El Gaucho, Milo Manara e Hugo Pratt

Pubblicata in sfinenti puntate (in quasi tre anni) sulla rivista «Il Grifo», è la seconda collaborazione fra Pratt, autore di soggetto e sceneggiatura, e Manara, dopo la celeberrima “estate indiana”. Vincenzo Mollica ricorda che Pratt consegnò a Manara dei disegni preparatori, eseguiti con la collaborazione di Patrizia Zanotti.

Ambientata nella seconda patria di Pratt, l’Argentina, la storia si sviluppa in 128 tavole nei primi anni dell’Ottocento. Come il Dustin Hoffman di «Piccolo grande uomo», il narratore è un centenario che rievoca fatti lontanissimi.

el-gaucho-2Il flashback riporta alla baia di Buenos Aires, mentre arrivano alcune navi inglesi. Sono state inviate con l’intenzione di innescare la ribellione dagli spagnoli. Su una di queste navi stanno ragazze irlandesi comprate alla “prigione per debiti” di Dublino per il sollazzo degli ufficiali. Fra loro, Molly Malone, “una ragazza dalla carne bianca come il latte, guance rosse, occhi blu e capelli neri”. Strano che il vecchio narratore dimentichi le lentiggini… Chi parla è Tom Browne: aveva sedici anni, era tamburino su una di quelle navi, e ovviamente si innamorò di Molly (somiglia alla giovane Nancy Brilli). Manara delinea un’altra, affascinante figura femminile, la giovane Aureliana, cugina di un ricco proprietario spagnolo e violentata da uno dei militari che dovrebbero garantirne la sicurezza.

Si accenna alla rivalità fra logge massoniche, al bisogno degli inglesi di conquistare nuove rotte commerciali dopo la perdita delle colonie nordamericane. Gli inglesi promettono di liberare gli schiavi africani, se questi combatteranno al loro fianco: una concessione che agli inglesi non costa nulla… Altrettanto amorali appaiono le truppe spagnole, con il sostegno della ricca borghesia porteña. Gli indios vengono decapitati, la violenza è efferata e spietata. Mentre la presa di Buenos Aires si rivela facilissima, tenere la posizione sarà ben più complicato…

Tom Browne sarà testimone di vicende avventurose e concitate, in cui la sessualità non è mai libera, ma solo venduta o pretesa.

Advertisements

One Response to El Gaucho, Milo Manara e Hugo Pratt

  1. Pingback: Pratt a Bologna (fino al 19 marzo) | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...