Shine [id.], Scott Hicks, 1996 [filmTv117] – 8

shine-scott-hicks

La storia di David Helfgott, genio traumatizzato, pianista di inusitato talento. Oscar come attore protagonista a Geoffrey Rush, e tante nominations: alla regia, alla produzione, agli sceneggiatori (Jan Sardi e Scott Hicks), all’attore non protagonista (il padre, Armin Mueller-Stahl), a montaggio e colonna sonora. Dove spicca il “Rach 3”, il favoloso Terzo concerto per pianoforte di Rachmaninoff.

La ricostruzione dei fatti si basa sulle memorie dello stesso Helfgott e della moglie Gillian, che vivono in Australia, dove il film è ambientato a partire dagli anni Sessanta, quando muove i primi passi il bambino prodigio. Non è chiaro quanto piacere provi a suonare, il giovane David: chiaro è che il padre lo trascina in imprese sempre più difficili e totalizzanti, negandogli ogni distrazione e spremendone ogni energia. Però si oppone al trasferimento in America, in una visione ottusa e ristretta dell’unità familiare. Fagocitato dalla figura paterna, David comincia a manifestare terribili attacchi d’ansia, gli squilibri psichici lo porteranno a un drammatico crollo nervoso… Per una decina d’anni il medico gli vieta di suonare il pianoforte. Il lancinante rapporto fra padre e figlio si può sintetizzare nella proiezione patologica di un uomo che da bambino con tutti i suoi risparmi acquistò un violino, che suo padre distrusse.

Non si era mai vista al cinema una tale ossessione per i tasti bianchi e neri, una danza delle dita così frenetica a ammaliante. Così vitale e dolorosa. C’è una scena “in trance agonistica”, in cui il giovane David – interpretato da Noah Taylor – non si accorge che il pianoforte non è fissato al pavimento, e continua a suonarlo inseguendolo, spostandosi in avanti, come in un doloroso abbraccio.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...