Guerra Segreta (Secret War), Brian Michael Bendis e Gabriele Dell’Otto

Miniserie in cinque atti: il primo esce nel febbraio del 2004, l’ultimo capitolo arriva solo nel dicembre 2005. I disegni di Dell’Otto impongono uno spiazzante stile pittorico.

La storia rappresenta uno dei più evidenti esempi di “retcon”, o retrocontinuity: gli autori narrano avvenimenti del passato e li incastrano nella continuity ufficiale. Per giustificare il fatto che nessuno ricordi quei fatti, viene utilizzato l’espediente del lavaggio del cervello.

5-covers

Questa iniezione di cupo realismo nel Marvel Universe deriva dalle macerie dell’11 Settembre. Personaggio cruciale è Nick Fury, capo dello SHIELD, la più potente agenzia di spionaggio delle Nazioni Unite, nonché profondo conoscitore del cuore nero dell’America (custodisce segreti che farebbero vacillare il Sogno Americano). Eroe della Seconda guerra mondiale, ha combattuto in Corea e in Vietnam, e invecchia molto lentamente grazie al periodico richiamo di un siero ormai distrutto (la Formula dell’Eternità).

Bendis comincia dalla coppia formata da Luke Cage e Jessica Jones (il personaggio che aveva lanciato nel 2001 nell’ottima miniserie: «Alias»); ora la donna è incinta, e assiste all’attacco a sorpresa che riduce in coma Luke. La sceneggiatura procede in avanti e indietro, fra l’oggi e un anno prima.
Dice Fury: “Sta accadendo di nuovo”. Il governo USA, pur disponendo di “prove inconfutabili di chi sia il loro nemico” ha di nuovo scelto di non agire. Perciò moriranno tanti innocenti. Fury contatta Steve Rogers (Capitan America), che a sua volta va alla ricerca di altri supereroi. Tutto deve avvenire nella massima segretezza, all’insaputa dello stesso SHIELD.
Ecco comparire in abiti civili Peter Parker (l’Uomo Ragno), Matt Murdock (Devil), Logan (Wolverine) e Luke Cage, che salgono a bordo di un volo per Latveria, l’antica patria del Dottor Destino, ora guidata da un governo amico dell’America. Laggiù, per conto di Fury, è già in azione Natasha Romanov (la Vedova Nera). Del gruppo fa parte anche una sconosciuta diciottenne dai corti capelli neri; si scoprirà essere l’ultima scoperta di Fury, Daisy Louise Johnson, figlia di Mr. Hyde, con il potere, ancora grezzo, di generare terremoti.

Quando Fury riporta al Presidente USA le informazioni su chi manovra dietro gli atti terroristici, si vede negare l’autorizzazione ad abbattere il governo di Latveria. Perciò si assume la responsabilità di agire fuori da ogni regola, e col coinvolgimento “segreto” dei supereroi, riesce nell’obiettivo di colpire al cuore quello “stato canaglia”… Un anno dopo, una rappresaglia a tappeto viene scatenata in piena New York: il primo a essere colpito è, appunto, Luke Cage, mentre l’Uomo Ragno e Capitan America sfuggono ad analoghi agguati. A questo punto, Fury chiama a raccolta un largo gruppo di supereroi che affrontano un’armata ipertecnologica (se non ho perso il conto, i criminali sono 17).

Advertisements

3 Responses to Guerra Segreta (Secret War), Brian Michael Bendis e Gabriele Dell’Otto

  1. micklosblog says:

    Ultima avventura da direttore dello S.H.I.E.L.D per Fury

  2. Rudi says:

    Non ho letto storie su Fury successiva a questa. Maria Hill, però, aveva potenzialità.

  3. Pingback: Brian Michael Bendis, le mie letture | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...