Eroi DC “Solo”, Arcudi, Corben, Pope, Cooke, Allred e altri, RW Lion 2014

Il progetto “Solo” nasce dall’idea di concedere a un autore la massima libertà creativa, 48 pagine a sua disposizione, presentando storie di varia lunghezza in cui compaiano gli eroi dell’universo DC. RW Lion ha deciso di pubblicare parte del materiale, mettendo a fuoco i personaggi anziché gli autori. Il volume intitolato “Eroi DC” è il più vicino allo spirito di partenza, caratterizzandosi per la varietà di personaggi, stili e storie: si passa dal noir alla psichedelia, dall’intimismo all’umorismo demenziale.

Testi di John Arcudi, Paul Pope, Darwyn Cooke, Michael Allred, Laura Allred, Lee Allred, Neil Gaiman, Scott Hampton, Rob Markman, Sergio Aragones, Brendan McCarthy, Tom O’Connor, Jono Howard; disegni di Richard Corben, Paul Pope, Darwyn Cooke, Michael Allred, Teddy Kristiansen, Scott Hampton, Damion Scott, Sergio Aragones, Brendan McCarthy.

La qualità delle storie è molto varia, le mie preferite sono quelle di Arcudi e Corben, di Cooke, di Michael e Laura Allred, e la versione di Deadman concepita da Gaiman e Kristiansen.

Come segno, quello di Cooke mi entusiasma: questo volume contiene una tavola di Catwoman dal sorriso abbagliante. L’autore canadese confezione un divertissement intitolato “Breve storia dei fumetti mainstream in America” per il quale occorre la lente d’ingrandimento, e poi una breve spy story con Question, in preda ai dubbi sulla missione appena realizzata.

Dagli Allred, una divertente storiella su Hourman, l’eroe che prende la pillola Miraclo e per un’ora ha superpoteri: un giorno ne inghiotte una rispondendo a un grido, ma è un falso allarme, e deve trovare il modo per non sprecare tutta la sua energia.

Ma questa antologia si giustifica per le 11 tavole de “Lo Spettro”: Arcudi e Corben confezionano un noir nerissimo e orrorifico, con il poliziotto newyorkese che sa bene che chi si rivolge alla polizia non lo fa per la speranza, ma solo per la vendetta. E infatti, è troppo tardi per salvare la ragazzina rapita. Ma quel poliziotto ha un potere particolare: parla con i morti, li vede e li riconosce, sono gli individui rimasti uccidi nel corso delle precedenti indagini a mandarlo sulla pista giusta.

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...