The Dressmaker. Il diavolo è tornato [The Dressmaker], Jocelyn Moorhouse, 2015 [Tv31] – 7

È l’Australia o è il Far West? E in quale genere incasellare un film come questo?
Scritto e diretto da Jocelyn Moorhouse, dall’omonimo romanzo di Rosalie Ham, con la collaborazione del marito, Paul John Hogan (quello della «Nozze di Muriel»), il film si avvale della fotografia di Donald McAlpine e delle musiche di David Hirschfelder.

Tutto ruota intorno a Kate Winslet (Myrtle Dunnage, detta Tilly), protagonista di un’altra interpretazione di valore assoluto. Ma ottime prove d’attore sono anche di Hugo Weaving (mai così lontano da Matrix) e Judy Davis, fra le predilette di Woody Allen; immagino che al pubblico femminile non dispiacerà il fratello di Thor, al secolo Liam Hemsworth.

È il 1951: Tilly Dunnage torna a Dungatar, la scalcagnata cittadina da cui venne scacciata vent’anni prima. Figlia di una ragazza madre, tutti sanno che il vero padre era il losco sindaco del villaggio. Dicono di lei che è maledetta, ma appena scende dal treno è lei a sibilare “Sono tornata, bastardi”.

Tilly vuole vendetta. Ma vuole, innanzitutto, verità. La accusarono di un delitto, che lei ha rimosso e che scopriremo non ha commesso. Il tono della storia oscilla, imprendibile. Sembra una commedia nera, nello scenario western, poi ha sussulti drammatici e persino squarci orrorifici, momenti che fanno pensare a «Priscilla, la regina del deserto» e inquadrature “alla Coen”. Non bastasse, si sviluppa una storia d’amore (con il fratello di Thor) e di riconciliazione (con la madre Molly), e Tilly inietta nuvole di bellezza nel villaggio, grazie alle strepitose capacità di sarta acquisite nel suo esilio a Londra e Parigi. Ago e filo sono la sua pistola, la macchina Singer il suo Winchester.

Dungatar è una comunità bigotta, ottusa, moralmente irriformabile. Dopo qualche scena madre di troppo e un lieto fine ferocemente abortito, Tilly Dunnage può scatenarsi come un elegantissimo angelo vendicatore.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...