Buster Keaton, le memorie (3)

Nel 1926, Joe Schenck diventò uno dei massimi dirigenti della United Artist; Keaton continuò a produrre i film in proprio, ma ne fece distribuire tre dalla U.A. (The General, College, Steamboat Bill jr.). “Poi, nel 1928, commisi il più grosso errore della mia vita. Contro il mio volere mi lasciai convincere da Joe Schenck a vendere i miei studios per produrre i miei film al nascente stabilimento della Metro-Goldwyn-Mayer a Culver City”. Anche Chaplin l’aveva sconsigliato. La troupe con cui Keaton era abituato a lavorare venne dispersa su varie produzioni. Inoltre, Keaton era abituato a cominciare un film anche senza sapere come sarebbe finito, puntando sull’ispirazione (improvvisazione) che sarebbe venuta sul set. Ma Irving Thalberg (quel “genio” di 23 anni, 4 meno di B.K.) non voleva lavorare così, “la sua mente era troppo ordinata per il nostro metodo sconsiderato, impulsivo di caccia alla situazione divertente”. Il primo film di Keaton per MGM fu The Cameraman.

The Cameraman (1928)

“La rivoluzione del sonoro” distrusse il mercato mondiale per i film americani; “migliaia di sale in tutto il mondo non furono mai attrezzate per il sonoro”. Molte star del muto “furono gettate giù dal loro piedistallo”: da John Gilbert a Norma Talmadge, e tanti altri “le cui voci non si accordavano alla personalità che il pubblico aveva immaginato avessero”.

Nel 1931, la situazione matrimoniale precipita. La signora Keaton era molto gelosa, il più delle volte in modo sproporzionato: “molte di queste storie non avevano neanche un granello di verità. Molte, non tutte. L’unico commento che vorrei fare su questo argomento è che vorrei vedere quale uomo sano e normale al mio posto, alla MGM, avrebbe resistito tanto quanto me alle tentazioni femminili”. La relazione precipita quando la signora Keaton lo accusa di voler rapire i figli per portarli in Messico. La causa di divorzio si concretizza nell’estate 1932: la moglie ottiene quasi tutti i suoi beni e l’affidamento dei figli (chiederà poi di dar loro il suo cognome da nubile). Keaton non si oppose, convinto di continuare a guadagnare tanti soldi come nell’ultimo decennio. Invece, proprio nel 1932 venne licenziato dalla MGM… QUIQUI

Annunci

One Response to Buster Keaton, le memorie (3)

  1. Pingback: Altri appunti su Buster Keaton | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...