Sono bastati dieci giorni alla Casa Bianca per farci capire che Trump è peggio di Hillary. Tanto fra quattro anni l’avremo dimenticato.

Annunci

15 Responses to Sono bastati dieci giorni alla Casa Bianca per farci capire che Trump è peggio di Hillary. Tanto fra quattro anni l’avremo dimenticato.

  1. Caro Rudi Te ne basterò uno di giorno per rimpiangere Renzi se ci governerà Grillo o Salvini.

    • francesco says:

      mi hai tolto il commento dalla tastiera

    • A me due anni di Renzi sono bastati per rimpiangere vent’anni di berlusconismo

      • antonior66 says:

        Senza parole su questo commento.

      • Eppure credevo di essere entrato pienamente nello spirito della conversazione “evviva il meno peggio, che al peggio non c’è mai fine”.
        Seriamente, preferivo quando la gente scendeva in piazza perché Berlusconi voleva eliminare l’art.18, preferivo quando la gente capiva che mettere l’elemosina nelle pensioni era una mossa populista, preferivo quando L’unità titolava “La costituzione è salva” dopo la vittoria del no a una riforma indecente. Preferivo quando a fare l’interesse dei padroni c’era un padrone. Come dire, preferivo che il re fosse nudo.

    • Rudi says:

      Possibile, ma oggi questo non pare un argomento convincente per votare Renzi. Ancora non te ne rendi conto?

    • micklosblog says:

      che cavolo centra ? mi sembra fuori post

  2. antonior66 says:

    C’era bisogno di vedere Trump all’opera per saperlo?

    • Rudi says:

      Abbiamo visto all’opera anche Blair, anche Hollande, anche Zapatero, anche Renzi, anche Obama… come fai a non chiederti perché i loro elettori gli hanno voltato le spalle?

      • antonior66 says:

        Per un semplice motivo, perché la cosa più facile che si sia è lamentarsi di quello che non va.

      • francesco says:

        ma soprattutto, una cosa ormai è chiara: la maggioranza in questo momento storico non ha ragione. o meglio, chi vince vince ed è giusto che sia così. io però mi tengo il diritto di ritenere le scorciatoie populiste una emerita stronzata. purtroppo a tanti che scrivono qui in questo blog queste sembrano piacere

  3. Rudi says:

    Fosse così, Antonio, al prossimo giro ci sarà un plebiscito per qualunque “democratico”: negli USA, in GB, in Italia, ovunque.

  4. Provocazioni a parte, ritengo pericolosissimo che “il meno peggio” passi per “buono”, che la mediocrità venga eletta a eccellenza. Tutto ciò, solo perché intorno dilaga il peggio.
    Che l’avversario di turno sia un mentecatto che parla di ruspe, non fa sì che un mediocre bamboccio si trasformi in un grande politico da rimpangere. Il mediocre è meglio dell’infimo, questo è ovvio, ma innalzare la mediocrità a eccellenza è da folli. Si tratta di un abbassamento degli standard, un appiattimento generale che livella, livella, livella fin quando non resta più nulla.

    Il populismo dei grillini non mi è mai piaciuto, ma gli 80€ cosa sono? E la novella della rottamazione? E le gigantografie sugli autobus “Vota sì, riduciamo i costi della politica”?
    Ma davvero vogliamo accettare che la scelta sia questa? Scegliere tra i cani e i porci? Tra chi dà la metro di Roma gratis ai superstiti dell’olocausto (quanti saranno? Due? tre?) e chi ha portato il paese alla deflazione, roba che non si vedeva da sessant’anni?

    Trump è un essere abominevole, un vecchio capitalista retrogrado e reazionario che vuol fare solo gli interessi degli industriali. Ma l’alternativa qual’era? Continuare coi democratici schiavi della finanza? Quelli che tra un matrimonio gay e una legge sulla marijuana bombardavano mezzo medio oriente? Obama e Hilary che nel 2006 votarono Yes alla proposta di Bush per l’ampliamento del muro USA-Messico? Ah, già, perché sto famoso muro che Trump vorrebbe costruire…c’è già, voluto fortemente da Bill Clinton. Ma di cosa stiamo parlando?
    Ma davvero la soluzione a tutto questo è andare in piazza con i cartelli “Trump non avrai mai la mia vagina”? Oppure è l’ora che un’alternativa venga costruita veramente, direi.

    • antonior66 says:

      Gli 80 € sono stati l’unico tentativo di riduzione dell’Irpef che abbia mai visto in questo paese. E non sono 80€, sono 960. Per il resto, visto che io non faccio politica, ma la subisco, aspetto un’alternativa migliore a Renzi, offritemela e la voto anche domani.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...