A Udine il primo rischio è la distrazione

Nemmeno convocato, il partente Jovetic ha segnato 3 gol all’Udinese nelle ultime due partite giocate con la maglia dell’Inter.
E’ uno dei paradossi del calcio giocato mentre infuria il mercato. Un mercato che la partita di Udine indirizzerà significativamente, perché solo una vittoria può corroborare i sogni di terzo posto.

gol-di-podolski-2

L’Udinese è un avversario storicamente ostico, e se è vero che negli ultimi anni l’Inter ha spesso espugnato il Friuli, è altrettanto vero che negli ultimi 4 match a San Siro è finita malissimo: un pari e tre sconfitte.
Sfogliando l’archivio online sul sito dell’Inter, ho appena visto che si è vinto due campionati fa con gol di Podolski (l’unico che segnato), e ancora prima con gol di Ranocchia e Alvarez.

Il delirio nerazzurro nella seconda era manciniana toccò il suo culmine con lo 0-4 del dicembre 2015, con un Brozovic sublime e un Handanovic in vena di miracoli sullo 0-0. Ricordo di aver scritto di provare quasi vergogna per uno 0-4 ottenuto con 5-5 tiri in porta.

Lo stato di salute degli uomini di Pioli è un gigantesco punto interrogativo, la prima partita dell’anno nuovo è stata spesso negativa per l’Inter, che faceva i conti con le trasvolate dei tanti sudamericani. Stavolta si è scelto di tentare un richiamo di preparazione al sole di Marbella, e vedremo gli effetti.
Il livello agonistico mi è parso migliorare, nelle ultime esibizioni, ma spesso è la testa che fa girare le gambe, e l’aver defenestrato De Boer (le parole di Icardi sono state inequivocabili) può aver sbloccato alcuni che non avevano ancora capito cosa gli venisse chiesto.

Immagino che senza Melo e Medel ci sarà da soffrire, mi chiedo chi giocherà accanto a Brozovic e se dietro Icardi verrà scelto Joao Mario oppure Banega. Scelte dall’esito imprevedibile: chi si sente sull’uscio può reagire alla grande o mostrare di aver già la testa altrove.

Annunci

2 Responses to A Udine il primo rischio è la distrazione

  1. Penso che vedremo 10/11 della squadra che ha battuto la Lazio, con J. Mario al posto di Banega.

  2. luccarmi says:

    http://www.ilmalpensante.com/2017/01/06/gli-allenatori-dagli-anni-50-oggi-parte-seconda-70-80/

    seconda parte (anni ’70 ’80) pubblicata.
    In attesa del “pezzo” su calciopoli, che ho già inviato da un po’ ed hanno detto che “merita davvero” e dunque vogliono dargli una giusta collocazione e visibilità.

    La terza puntata sugli allenatori (’90-’00), invece, sarà speciale. Perché verrà scritta (credo) direttamente da uno degli allenatori protagonisti di quegli anni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...