una dozzina di ministri siano stati confermati e un altro paio spostati di casella, lo sa solo Renzi (Gentiloni esegue).

governo-gentiloni

Certo, il Renzi bis senza Renzi non poteva correre il rischio di fare meglio del Renzi 1 (e spero unico). Ma questo nuovo governo sa di non poter nemmeno correre il rischio.

Sul “giglio magico”, rimando a Marco Damilano. E aspetto De Bortoli.

Aggiungo una parola definitiva sui vitalizi (un paio di commentatori non vogliono proprio capire). Lo faccio citando Paolo Mieli sulla prima pagina del Corriere di oggi. Da ultras renziano, Mieli distilla 10 consigli all’ex premier e al numero 8 scrive: “se la legislatura dovesse protrarsi oltre il 15 settembre, conoscerebbe la beffa di essere percepito come l’«uomo del vitalizio» (altrui, per giunta)”. Avete capito? il 15 settembre scatta il vitalizio.

Annunci

15 Responses to Meritocrazia

  1. francesco says:

    io ho capito benissimo, tranquillo Rudi. il senso effettivo è questo. se vuoi capire

    http://www.4live.it/2016/12/di-maio-pd-le-tante-bufale-che-si-leggono-sui-vitalizi-ai-parlamentari/

    ma alla fine Verdini non è in maggioranza, o sbaglio? dici che Renzi lo ha fatto per indebolire Gentiloni o per togliere un argomento ai fivestars?

  2. willerneroblu says:

    Ciao Rudi io voterei domani mattina,ma con questo sistema di voto?

    • Rudi says:

      No, ma a fine gennaio ci sarebbe un sistema di voto plausibile. Culturalmente il mio sistema ideale è quello tedesco: 5% di sbarramento e premio di maggioranza di non più di 5-7 punti percentuali a chi arriva primo. Vuol dire governi di coalizione. E allora? Se non ci sono forze politiche in grado di avere la maggioranza, gliela si deve regalare?

  3. pgkappa says:

    ministro dell’istruzione una sindacalista della cgil………………

  4. antonior66 says:

    Azz che pensione d’oro. 900€ lordi al mese. Comunque hai ragione, il 15/09/2017 è una scadenza davvero decisiva, dunque, per risanare le casse dello Stato. Speriamo che la legislatura si fermi il 14/09/2017. Cioè, che le nuove Camere si insedino entro tale data, perchè, se non sbaglio, il Parlamento rimane in vigore finchè non si riuniscono le nuove Camere. Io parlerei anche di baby pensionati, visto che andranno a prendere il vitalizio all’età di 65 anni, mentre io ci andrò a 67.

    • Rudi says:

      Antonio, sono 1.560 lordi, visto ieri sera da Floris e confermato dalla Fornero. Per me la questione si chiude qui.

      • antonior66 says:

        Rudi, io non ho visto la trasmissione. Sinceramente, ho commesso un errore, perchè ritenevo che fosse necessario che la legislatura arrivasse alla scadenza naturale. Invece sono sufficienti 4 anni 6 mesi ed un giorno. Se poi volessimo essere pignoli, ho trovato anche che per la Camera si parla di 5 anni effettivi, per il Senato si parla di 5 anni. Io ho trovato in rete un dato fornito dalla Camera a Il Fatto Quotidiano, che conferma quello che asserisce il deputato Di Maio del PD, nel link postato sopra. Secondo i calcoli della Camera dei Deputati forniti a Il Fatto Quotidiano si tratta di assegni pensionistici attorno ai 900 euro mensili per un parlamentare eletto nel 2013 a 27 anni senza essere riconfermato dopo la prima legislatura. In linea con quanto succede in molti degli altri paesi europei e non solo.
        Poi davvero chiudiamola qui. Quello che è assurdo è che esistono verità contrastanti anche per dati che dovrebbero essere oggettivi. In questo senso vorrei capire perchè quello che dice la Fornero dovrebbe essere più veritiero rispetto a quello che sostiene la Camera dei Deputati.

  5. antonior66 says:

    Non si può fare edit. Comunque faccio notare che lo Stato non spenderebbe un euro in più, è questo il senso del ragionamento, perchè se la legislatura si interrompesse prima del 15/9/2017, i contributi versati comunque andrebbero alle Casse previdenziali delle Camere.
    Piuttosto, faccio notare che con il metodo proposto da Rudi, nessuno avrebbe la maggioranza. Quando si andrà a votare, temo che ne uscirà fuori un pessimo governo di coalizione tra Pd e FI più altri destri. Sarà un governo debole, che invece di risolvere i problemi del paese, ne creerà di nuovi. Finchè non verremo commissariati peggio della Grecia dalla Troika. A quel punto sarete tutti più contenti. Forse sarebbe stato meglio il famigerato italicum in cui se nessuno avesse preso il 40% dei voti, si sarebbe andati al ballottaggio tra le due liste più votate. Almeno qualcuno si sarebbe assunto l’onere di governare da solo il paese, fossero stati anche i 5S.

    • kund3ra says:

      Non credo avrai risposte o alternative credibili o plausibili, se non utopistiche (monocolore della Lista Fassina, per esempio).
      Semplicemente perchè, dati alla mano, è proprio questo il problema e lo sappiamo tutti: tre aree elettorali che da sole non garantiscono una maggioranza di governo.
      E che insieme, in una delle qualsiasi combinazioni, farebbe gridare all’inciucio.
      Le coalizioni? Per restare a quelle di sinistra, dall’Unione in poi sono tutte andate a olgettine.
      Chi oggi contesta come stanno andando le cose dopo il referendum, o è un ingenuo e vive di beata speranza oppure gode nel fare un’opposizione fine a se stessa.

  6. willerneroblu says:

    Per me l’unico sistema è quello delle comunali col doppio turno!!

  7. Caro Rudi, a costo di risultare provocatorio, ma tu cosa ti aspettavi dopo la vittoria del No? Mi sembri ragionare come un grillino. La maggioranza è questa. Per di più Renzi essendo stato l’unico a rinunciare, furbescamente, alla poltrona potrà sempre dire che il suo lo ha fatto.
    Mancano 356 giorni al nostro punto della situazione.

  8. Caro Rudi, hai detto bene: ultras. qui siamo al tifo elettorale. Vinciamo, perdiamo.
    A me, come sai, Renzi piaceva fino a prima che diventasse Presidente del consiglio, anzi, fiano a qualche mese dopo che lo è diventato.
    Poi le sue scelte, in contraddizione a quanto aveva dichiarato (inutile portare gli esempi, ce ne sono in quantità industriali) e scelte che non ho condiviso affatto, mi hanno portato a contestarlo.
    Perché non “faccio il tifo per nessuno”. So già anzi, che perdo quasi sempre mentre “loro” vincono puntualmente. Non è demagogia: è realtà.
    Adesso che Renzi non è più Presidente del consiglio, debbo dire che mi sono piaciute molte sue azioni ed il suo modo di porsi. Ho rivisto il Renzi che mi piaceva.
    Tu dici che è tutto già deciso? Che continua a comandare lui? Può essere, e temo sia così. Non ne sono però sicuro, lasciami il legittimo dubbio.
    Ma, alla fine, penso questo: se il PD vuole provare a vincere le elezioni, deve sbrigarsi a fare la legge elettorale (spero decente) ed andare al voto.
    In quel caso, prenderei in considerazione l’ipotesi di votare proprio per Renzi, nella speranza (forse vana, ma io del resto, sono già pentito del partito votato, subito all’uscita del seggio…), che abbia capito la lezione.
    Altrimenti la mia scelta è sicura: M5S (a meno che non combinino qualcosa di grave, nel qual caso, neppure loro).
    Se non vanno al voto entro primavera, e questo governicchio non prende decisioni sagge, se “tirano a campare” sulla nostra pelle per arrivare al vitalizio, vedranno il mare in tempesta. Garantito. Forse non gli è chiaro il disagio sociale che c’è nel nostro paese.
    Su Gentiloni, sai cosa ti ho detto…

  9. Anche a me il suo recente modo di porsi è piaciuto molto. Soprattutto quel lungo post su Facebook dove dice di tornare a casa a rimboccare le coperte ai figli. Questi quadretti da spot del mulino bianco mi stringono sempre il cuore. Apprezzo molto questa assenza di retorica e melassa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...