Atalanta a San Siro: si può batterla, non giocare meglio

L’Atalanta ha cominciato il campionato con 4 sconfitte nelle prime 5 partite (fra l’altro, lo Stadio Azzurri d’Italia venne espugnato dal Palermo). Ma già un mese dopo batteva l’Inter con un 2-1 particolarmente doloroso, frutto del rigore segnato da Pinilla a meno di 5 minuti dalla fine, dopo un inutile quanto vistoso fallo di Santon su Kessié. Prima, l’Inter aveva cercato di vincerla, l’arrembaggio finale era stato impreciso e poco lucido, e Berisha aveva evitato un paio di gol. Gagliardini subentrò al Papu Gomez a un quarto d’ora dalla fine.

Da allora, sono cambiate tante cose, non il modo di stare in campo dei bergamaschi. Gasperini ha scommesso sulla freschezza atletica e sulla voglia di emergere di un gruppo che farà la fortuna dei Percasssi: fra Gagliardini, Caldara, Sportiello, Gomez, Conti e Petagna ballano più di 100 milioni di euro. E la mia opinione è che anche Kurtic, Spinazzola, Toloi e Freuler possano ambire a palcoscenici più remunerativi.

I due calciatori fondamentali mi sembrano Gomez e Petagna. Auspico che Pioli non li insegua riesumando la difesa a 3, ma marcarli sarà comunque difficile. Ho un debole per Petagna, mi ricorda i giovani Casiraghi e Bobo Vieri, non avrei dubbi a comprarlo, perché può fare molto più del “vice Icardi”.

L’Atalanta ha un punto in più dell’Inter, e non è per caso. Non devi concederle il contropiede o i colpi di testa su calci piazzati, ed è sperabile che i quasi sessantamila sulle tribune di San Siro offrano una spinta ulteriore alla squadra di Pioli, soprattutto nella prima mezzora, che continua a essere il punto debole. Dei 57 gol segnati, solo 10 sono venuti nella prima mezzora, 20 nella fascia fra il trentesimo e il sessantesimo, ben 27 nell’ultimo terzo di partita.

Sarebbe bello se Banega ne giocasse due di fila al livello del Siviglia (dove Jovetic sta spopolando). Sarebbe ancora più bello se l’Inter segnasse presto e potesse impostare una partita di intelligenza tattica. Il rischio dell’ansia è fortissimo, ognuno capisce che basta un pareggio, non dico una sconfitta, per abbandonare ogni sogno e affondare nelle chiacchiere di mercato.

Aggiornamento delle 16.58 – Avevo solo chiesto un paio di gol nella prima mezzora. E a gennaio avrei venduto Banega.

Annunci

21 Responses to Atalanta a San Siro: si può batterla, non giocare meglio

  1. denny says:

    Rudi scusa la pedanteria ma l’Inter ha fatto solo 46 goal (stavolta ho googlato! :) Cmq il trend è come dici tu: 7 nei primi 30′ 15 nei 30′ centrali e ben 24 negli ultimi 30′ evidentemente diamo il meglio nel finale ma spesso cominciamo le partite abbastanza svagati … Sottolineerei anche che all’andata nonostante tutto Icardi aveva fatto 2-2 alla fine ma è stato annullato x motivi imperscrutabili … Oggi spero di vedere finalmente il gobbo gasperini uscire dal campo a testa bassa le sue frecciatine mi hanno abbondantemente scassato i cabbasisi (cit. commissario Montalbano)

  2. L’Atalanta mi sembra il tipico caso nel quale è difficilissimo capire fin dove arrivano i meriti di Gasperini, e dove comincia il valore reale dei singoli.
    Kurtic, che mi pare determinante, ha 28 anni ed è stato scartato da Sassuolo, Torino e Fiorentina; Masiello galleggia a metà classifica da dieci anni, e ne ha 31, ma pare Puyol.
    E’ andato via uno come Gagliardini e, a guardar giocare la squadra, non ci se ne accorge.
    La memoria mi torna al Bari di Ventura, nel quale bisognava essere bravi a capire chi fosse Bonucci, chi Ranocchia e dove arrivasse la mano del tecnico.

  3. antonior66 says:

    Bah, al momento mi pare che non ci sia storia. Li stiamo battendo alla grande, e giocando molto meglio!!

  4. metalupo says:

    Sette gol e manca venti minuti, annichiliti.

  5. rugherlo says:

    Che grandinata!!!
    Ora Gasperini hai un altro motivo per farti un piantino sull’Inter.

  6. willerneroblu says:

    Ciao Gasp!!!

  7. Vittorie così hanno un peso relativo. Ma sconfitte così possono tagliare le gambe.
    Forse una diretta concorrente ce la siamo definitivamente tolta dalle scatole

  8. metalupo says:

    E quindi forza Toro.

  9. E arriva subito il mistificatore, Sconcerti, che la prima cosa che ha avuto da dire dopo una partita del genere è stata: Fino al gol aveva giocato meglio l’Atalanta

    • rugherlo says:

      Ma chissenefrega di Sconcerti.
      Atalanta rivelazione del campionato, ottima squadra e L’Inter l’ha battuta 7a 1.
      Un caro saluto ancora a Gasperini…🤙

    • willerneroblu says:

      Potrebbe essere anche vero è come dicevano il Milan del primo tempo è primo in classifica certo che l’Atalanta mi ha veramente deluso ma soprattutto sulla corsa noi non so cosa dire quando vinciamo così esco quasi con l’amaro in bocca certo se sul tabellone l’altra squadra fosse stata a strisce rossonere…

  10. denny says:

    Rudi mi permetto di segnalare una perla di prostituzione intellettuale http://www.lastampa.it/2017/03/12/sport/calcio/la-juve-gli-arbitri-e-quei-comodi-luoghi-comuni-3s38mQfPOazTncx5JNzSNP/pagina.html mi piacerebbe moltissimo un post dei tuoi (non ti sto adulando) facendo seguito a quello splendido sulla gobba zavorra etica d’Italia

  11. Duke says:

    Ma Banega non era da cedere a gennaio?

    • willerneroblu says:

      La partita di ieri secondo me dal punto di vista strettamente calcistico dice poco tranne forse la voglia di Icardi e il fatto di aver fatto 4 gol sfruttando i calci piazzati,però vale moltissimo per le migliaia di bambini presenti ieri allo stadio fortunatamente non ancora inquinati dalle polemiche e gioiosi di veder trionfare i colori nerazzurri!!!

    • Rudi says:

      L’ho scritto: io ero fra quelli. ma a giugno, fra Banega, Brozovic, Candreva, Kondogbia e Joao Mario ne partono almeno un paio. Considerato il prezzo pagato per il portoghese, penso saranno Banega e un altro.

      • Duke says:

        Se sarà così vorrà dire che ne arriveranno di più forti visto che 5 centrocampisti sono il minimo sindacale per chi partecipa a tre competizioni.
        Approfitto per cominciare a fare il mea colpa su Kondogbia, per rimanere in tema di errori di valutazione.
        (Certo però che in 1 anno e mezzo non aveva fatto proprio nulla che lasciasse intravedere simili potenzialità )

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...