Oblivion [id.], Joseph Kosinski, 2013 [Tv20] – 5

20-oblivion-kosinski-2013

Ogni tanto succede: arrivi alla fine di un film, e ti chiedi quanto l’hai capito. Con la fantascienza, poi, i piani narrativi tendono a confondersi, realtà e fantasia si aggrovigliano, i salti temporali non aiutano, e i sensi escono affaticati da fragorosi combattimenti.
Il film nasce da un graphic novel dello stesso Kosinski, pubblicato nel 2010. Siamo nel 2077, la Terra è stata evacuata dopo una guerra distruttiva contro invasori alieni. Sulla superficie terrestre, resa per metà inabitabile dalle radiazioni, sono rimasti alcuni di loro, chiamati Scavengers, mentre gli umani si sono installati su Titano, la più grande fra le lune di Saturno.

Distopia, dunque… Jack Harper (Tom Cruise) vive insieme a Victoria (Andrea Riseborough) in una stazione stratosferica, da dove parte per riparare gigantesche idrotrivelle, che trasformano l’acqua degli oceani in energia vitale. Le idrotrivelle sono protette da letali droni, che ogni tanto si inceppano, e Jack ripara pure quelli, mentre la dolce Victoria comunica con la stazione orbitante, “Tet”, guidata dalla melliflua, infida Sally (Melissa Leo). Jack e Victoria si sono sottoposti al lavaggio del cervello per cancellare i ricordi, ma nei sogni riaffiora qualcosa di incomprensibile. La situazione precipita quando una vecchia navicella spaziale precipita, e Jack trova i bozzoli (capsule criogeniche) con alcuni umani in animazione sospesa. Ne salva una, ed è un’ottima scelta: lei è Olga Kurylenko… Ma davvero gli Scavengers sono extraterrestri? Chi è Julia (cioè Olga) e cosa la legava a Jack? Perché i droni hanno ucciso gli altri umani chiusi nei bozzoli? E Jack, ha tutta questa voglia di andarsene su Titano? Nel dubbio di aver capito tutte le risposte, so che a pronunciarle è Morgan Freeman, capo di un gruppo di umani mossi da una verità opposta a quella a cui hanno creduto Jack e Victoria. Il nemico è un altro, e il grande amore riaffiora nonostante tutto (teoria al centro del ben più riuscito «Se mi lasci ti cancello»).

Dagli scenari apocalittici attraversati nel corso del film, si arriva alle megaesplosioni del sottofinale, a cui segue una scena idilliaca. Di emozionante, pochissimo.

Annunci

One Response to Oblivion [id.], Joseph Kosinski, 2013 [Tv20] – 5

  1. francesco says:

    Film bellissimo e visto a suo tempo al cinema. Tornerò a vederlo mi sa molto presto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...