Il partito di D’Alema

C’è stato un momento in cui ho implorato D’Alema di starsene zitto, che ogni volta che prendeva posizione contro Renzi mi pareva rafforzasse Renzi.
Sbagliavo.
E come il sottoscritto hanno sbagliato in tanti.

L’antipatia che D’Alema suscita come pochi altri – non è il mio caso, ma ci siamo capiti – ha velato il giudizio politico, facendo concludere che l’ex Lìder Maximo fosso ormai fuorigioco, privo di consenso, mosso solo dal rancore e dalla disistima verso “il gran bugiardo” (espressione di Macaluso) che gli aveva promesso la carica di ministro degli Esteri d’Europa per poi affidarla all’ex dalemiana Mogherini.

Il numero di ex dalemiani che circolano nella politica italiana è assai cospicuo. E dopo un paio di interventi pubblici del loro ex capo, si avvertono significativi sbandamenti rispetto alle granitiche certezze di un paio di mesi fa. Allora, si pensava che Renzi avrebbe vinto il referendum e di D’Alema si sarebbe sentito parlare solo come produttore di vini; oggi si fanno i conti con gli effetti di un nuovo partito alla sinistra del Pd che tragga linfa dal carisma dalemiano.

In 48 ore sono usciti due sondaggi.
Nel primo, la scissione dal Pd di un soggetto politico guidato da D’Alema, Bersani, eccetera, farebbe sì che il Pd renziano si fermerebbe al 22% con 141 seggi, mentre la neonata forza di sinistra raggiungerebbe l’11% con 71 seggi. A dirlo è IPR per «Porta a porta».
Nel sondaggio registrato da Tecné, invece, il Pd senza sinistra starebbe al 20%, con 128 seggi, gli scissionisti addirittura al 14% con 90 seggi.

Incidentalmente, da entrambi i sondaggi emerge che la presenza di un nuovo soggetto politico di sinistra toglierebbe voti anche al M5stelle.

Perché questo scenario si concretizzi, bastano due condizioni: che Renzi acceleri con le elezioni anticipate, senza congresso e senza primarie.

Annunci

7 Responses to Il partito di D’Alema

  1. Questo scontro non farà bene a nessuno e lascerà solo tanti delusi da entrambe le parti…. ne’ Dalemiani, ne’ Bersaniani, ne’ Renziani, ma solo Taffaziani… per la felicità del resto dei partiti pulviscolo

  2. francesco says:

    Insomma siamo arrivati alla visione agiografica e apologetica di d’alema

  3. antonior66 says:

    A parte che non ci credo nemmeno in sogno che D’Alema arrivi al 14 (ma nemmeno al 10).

  4. L’essere più a sinistra è questa roba qua. C’è qualcosa di profondamente sbagliato

  5. Sara says:

    Mi ricorda quei grandi feudatari che nel medioevo concorrevano a eleggere l’imperatore o si candidavano ad essere tale. Il concetto di democrazia è il medesimo. Il partito è affare loro, è roba loro,solo incidentalmente c’è gente che vota.

  6. La mia domanda è: questo ipotetico nuovo partito di sinistra si alleerebbe poi con il PD per andare al governo oppure farebbe opposizione al PD sempre e comunque? Perchè guardate che il successo del M5S sta in una sola sola frase, l’unica che gli elettori hanno capito del M5S: “Mai col PD”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...