La verità [La verité], Henri-Georges Clouzot, 1960 [filmTv110] – 8

la-verita-henri-georges-clouzot

Brigitte Bardot, Sami Frey, Charles Vanel e Paul Meurisse sono i protagonisti di questo dramma giudiziario dalla forte impronta esistenzialista.
Ma l’impronta fondamentale – la macchia luminosa che impressiona la pellicola e fa sfuocare tutto quello che sta ai lati – ha il nome, il corpo e il volto di B.B.; è impressionante come questa ventiseienne attragga lo sguardo, e gli impedisca di cercare altro. Se il film ha 100 scene e B.B. vi appare in 80, la sua conturbante fisicità fa sì che le altre 20 sembrino un riempitivo in attesa del suo ritorno.

Dominique (B.B.) è accusata di aver ucciso Gilbert (Sami Frey), promettente direttore d’orchestra che stava per sposare la sorella Annie (Maria-José Nat). Che l’abbia ucciso, non c’è dubbio, si tratta di stabilire se si è trattato di un gesto impulsivo o premeditato, e se davvero Dominique intendesse suicidarsi. Abilmente, l’avvocato della difesa fa comparire in aula l’imputata in abiti grigi e coi capelli legati. Ma la sua sfolgorante bellezza ci viene mostrata nei flashback ambientati sulla Rive Gauche, dove una ventenne disinibita e vitalissima attraversa la vita bohémienne di tanti coetanei, passando da un’esperienza all’altra, fino all’incontro con Gilbert. È il grande amore, tumultuoso ed eccessivo, ma i due sono e restano diversi e non sanno conciliare le rispettive aspirazioni. L’egoismo di Gilbert si somma a una gelosia patologica (difficile non esserlo, accanto a B.B.). La coppia esplode. L’amore cova sotto la cenere, fino al drammatico finale.

La trama riprende un clamoroso fatto di sangue avvenuto nei primi anni Cinquanta, quando una ragazza sparò e uccise un ex fidanzato. Clouzot rivisita il genere giudiziario con abilità, alternando le schermaglie processuali – Vanel e Meurisse, i due avvocati principali, sono speculari: attori che recitano per ottenere vantaggi, istrioni disinteressati alla verità, oscuramente complici – con i flashback che preludono al delitto.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...