Daredevil e Gene Colan (2)

Siamo ancora nel 1967. Contro il Cobra e il Signor Hyde, coppia letale quanto litigiosa, Devil si traveste da Thor per farli uscire allo scoperto. Ovviamente il vero Thor (all’epoca sotto le mentite spoglie del dottor Donald Blake) lo scopre e si arrabbia. È una trama “storica”, che si sviluppa su tre albi consecutivi, e mostra Devil (dunque Mike Murdock) più coraggioso che mai, dovendo combattere i due nemici senza l’ausilio dei supersensi, completamente cieco. L’eroe appare inerme, ma la sua presenza di spirito, unita alla stolidità dei rissosi nemici, fa sì che riesca a cavarsela in una situazione disperata.

daredevil-28-gene-colan-1967-b

daredevil-gene-colan-annual-1A Stan Lee piaceva richiamare in pista nemici già sconfitti che intendevano vendicarsi: niente di meglio che metterli insieme e creare un gruppo, in questo caso i cinque “Emissaries of Evil”: Electro (Maxwell Dillon), Stilt-Man (Wilbur Day), Gladiatore (Melvin Potter), Leap-Frog (Vincent Patilio) e Matador (Manuel Eloganto). Storie come questa, proposta sul primo Annual dedicato al personaggio, procedono su una sceneggiatura esilissima, ma consentono a Colan di sbizzarrirsi in tavole acrobatiche.

L’Annual contiene anche una storiella in tre tavole – pubblicata sul numero 28 della Corno e intitolata “Il battito di mezzanotte” – in cui la coppia Lee-Colan si diverte a rendere pubblico il processo creativo, affidando allo scrittore il ruolo di chi inventa situazioni assurde e inverosimili (morti che ritornano, gigantesche eruzioni, eccetera) e al disegnatore quello di dover sistemare le cose. “Non preoccuparti, troverai il modo”, è la frase con cui Stan replica alle obiezioni di Gene, e se proprio non sarà possibile “inizieremo una nuova rivista chiamata Foggy il pauroso”.

Annunci

2 Responses to Daredevil e Gene Colan (2)

  1. Quei villains così strampalati e così contemporaneamente “domestici” usciti in modo, mi sembra, naturale da quella “cucina infernale”, li ho sempre anch’io sentiti e visti, come hai notato, un elemento fondamentale nella connotazione delle storie e dell’eroe senza paura; quasi una bizzarra corte infernale al seguito del diavoletto giustiziere.

  2. Pingback: I migliori fumetti letti o riletti nel 2016 | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...