Se il rigore decisivo lo sbaglia Dybala

Tendo sempre a pensare che i rigori li sbaglino gli attaccanti, ma la parata di Donnarumma su Dybala entra di diritto fra i primi 5 rigori neutralizzati dal portiere che io abbia mai visto.

Il Milan ha meritato di vincere questa Coppa a cui è arrivato con la fortuna di chi ha già vinto una Champions a cui non doveva partecipare. Va tuttavia ricordato che in Coppa Italia, i rossoneri furono sfortunati, e ieri hanno pareggiato il conto.
La Juve ha cominciato fortissimo, ma si è progressivamente spenta. Decisivo l’infortunio di Alex Sandro, che stava annullando Suso, da quel momento imprendibile. Ma se è decisivo un terzino, vuol dire che l’equilibrio è tangibile, e il grande merito del Milan è aver prevalso sul piano della corsa, del dinamismo, della voglia di vincere.

A un certo punto della partita mi sono sorpreso a pensare che si trattasse del derby di Genova. Meglio, mi sono chiesto cosa pensassero i tifosi di Genoa e Samp.
Suso, Kucka, Bertolacci, Sturaro, Antonelli (e Niang) hanno giocato nel Genoa; Romagnoli (e Poli) nella Samp. Senza dimenticare Bonaventura e Paletta, venuti da Bergamo, Chiellini, Montolivo e Mati Fernandez da Firenze, fino agli ultimi acquisti milionari (Pjanic, Higuain, Dybala). Gli stessi Abate (Toro), Lichtsteiner (Lazio) e Rugani (Empoli) sono stati prelevati da squadre di Serie A.
Non credo sia un caso che queste due squadre siano state costruite con acquisti azzeccati sul mercato interno. Con una spruzzata di ragazzi saliti dalla Primavera (Marchisio, Donnarumma, De Sciglio e Locatelli).

Sarebbe il caso che l’Inter ci facesse un pensierino, anziché continuare a dragare mercati esotici, che poi richiedono anni di ambientamento.

Annunci

25 Responses to Se il rigore decisivo lo sbaglia Dybala

  1. Farsi soffiare Bonaventura è stato un errore mai abbastanza sottolineato

  2. denny says:

    Va be’ Rudi lo sai benissimo come vanno le cose quando l’Inter cerca di prendere un giocatore italiano (esempio Berardi) a volte anche quando lo ha già preso (esempio cannavaro)

    • Quando la Juventus ha preso Rugani era un ragazzino di B che costava quanto due mesi di stipendio di Ranocchia. Con sei mesi di ingaggio di Melo questa estate stavamo per prendere Morosini, e il Brescia è società amica. Probabilmente finirà al Genoa.
      Eravamo vicini a Orsolini dell’Ascoli (fortissimo) ma il Milan ha messo la freccia.
      Coi soldi di Gabigol si potevano prendere i dieci migliori giovani della B, sperando che 2-3 fossero dei dei futuri campioni. Ma noi siamo quelli di Nagatomo che fa l’inchino

    • Rudi says:

      Vale per qualche squadra, ma se vai coi soldi prendi chi vuoi. E’ questione di tempismo e decisione: Caldara l’ho scritto a ottobre, Conti e Gagliardini sono lì, Belotti l’ha preso il Toro, Zappacosta non è inferiore a Ansaldi, Zielinski è cosstato metà di Gabigol… mi sono stufato di dare alibi a una società che da sei anni ha sbagliato quasi tutto. O arrivare a 25-30 punti dalla Juve per 6 anni di seguito ti sembra normale?

      • denny says:

        No non è normale ma siamo sempre lì alcuni dicono “in italia c’è la mafia ma noi sbagliamo tutto” altri “sbagliamo tutto ma c’è la mafia” sono vere entrambe le cose cmq sbagliano anche gli altri ma i loro errori vengono coperti e poi mi sono stancato di sentire sempre glorificare quelli che indossano certe maglie la partita ieri non l’ho vista (cmq tifavo x un meteorite sullo stadio tribune comprese) ma questo Donnarumma le volte che l’ho visto non mi è sembrato niente di che sarà perché è un ragazzino ma me lo hanno già reso antipatico come gigibuffonilmigliorportieredelmondo (tutto attaccato mi raccomando)

  3. Rudi, suvvia, almeno di questo non farne un errore della nostra dirigenza. Ci sono come minimo 6 squadre in Serie A che all’Inter non venderebbero mai nessun giocatore di prospettiva, perché legate a filo quadruplo a rubentus a bblian.
    Te le devo elencare? No vero? E poi noi siamo “Fratelli del mondo”.
    Su Bonaventura, andatevi a rileggere le dichiarazioni del suo (ex) procuratore.
    Non è il bblan che è forte: è la rubentus che è sopravvalutata. Riguardatevi le partite del campionato. E’ immeritatamente in testa. Immeritatamente. Riguardatevi come si è scansata l’Atalanta. O la Samp. Ecc. Riguardatevi vittorie immeritate frutto di casualità, contro squadre scarse.

    Comunque questo è primato che più amo. Siamo unici.

    http://www.fcinter1908.it/ultimora/i-tifosi-non-la-lasciano-mai-sola-inter-prima-nella-classifica-spettatori-della-serie-a/?intcmp=inter-spettatori

  4. Coi soldi di Gabigol dite?
    Vediamo cosa fa Gabigol, poi stabiliremo chi ha fatto l’affare. Rugani l’Empoli non lo avrebbe mai dato all’Inter e comunque era già opzionato dalla rubentus. Noi abbiamo preso moltissimi giovani ed abbiamo gli attaccanti più promettenti (Pinamonti e Ray Manay), nonché un terzino sinistro come Senna.
    Di Gabigol ne riparliamo, ricordatevi quello che avete detto su Icardi. Per me è un fuoriclasse. (l’ho detta grossa eh? Ma io sono così: ci credo)

    Riposto questo articolo scritto sul Malpensante da Francesco Santavenere. Poi mi ridite dei fenomeni che compra la rubentus.

    http://www.ilmalpensante.com/2016/12/22/4583/

    Personalmente poi, non mi sono affatto stancato di non vincere. Lo ritengo un passaggio fondamentale per tornare a vincere di nuovo. Nella vita ci sono fasi. Noi ne attraversiamo una negativa, ma è quasi finita. Come ho già detto: 7 anni di vacche grasse e sette di vacche magre. Manca poco alla rinascita.

  5. antonior66 says:

    Luca, lo avevo appena postato io quell’articolo!

    • Scusa, non l’avevo visto.
      Grazie Antonio :-)

      Aggiungo un particolare, che non viene fatto notare: qualcuno ha letto di Gabriel Barbosa che si lamenta? In questi mesi lo avete sentito protestare? Io no. E’ stato in panchina e zitto. Segno di grande umiltà.

      Buon Natale a tutti.

  6. Duke says:

    Piuttosto che farsi domande su dinamiche di mercato che ben conosciamo sarebbe da chiedersi perché i giovani che portano regolarmente il ns vivaio a primeggiare continuino poi a sparire dai radar mentre i bigütun da sempre inferiori riescono a trovare i Locatelli e i Donnarumma

    • willerneroblu says:

      Donnarumma è sicuramente un gran portiere e il merito va a Miha Locatelli uno normale!!! Comunque incredibile han vinto l’equivalente del trofeo Berlusconi e sembrano reduci dal quintiplete!!!

    • francesco says:

      L’ho già scritto ma voglio ripetermi

      I nostri giovani non sono più bravi ma meglio allenati, ecco perchè poi si perdono

      • Duke says:

        Sarà così.
        Cadrebbe anche l’assioma secondo cui i nostri talent scout sarebbero tra i migliori in circolazione

      • Non capisco perchè continui a dire che si perdono, vanno a giocare altrove questo sì ed anche con discreto successo vedi Martins, Pandev, Balotelli, bonucci, Benassi, Duncan, Destro, Meggiorin, Biraghi, Caldirola, Santon i i primi nomi che mi vengono in mente.

      • francesco says:

        La metà di quelli citati da te sono a mala pena discreti calciatori

      • Ma tu per perdersi cosa intendi che non diventano tutti dei novelli Messi? Quelli da me citati hanno dignitosamente giocato e giocano in serie A o campionati equivalenti, vorrei che mi citassi una squadra del calibro dell’Inter che ha prodotto più giocatori di questo livello.

      • Per me il vivaio della Roma è superiore al nostro.
        Ma resta il fatto che abbiamo venduto ragazzi per comprare pari rulo più costosi, più vecchi e più scarsi.
        Avessimo puntato su Destro, Donati e Caldirola piuttosto che spendere per i vari Jonathan, Montoya, Wallace; Campagnaro, Silvestre, Belfidil, Forlan,..oggi ci troveremo in rosa tre buoni giocatori (non peggiori di Nagatomo, Ranocchia e Eder) e un sacco di soldi in meno buttati dalla finestra. E un nucleo di giocatori compatto, italiano e rodato.

      • francesco says:

        CM con Caldirola, Crisetig, Faraoni, Garritano, Mbaye, Biraghi, Bonazzoli, Donati, non avremmo vinto nulla.

        In questi 10 anni ho seguito parecchio la primavera dell’inter, per ragioni non solo di tifo, e credimi che chi era fuoriclasse si vedeva che era tale, peccato che poi si sia perso, e parlo di balotelli e destro. Il primo però è stato ben monetizzato, il secondo sappiamo che fu conseguenza della scelta folle di ranocchia. Di bonucci non se ne aveva sentore, è uscito fuori veramente dopo. Santon era una incognita fin dall’inizio, piedi ruvidi e scarsa capacità di ben crossare. Gli altri erano forti di fronte a deboli. Ripeto, messi in campo bene perchè l’inter (come la roma) ha ottimi tecnici. Poi li abbiamo venduti bene. Da qualche parte avevo letto di quanto abbiamo guadagnato con le cessioni dei primavera. Aver comprato male è un altro paio di maniche, ma questa è una delle tante stronzate della gestione moratti.

      • Sono perfettamente d’accordo sul giudizio sui singoli, e sul valore medio dei nostri giovani.
        Se vendere Martins e company mi serve a prendere un Ibra, tanto di cappello.
        Ma se siamo una società di metà classifica (e lo siamo stati da Gasp e Mazzarri) ha senso vendere Donati e prendere Jonathan? (Perché una squadra mediocre, coi proventi di un giovane mediocre può comprare solo un altro mediocre) Appurato che non vinci con nessuno dei due, a questo punto fai una scelta di continuità e concentra gli investimenti su chi può farti fare il salto di qualità.
        Per anni abbiano avuto ambizioni superiori ai nostri mezzi, e ci siamo illusi che i mediocri di Samp e Palermo fossero migliori dei mediocri che avevamo in casa. Contesto questo tipo di errore qui

  7. Mai come quest’anno la juve ha praticato la linea del comprare i migliori giocatori dei rivali (Pjanic e Higuain), per diventare ancora più forte in Italia e provare l’assalto alla loro ossessione che è la champions (pensando sempre -loro più di noi- al nostro triplete).
    Sul mercato dell’Inter di questi anni: sì, ci sono stati i Jonathan, Alvarez e Kondogbia, senza esperienza nel campionato italiano e inequivocabili flop. Ma Coutinho e Kovacic sono giocatori da top club, Brozovic, Perisic, Miranda, Murillo, Medel hanno avuto tutti -pur con delle inevitabili pause- degli ottimi rendimenti individuali.
    Vediamo invece i giocatori presi in Italia in questi anni: Hernanes? Eder? Ranocchia? Kuzmanovic? Nagatomo? Rocchi? Tutti giocatori che sappiamo hanno reso all’Inter molto meno di quanto hanno fatto vedere nelle squadre di provenienza. Ma anche qui ci sono le eccezioni come Icardi.
    Sono d’accordo invece sulla crescita in prima squadra dei giovani. Credo sia stato proprio Willer qui a dire che Duncan e Benassi sarebbero stati ottimi titolari nelle Inter di questi ultimi anni, risparmiando soldi per comprare giocatori di grande valore, e la provenienza sarebbe stata un non-problema.
    Approfitto per rivolgere a Rudi e a tutti gli amici che commentano i migliori auguri di buone feste e sempre forza Inter, nerazzurri fratelli nel mondo.

  8. Auguri a tutti e sempre Forza Inter.

    Amala!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...