Perché si (stra)parla di Messi all’Inter

Ritengo sommamente improbabile – per un’infinità di motivi, affettivi ancor prima che economici – che Leo Messi abbandoni il Barcellona.
Nel caso, ritengo altrettanto improbabile che la sua destinazione sia l’Inter.
Eppure da giorni, la notizia torna e ritorna, appare e riappare, e più d’uno si affatica a spiegarci che l’impossibile è possibile. Oggi è il turno dell’Equipe.

messi-contro-linter

Suning fa benissimo ad accreditare la lettura possibilista: il solo fatto di associare il nome di Messi al marchio cinese, fa gioco ai cinesi, per uscire dalla dimensione dei “ricchi scemi” – quelli che strapagano i Lavezzi e i Tevez, gli Hulk e gli Oscar, i Gervinho e pure i Pellé, per attirare l’attenzione sulla loro Lega – e proporsi ai massimi livelli del mercato globale.
Fa benissimo anche Messi a tirare la corda. Sa che è l’ultimo contratto in una squadra d’eccellenza, a giugno compirà trent’anni, carrozzeria e motore non sono più quelli di un tempo (ci sono anche quegli improvvisi svenimenti, mai pienamente spiegati).
Insomma, è un gioco delle parti, come tanti se ne fanno.
Ma l’Inter e l’Italia mi sembrano una destinazione molto meno appetibile di quanto non siano il Paris Saint-Germain e il Manchester City. Difensori ruvidi, campionato scadente (il quarto o quinto in Europa), drastica perdita di visibilità globale.

Non è chiaro quale sia l’effettivo ingaggio di Messi, quale sia la tassazione spagnola (ha anche subito condanne processuali), ma in Italia sarebbe peggio, e dei 4-5 anni ad alto livello che si possono attribuire alla Pulce, ce ne vorrebbero almeno un paio per riportare l’Inter a giocarsi qualcosa di importante.
Per chi vede avvicinarsi il declino, è insensato associarsi a un progetto in divenire.

Annunci

2 Responses to Perché si (stra)parla di Messi all’Inter

  1. willerneroblu says:

    Come ho già detto Messi rimane al Barcellona al 99.3% ma se e ribadisco se decide di cambiare non credo proprio che vada al Paris e nemmeno a Manchester la sua città è Milano…..e non posso scrivere altro per non essere preso per i fondelli una vita….

  2. Non vedo ragioni per lasciare Barcellona. Anche un’eventuale carriera in calando passerebbe in secondo piano rispetto al fatto di essere bandiera e leggenda.
    Andare al PSG significherebbe rischiare di essere messo in ombra da altri.
    Inter e City, di questo passo, non giocheranno nemmeno la Champions.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...