Solstizio d’inverno

Tendo a non esaltarmi per una vittoria che mi garantisce il settimo posto, ma devo ammettere che per un quarto d’ora ho pensato che mi sbagliavo, e che a differenza di quanto avevo sempre pensato l’Inter può giocare un 4-3-3.

A mente fredda ho ricollocato quel pensiero: si stava sul 2-0, la Lazio si era squagliata, Brozovic e Kondogbia rincorrevano chiunque, persino Icardi riusciva a conquistarsi un calcio di punizione. Insomma, quel pensiero è fuggevole, e spero che questo 3-0 non faccia cambiare i programmi di dismissione che Pioli aveva già annunciato.

banega-icardi-e-kondogbia

Fino al momento del gol di Banega, il migliore dell’Inter era stato, al solito, Handanovic. Però, come si dice in gergo, la squadra era ben messa in campo, aveva scampato le chiare occasioni costruite dalla Lazio sul lato di Ansaldi e Perisic (due con Immobile, poi Lulic e infine Felipe Anderson) e lentamente stava prendendo possesso del campo.
Nell’intervallo, dicevo ai miei due amici che vedevo una crescita agonistica, una buona propensione nella corsa e peccato per i tanti calci di punizione conquistati da Candreva sulla stessa mattonella, e sprecati miseramente, uno dopo l’altro.

Poi, in meno di 12 minuti, tre gol con tre tiri in porta. Spettacolare quello di Banega, nato da una magnifica riconquista del pallone da parte di Brozovic. Strepitoso quello di testa di Icardi, soprattutto perché nato da un cross in corsa di D’Ambrosio (evento raro quanto il solstizio d’inverno). Grottesco quello nato su schema di punizione, con la difesa biancoceleste impegnata a marcare Kondogbia e Murillo, lasciando libero Icardi (anche Marchetti ci ha messo del suo).

La crescita atletica è evidente, l’ordine tattico impartito da Pioli pure. Resta il dubbio che la fragilità strutturale di questa squadra sia incurabile, con questa rosa. Non oso immaginare cosa sarebbe successo con la Lazio in vantaggio e con il contropiede a disposizione (grazie anche a Inzaghino per aver tenuto Keita in panchina fino a partita persa).
La magia del Natale ci ha offerto pure un paio di giochi di prestigio di Gabigol, ma sul 3-0 non ci farei caso. Per me, la notizia più importante è che siamo superiori alla Lazio, che se si batte il Bologna sarà l’avversario nei Quarti di Coppa Italia.

Annunci

10 Responses to Solstizio d’inverno

  1. Una partita come questa presta il fianco a pericolosissimi “e se…”:
    “e se…” Kondogbia si fosse finalmente sbloccato?
    “e se…” Banega prendesse davvero in mano le redini del centrocampo?
    “e se…” Brozovic dimostrasse di poter fare ottimamente le due fasi, a corrente continua?
    “e se…” D’Ambrosio iniziasse a fare cross decenti con continuità?.
    Come li interpreti, tutti questi “e se…” in ottica mercato di gennaio?
    Ciao e buone feste.

    • Rudi says:

      ciao daniele, al massimo – a fare l’ottimista – interpreto che due di quei “e se” possono andare a buon fine (3 non credo, 4 è impossibile). Il problema è azzeccare quali. Per me Kondogbia è inadatto al calcio italiano, e D’Ambrosio farà il prossimo bel cross il 21 marzo.

  2. willerneroblu says:

    Fino al momento dell’azione di Anderson quando sembrava Stenmark è stata un’Inter imbarazzante poi abbiamo fatto una gran partita e io noto una grande crescita di D’Ambrosio migliorato molto anche nel palleggio.
    Se un minuto dopo la fuga dell’isterico avessimo preso Pioli ora saremmo almeno terzi!!!

  3. Non l’ho vista che ero in aereo (come quel 2-2 con doppietta di Kovacic, sempre con la Lazio, sempre sotto Natale, due anni fa. Sarà un caso).
    Dai pochi minuti di highlights, la nota più bella mi sembra che ad ogni gol tutta la squadra è andata ad abbracciarsi sotto ai tifosi, tra pacche e sorrisi sinceri. Si è vista l’anima di una squadra.
    D’Ambrosio col Sassuolo era stato il migliore in campo, leggo che si è confermato e ribadisco che anche in ottica futura è il miglior primo cambio possibile per le corsie.
    Su Kondo non mi illudo, Banega è sicuramente un buon giocatore, ma resta il fatto che nessun modulo può reggersi su lui+Brozo+J.Mario.
    A gennaio serve un regista, lo sappiamo. E Pioli mi sembra in gamba per come sta gestendo la baracca.

  4. rugherlo says:

    La differenza che mi sembra più lampante tra la gestione Pioli e quella di De Boer e’ che ora la squadra sa soffrire.
    Anche quando subisce cerca comunque di mantenere un ordine.
    In questo senso ho apprezzato pioli ieri sera quando, in conferenza, ha raccontato di aver detto alla squadra a fine primo tempo di restare calmi e aspettare le occasioni che poi la partita avrebbe concesso anche all’Inter.
    Comunque insomma, senza esaltarsi, ma un timido sorriso… questo sì !!!

  5. Prima della gara contro il Genoa, mi arriva un messaggio su wa : “Secondo me, questa partita potrebbe essere l’inizio della nostra stagione … scusa la botta di ottimismo”
    La mia risposta: “bastano 10 punti nelle prossime 4 partite e rientriamo”.
    Siamo a 9 punti in tre partite.

    A gennaio vendiamo 8 o 9 giocatori, ne prendiamo 3 forti. Vendiamo (spero) Eder, Palacio, Nagatomo, Santon, Ranocchia, Melo, D’Ambrosio, Jovetic e Kondogbia. Facciamo 30 milioni di attivo. al netto degli acquisti.

    Vi lascio con un nostro record. Che nessuno potrà battere almeno fino a quando sarò in vita io: abbiamo 30 punti, possiamo dire che anche l’anno prossimo (come sempre) giocheremo in Serie A. Fanno 110 anni consecutivi. La Rubentus si è fermata a 109.
    Nessuna squadra potrà battere il record di 110 anni consecutivi, almeno non fino a che vivo noi. Delle attuali squadre in Serie A, solo la Roma, me la ricordo sempre in A. L’ultimo campionato di Serie B dei giallorossi infatti, risale al 1951-52 (se non erro). Per la Roma è Serie A da 64 anni, prima di arrivare a 110, ne mancano 46. Quindi …

    Buon Natale a tutti voi ed ai vostri cari.
    Luca

    • Sei impagabile! Ricambio con affetto nerazzurro.

    • Luca tempo fa scrissi che eri un raggio di luce che squarciava le tenebre del pessimismo che ammantano questo blog (o qualcosa di simile) però le tue previsioni di mercato sono troppo anche per me. Che si vendano i giocatori che elenchi (nome più nome meno) lo speriamo, credo, tutti e già il riuscirci sarebbe un miracolo, ma pensare che dalla vendita si possa ricavare un attivo di trenta milioni al netto dell’acquisto di tre forti, perdonami, ma mi sembra a dir poco utopistico. In ogni caso ti auguro un sereno Natale e che il prossimo anno sia quello della riscossa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...