Ridimensionati, ma bisogna ripartire da Pioli

Ancora una volta il derby d’Italia finisce con polemiche legate alle decisioni dell’arbitro: Rizzoli ha ammonito 5 juventini (un record), ma non ha visto Chiellini e Mandzukic, in due interventi al limite, che decine di volte abbiamo visto sanzionare, quando al posto di Icardi stava il centravanti della Juventus. Con foga scriteriata, Mandzukic non tocca la palla, l’addizionale sta a 3 metri, di cosa stiamo parlando? Chiudo qui la questione arbitrale.

cattura

La Juve è ancora superiore all’Inter. Non fosse stato per Handanovic, la sconfitta avrebbe avuto proporzioni più nette. Pioli l’ha preparata bene, consapevole dell’inferiorità tecnica dei suoi, puntando su una difesa a 3 – era la seconda o la terza volta che veniva schierata? – che ha sostanzialmente annullato Higuain e limitato Dybala e Mandzukic. Ma il prezzo pagato è stato alto: come temevo, Candreva non ha più la forza per reggere l’intera fascia, e la giornata storta di Brozovic ha riproposto il dilemma sull’effettivo valore del croato.
Icardi troppo solo, appena due conclusioni nerazzurre nello specchio della porta di Buffon, Joao Mario e Gagliardini i più pericolosi, ma purtroppo imprecisi. Fino al gol di Cuadrado, l’Inter ha giocato bene, quasi alla pari di una delle 3-4 formazioni più forti d’Europa. Poi, è mancata.

Ricordo quando Stramaccioni espugnò lo Juventus Stadium. Anche allora vi fu un clamoroso abbaglio arbitrale, ben più clamoroso di quelli di ieri, e Vidal portò in vantaggio i padroni di casa. Ma quella era un’Inter con Milito e Palacio con 5 anni di meno, e anche Cassano, non dimentichiamocelo. Era una squadra con qualità tecniche e tattiche che questa Inter non ha, costretta a un gioco sulle fasce che sfocia in cross per nessuno, e senza la classe pura che in un istante rovescia il corso di una gara.

Ora, il vero problema non è la sconfitta, l’ennesima a Torino. Il fatto è che solo un harakiri della Roma può tenere aperta la strada della Zona Champions (il Napoli è di un altro livello, già temo quando verrà a San Siro e ci aspetterà per il contropiede). Dunque, è forte e fondato il rischio che Pioli porti la squadra al quinto posto, al massimo al quarto, e sono obiettivi che possono smobilitare le energie nervose, così da rischiare il sesto posto, o addirittura peggio. È in questi momenti che serve una società. Una società che decida in fretta di ripartire da Pioli e da chi mostrerà di averne voglia, di qui a fine stagione (mancano solo 15 partite).

Pare che Suning continui a vagheggiare “colpi” da 80-100 milioni di euro: si chieda dove saremmo oggi se con la metà dei soldi spesi per Gabigol si fossero acquistati due terzini decenti.

Annunci

31 Responses to Ridimensionati, ma bisogna ripartire da Pioli

  1. willerneroblu says:

    Se l’offerta di 30 milioni era vera io Candreva lo avrei spedito.Continua a non piacermi questo modulo ma se lo fai devono giocare Kondogbia e Gagliardini magari Kondo avrebbe tamponato Cuadrado.

  2. Mi ricordo interventi simili a quelli di Mandzukic fatti da Murillo a fine 2015.
    E mentre tutti si scannavano se avesse toccato piede o palla, piede e palla, prima l’uno o prima l’altra, Rudi e io eravamo abbastanza d’accordo sul fatto che interventi del genere in area sono talmente stupidi ti meriti il rigore e basta. Per salvare un gol a porta vuota vanno anche bene, ma buttarsi alla disperata per evitare un controcross è autolesionista.
    Io, siccome sono spiegato nel giudicare “i miei”, uso lo stesso metro anche con gli altri.
    Un intervento del genere è stupido e pericoloso. Punto.

    Sulla partita. Primo tempo bene (ma ricordiamoci i due legni), il secondo abbastanza sintomatico: zero azioni manovrate, un paio di ripartenze pericolose vanificate da gente che si è andata a imbottigliare palla al piede (Eder, Perisic). Ci manca incisività offensiva.
    Il nostro uomo più vicino a Icardi era Mario, che è più simile a Pjanic che non a Dybala. Al di là degli episodi credo che la differenza sia stata nel peso offensivo dei singoli, loro ogni volta che venivano avanti davano l’idea di poter far molto male, noi no.

  3. willerneroblu says:

    Noi siamo veramente scarsi sui calci da fermo alla fine il gol della Juve nasce prima dalla punizione poi dal successivo corner!!

  4. pgkappa says:

    io nn giocherei mai con un attaccante solo.in area devi avere due punte.sarò vecchio ma la seconda punta deve fare 10/15 gol a stagione.le ali e i centrocampisti sono di supporto ma nn vedranno mai la porta come gli attaccanti.

  5. denny says:

    Ciao Rudi, a volte i tuoi post mi sembrano un po’ pessimisti, ma questa volta sono d’accordo con te, solo penso che non dovremmo sorvolare troppo sull’arbitraggio se almeno un rigore fosse stato dato nel primo tempo magari saremmo andati in vantaggio e la partita sarebbe cambiata, poi una cosa x me significativa l’espulsione di Perisic arriva dopo un’azione in cui Rizzoli ha fischiato senza che fosse successo niente! In più pare che Icardi rischi una squalifica x aver calciato il pallone dopo il fischio finale! Aggiungo che ho avuto la sfortuna di vedere su mediaset la moviola fatta da cesari una cosa rivoltante a un certo punto perfino tacchinardi ha ammesso che c’era rigore! E ora aspettiamoci il peggio dopo il referto del giudice sportivo … X me vanno bene i discorsi tecnici e le critiche alla squadra ma il problema degli arbitri, delle moviole etc (il famigerato “sistema”) non è più sopportabile spero che la nuova proprietà si muova con decisione anche in questo senso

  6. D’accordo su tutto Rudi, anche sulla valutazione dell’ottima prova di Handanovic.
    Qualcuno lo ha già evidenziato qui, se non hai terzini decenti (giusto per avere un riferimento, che assomiglino a Maicon), allora è inutile abbondare di esterni e lasciare un’unica punta là in mezzo.
    Perisic e Candreva non vedono spesso la porta? Allora arretrali e falli fare le classiche ali e vedrete quanto sarà difficile per gli avversari fermare due così, specie il croato..
    Ansaldi/Santon o D’Ambrosio/Nagatomo sono sconfortanti quando salgono in avanti? Allora tienili bloccati dietro a limitare in qualsiasi modo il dirimpettaio.
    In attacco non mi sembra sbagliato immaginare una coppia alla Serena-Diaz. Icardi è migliorato tantissimo quest’anno nei movimenti senza palla e nell’aiuto in appoggio ai compagni, ma da solo quanto può rendere?

  7. Concordo. Manca qualcuno a dialogare con Icardi. Non necessariamente un’altra puntata, basterebbe un trequartista vero, che sente la porta. Banega e J.Mario sono ottimi centrocampisti, ma non hanno un grande peso offensivo.
    A volte è stato un bene non dare punti di riferimento, ma alla lunga è un limite, finiscono per mancare a noi i punti di riferimento

  8. Caro Rudi concordo con te. Discreta partita nostra. Solito inquietante condotta arbitrale in stile calciopoli…col grande classico il fallo di confusione…io suning lo valuterò non sugli aquisti ma sulle alleanze poltiche e l’atteggiamento verso la classe arbitrale italiana: in un campionato non condizionato dal peso politico gobbo, il Napoli sarebbe in piena corsa e forse favorito.

  9. Non direi ridimensionati perchè non mi aspettavo tanto di più tranne forse da alcuni singoli. Abbiamo giocato alla pari nel complesso della partita: costringere la Juve sulla difensiva per larghi tratti, anche nel secondo tempo, non mi pare poco in casa loro. Sarò limitato, ma anche altri commentatori professionali non contano soltanto il numero delle occasioni da gol dal momento in cui si deve valutare la progressione di una squadra che si confronta con un avversario che si sa superiore. Non mi soffermo troppo in questa sede sui rigori: sullo zero a zero magari cambiava qualcosina…La strada mi sembra confermata: non stavamo lottando per lo scudetto prima e non lotteremo per lo scudetto ora, ma il terzo posto potremmo ancora giocarcelo. Prevedere il peggio poi è fin troppo facile. Infine sempre Carthago delenda est: terzini, attaccanti all’altezza di Icardi (seconde punte, trequartisti con il senso del gol) ecc. ecc.

  10. chologol says:

    Un po’ vi invidio, voi che riuscite a guardare per intero una partita della juve. Io da parecchio tempo non riesco più, perchè davvero questo è un altro sport. E non è che mi stia lamentando dei torti ai nostri danni: quasi del rigore su Icardi non mi frega nulla.
    Questi sono sempre con le braccia allargate a lamentarsi, sbraitano come a un combattimento di galli, cascano da soli inciampando nell’aria, decidono loro a chi si deve fischiare fallo (e quando gli fischi contro sembra che hai invaso la Polonia…), in 15 minuti avrò visto Higuain mandare a cagare l’arbitro 2-3 volte. E agli arbitri sta sempre bene così, sempre: se non sanno come favorirli fischiano a caso e ammoniscono Handanovic; se compensano con qualche fischio contro, si lasciano insultare dagli juventini poi cacciano Perisic.
    Mi piace il calcio, questo non lo è.

  11. Gert 58 says:

    eh no scusate ma non se ne può più….qualcuno avrà notato che i miei commenti su questo blog si sono diradati proprio perché non condivido la linea editoriale (chiamiamola cosi) di rudi e il tono generale dei commenti, ma questo di oggi ha passato il segno e quindi non riesco a trattenere la rabbia e mi devo sfogare….ma io dico è possibile continuare come niente fosse a separare il commento sull’arbitraggio dal resto? come si fa a dire…si è vero ci sono due rigori netti non dati (per me sono tre visto che nell’azione in cui chiellini atterra icardi lchtcoso tira per la maglia d’ambrosio), si è vero rizzoli fischia non si sa cosa in area di rigore e poi butta fuori perisic per proteste, si è vero chiellini fa una simulazione grottesca sotto gli occhi dell’addizionale che non fa una piega (sarebbe stata seconda ammonizione e espulsione), si è vero quelli della rube hanno sfanculato l’arbitro diverse volte senza conseguenze, si è vero in una partita con 6 sostituzioni diversi infortuni e una espulsione, quattro minuti di recupero (neanche terminati) sono pochini….bene ripeto come si fa dopo tali considerazioni a mettere un punto e andare a capo e discettare di come la rube sia stata superiore all’inter di quanta classe possano mettere in campo e di quanto abbiano meritato di vincere? ma siamo pazzi….ma da quando in qua l’arbitraggio (un arbitraggio simile dico) si pùo separare dal giudizio sulla partita? ma questo atteggiamento mentale è veramente assurdo…e poi si ha il coraggio di dire che una società seria dovrebbe alzare la voce!
    NB
    senza considerare che la 3 o 4 squadra europea ha giocatoil secondo tempo in 11 dietro al pallone come un palermo qualsiasi

    • Rudi says:

      Dunque, chiediamo a Suning di iscriverci alla Ligue 1.

      • denny says:

        No chiediamo che il campionato italiano abbia un minimo di decenza

      • luccarmi says:

        Rudi, ti ricordi il 68? Eri bambino, ma lo hai vissuto più di me (avevo 4 anni all’epoca). Senza voler entrare nel merito del movimento studentesco e delle conseguenze, c’è una cosa che mi ha sempre colpito in modo particolare. No, non è l’amore libero… Fu il coraggio della protesta ed il modo di protestare che, almeno negli intenti ed inizialmente, era più che legittimo. Prima che, inevitabilmente qualcosa degenerasse.
        Ecco Rudi, di fronte ad un arbitraggio simile, bisognerebbe trovare una forma di protesta concreta. Non possiamo accettarlo. Il semplice fatto di discutere la partita, per me è come dargli “un senso di legittimità” (non so se riesco a spiegarmi).
        E’ scandaloso. Il silenzio, la cappa grigia che aleggia sull’operato arbitrale, tutto ciò è insostenibile, così come era insostenibile la cappa che c’era pima del ’68.
        Non è accettabile. Orsato era a due metri da Icardi. L’arbitro era vicinissimo all’azione con due rigori. Due!!! La partita, che pure ci ha visti protagonisti, sarebbe cambiata.
        Guarda che forse questa è peggio di quella del ’97 ’98.
        Possibile che si sia così assuefatti ai soprusi arbitrali da non avere nemmeno la forza di alzare un dito? Un sopracciglio.
        La forza di dire: questo non è calcio. E’ wrestling. Tutto predeterminato. Tutto si deve svolgere secondo copione. Oppure l’arbitro si è sbagliato in buona fede? Può essere certo. Lui, il quarto uomo i guardialinee (calci d’angolo non dati), tutti in buona fede. Certo può essere. Tu ci credi? Sinceramente: ci credi pienamente?
        Ammettiamo siano in buona fede. Perché i media non riconoscono nulla? Perché non evidenziano i rigori? Loro hanno la moviola, possono vedere, sezionare, stabilire?
        Perché?

      • Luca tu fai riferimento al 68, leggi cosa dichiarò Gianni Rivera solo qualche anno più tardi, nel 1972, dopo l’ennesimo torto arbitrale subito a favore della rube «Fino a quando a capo degli arbitri ci sarà il signor Campanati, per noi del Milan le cose andranno sempre in questo modo: saremo costantemente presi in giro. Questo non è più calcio. A parte la nostra comprensibile e incontenibile amarezza, mi spiace per gli sportivi… credono che il calcio sia ancora una cosa seria. Quello che abbiamo subito oggi è una vera vergogna. Credevo che ci avessero fregato già a Torino contro la Juventus, invece ci presero in giro a metà con l’autocritica di Lo Bello in televisione. Purtroppo per il Milan avere certi arbitri è diventata ormai una tradizione. La logica è che dovevamo perdere il campionato. D’altronde, finche dura Campanati non c’è niente da fare: scudetti non ne vinciamo. Io sono disposto ad andare davanti alla magistratura ordinaria, perché ciò che dico è vero: sino alla Corte Costituzionale. Mi hanno rotto le palle. Ha cominciato anni fa un certo Sbardella; sono cose che tutti sanno: è dunque ora che si dicano. Per vincere lo scudetto dovremmo avere almeno nove punti di vantaggio nel girone di andata. In caso contrario davvero non ce lo lasciano vincere, e se lo avessimo saputo non avremmo giocato. È il terzo campionato che ci fregano in questo modo. Sta scritto da qualche parte che il Milan non debba assolutamente raggiungere la Juventus. Fino a questo momento abbiamo trovato tre arbitri che hanno fatto tutto perché restasse sola in testa alla classifica. Se ho raccontato delle storie mi dovrebbero squalificare a vita, ma devono dimostrare che sono state storie. Così non si può più andare avanti; io ho parlato chiaro, non mi sono inventato nulla, ho detto solo cosa si verifica in campo… I casi sono due: o io mi sono inventato tutto e allora mi squalificano a vita, oppure riconoscono di avere sbagliato e bisogna cambiare, sostituire chi non è all’altezza del compito».
        Altro che Moggi purtroppo questi rubano impunemente e spudoratamente da decenni e non solo a noi (chiedere a Roma e Fiorentina), personalmente ormai sono rassegnato e seguo le vicende calcistiche con molto distacco. Sono convinto che le proteste isolate non servano a nulla, l’unica maniera per fermare questo scempio sia una, purtroppo utopica, denuncia collettiva di tutte le società, li si dovrebbe isolare e mettere la federazione di fronte ad un aut aut: o si cambia registro o il campionato se lo giocano da soli. Pura fantasia.
        Per la cronaca Rivera si beccò tre mesi di squalifica e, voce isolata, non ebbe il coraggio di continuare nella sua denuncia.

    • Per me erano tre mezzi rigori, che non ne abbiano dato neanche uno fa specie. Per vedere un rigore contro in quello stadio serve un colpo di pistola.
      Lì sarebbe cambiata la partita. E non ci piove. Come lo sarebbe cambiata a Palermo se avessero fischiato la trattenuta di Gagliardini su Goldaniga. Ha fatto bene il Palermo ad alzare la voce, facciamo benissimo noi.

      Detto questo, sono orgoglioso dello spirito della squadra. E non credo che sia una sconfitta che ci ridimensiona. E’ una sconfitta che ci sta.
      Sono contentissimo di quello che sta costruendo Pioli e di come abbiamo raddrizzato la stagione, comunque andrà.
      Ritengo altresì che la Juventus continui ad avere qualcosa di più, più frecce al suo arco, dovute anche e soprattutto alla condizione di privilegio degli ultimi anni.
      Nel secondo tempo si sono difesi benissimo, concedendoci giusto un tiraccio di Murillo, e sono stati pericolosi 3-4 volte in contropiede.
      Più forti e aiutati. Noi rimaniamo una squadra che, a maggior ragione, ha fatto un figurone, al netto di giocatori e tecnico arrivati da poco e lacune varie.

    • Gert hai tutta la mia solidarietà.

  12. willerneroblu says:

    Sono mafiosi e come tali meritano il peggio intanto due giornate ad Icardi e Perisic

    • denny says:

      Non gliene hanno date di più per farli tornare contro la Roma scommettiamo che in quella partita (e magari contro il Napoli) avremo qualche favore? Del resto alla fine “tutto si compensa”

  13. Dovremmo smettere di seguire il calcio. Inter compresa che si adegua a tutto ciò.

  14. Duke says:

    Qui di ridimensionati ci siamo solo noi caro Rudi (mi ci metto tranquillamente) critici da divano che per mesi abbiamo sputato fiele contro società e giocatori.
    Questa è una signora squadra, noi non avevamo capito un bel niente e il fatto che i migliori complimenti (“è stata una semifinale di CL”) vengano dall’allenatore avversario la dice lunga su quanto noi si veda sempre tutto nero e poco azzurro.
    Onore a Pioli che ha rimesso le cose a posto e ieri ha schierato una squadra consapevole della forza degli avversari, ma anche della propria e grazie a Suning che sta costruendo le basi per un grande futuro.
    Piuttosto, volendo fare una critica costruttiva, rispetto a loro manchiamo ancora di giocatori in grado di cambiare la partita in ogni momento, anche quando si gioca meno bene. Ma anche solo uomini che sappiano segnare su angolo o su punizione.
    È un gap che non si colma facilmente, ahimè, ma certo potrebbe aiutare l’acquisto di uno di quei giocatori che da soli spostano gli equilibri (tipo Hazard, per dirne uno che non sia Dybala).
    Ovviamente tutto ciò al netto che quello cui si sta assistendo non sia the new wrestling…

    • willerneroblu says:

      No Gazzetta no Sky Sport diventato Skyuve chiaramente no Premium che è il sinonimo di Bin Laden

      • Io su Sky spesso vedo le partite solo con l’audio di sottofondo dello stadio, senza commento….. ma mi sembra che a volte venga studiata anche la posizione dei microfoni a bordo campo. C’è qualcuno che ha la stessa mia impressione?

    • chologol says:

      Sempre un signore Allegri… Se vince lui sembra una semifinale di champions; all’andata li abbiamo presi a pallonate e allora è stata “una delle più brutte partite degli ultimi trent’anni”.

  15. luccarmi says:

    Riposto un link che ha messo Willer, per ribadire lo scandalo.
    Sono 2 rigori netti. Netti. Ed un terzo rigore (gomitata in faccia di Chiellini a Icardi che viene quasi sempre concesso.
    Faccio notare, a chi non lo avesse notato, come higuain abbia mandato a quel paese ripetutamente l’arbitro e questo ci si è fatto mandare senza battere ciglio. Giusto per citare un caso.
    Calciopoli non è finita.
    Anche nei commenti: tutto uguale.
    Rubano e poi i media negano il fatto.
    Quello che mi stupisce è che ci siano interisti che non vedono.
    Fino a quando sono gli juventini passi… ma tant’è…

    http://www.fcinter1908.it/ultimora/ziliani-durissimo-su-juve-inter-calciopoli-trovate-le-differenze-scusa-cesari-cosa/

    sul rigore non fischiato per fallo su D’Ambrosio vi rimando al Malpensante. C’è una bella foto.

    Qui un riepilogo sui rigori, dal 2012

    http://www.fcinter1908.it/copertina/rigori-a-favore-dal-2012-dominio-milan-podio-di-big-linter-e-undicesima-a-33/?intcmp=classifica-rigori

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...