Quel che resta del Pd vuole andare avanti con Renzi

L’esito dei congressi di circolo del Pd va preso per quello che è, netto e inequivocabile.
Due terzi di chi è rimasto nel Pd – la mitica “base” – vuole che a dirigerlo sia ancora Matteo Renzi, il 25% avrebbe voluto Orlando, poco più di un ventesimo si sarebbe affidato a Emiliano.

Ovvio che chi vince non abbia interesse a evidenziare il numero dei votanti, centomila in meno rispetto a 4 anni fa, e sparga fumogeni esaltando la percentuale, che si aggira fra il 58 e il 60% degli aventi diritto.
Giova ripeterlo: nei 4 anni di Renzi, il Pd ha perso un terzo degli iscritti, ma chi è rimasto non vuole cambiare strada.

Ora si aspetta il 30 aprile per celebrare i gazebo. Daccapo, visto che vincerà Renzi – sarebbe incredibile o peggio ingestibile il contrario – l’interpretazione del voto ruoterà sul numero dei partecipanti. Immagino due milioni, poco più o poco meno.

L’8 dicembre 2013 furono tre milioni, ma quel Pd semplicemente non c’è più. Il paradosso è che allora Renzi era più forte fuori dal partito che dentro. Adesso pare vero il contrario.

Annunci

23 Responses to Quel che resta del Pd vuole andare avanti con Renzi

  1. gigidibiagio says:

    Gli conviene cominciare a mettere il silenziatore alla Boschi. Non parlava, giustamente, da un po’. Ha aperto bocca e ha scatenato un macello al punto che Del Rio e Fassino hanno dovuto fare una corsa per provare a metterci una pezza

  2. Sara says:

    Non si può piacere a tutti.

  3. francesco says:

    io sono più renziano di allora. anzi, allora non lo ero affatto. ma sai, c’è il fascismo alle porte, occorre difendere stalingrado. solo che non ve ne siete accorti.

    • Io non lo so se è il modo giusto, questo di caricare a testa bassa in una direzione che, anche recentemente, non ha portato a nulla.

      Consentimi una metafora. Il PD è il dottore che ha sminuito i malanni dei pazienti, non li ha fatti spogliare, non li ha visitati. “È un po’ di colite nervosa, lo stress è un male dei nostri tempi”.
      E il mal di pancia peggiorava. Alla fine la gente ha iniziato ad andare dagli stregoni, dai ciarlatani, da persone che perlomeno dicevano di volersi occupare del loro mal di pancia (questo è il populismo: soluzioni facilone a problemi reali).
      Ci sono ciarlatani innocui, che danno due gocce di acqua di rose, e altri pericolosi che avvelenano la gente.
      A questo punto il medico non può limitarsi a dire “I ciarlatani sono pericolosi, tornate da me che continuerò come prima a dirvi che il vostro mal di pancia non è niente”. Qui ci vuole un cambiamento, ci vogliono medici che visitino le persone, che si rendano conto dello stato generale della salute.
      Vuol dire non aver capito niente di cosa sta succedendo a livello globale, da Trump in giù, la maggioranza preferisce rischiare l’avvelenamento piuttosto che continuare a sentirsi dire che è solo colite nervosa, e che lo stress fa parte del nostro tempo.

      Sto pericolo fascista è nato dalle vostre mancanze. E, continuando su questa linea, gli spianate la strada.

      • francesco says:

        Posso dire che mi interessa fino ad un certo punto? Viviamo in una epoca in cui se uno vuole sapere sa. Solo che non ve ne frega un cazzo e allora via col Renzi male assoluto. Quando Trump buttera’ una atomica su Pyongyang direte che è colpa sua.

      • Bo, Francesco, io spesso ho la sensazione che quello che vi interessa veramente è avere ragione davanti al latte versato, ma autocritiche e strategie reali per togliere il latte dalle mani di certi soggetti zero assoluto.
        Se davvero, come leggo, l’antidoto democratico a Trump è Michelle Obama con lo stesso programma della Clinton, vuol dire che non hanno capito un cazzo di quello che è successo, e sta succedendo ancora.

      • francesco says:

        Io ho smesso di credere, e lo dico da tanto tempo, che gli altri abbiano anche se maggioranza necessariamente ragione. Ieri mi pare su repubblica si parlava del licenziamento da parte della raggi dell’unico DG di una partecipata del comune di roma delle farmacie. L’avesse fatto un beppe sala qualunque ci sarebbero 25 interventi all’insegna del “pd merda”. Renzi si è scontrato, rendendosene conto, e sbagliando tattica aggiungo, con la palude che è questo paese che caldeggia la resistenza al cambiamento e la faciloneria populisica. Fortunatamente adesso stiamo vedendo Trump governare e con un po di culo anche la le pen. Magari la gente si sveglierà tra un anno….. senno amen governeranno i cinque stelle/netflix

      • Trump, Le Pen, Brexit, No al referendum, M5S, Lega…vorranno dire qualcosa? Vorranno dire che qualcosa nel fonte democratico progressista occidentale non funziona?
        Non è un esercizio di matematica, dove c’è la soluzione in fondo al libro e si vede chi ha ragione e chi ha torto.
        Si parla di far funzionare le cose. Se un modello applicato al mondo ha creato, per reazione, la nascita di certe mostruosità, mi pare evidente che qualcosa di quel modello vada rivisto.

      • E poi si arriva a cortocircuiti pazzeschi. Quelli che combattono le fake news, quelli che sfottono le scie chimiche, che accusano chicchessia di complottismo, vedono rettiliani dappertutto…poi te li ritrovi a sostenere fieri che Putin si è messo le bombe da solo

  4. antonior66 says:

    Io non intervengo più, avverto una certa stanchezza. Cero che mi scappa da ridere però, vedendo tutti lamentarsi dell’autoritarismo di Renzi, e nessuno vedere la deriva autenticamente fascista che sta prendendo questo paese. Io pur di fermare questo fascismo voterei perfino D’Alema, temo.

    • Rudi says:

      Scusa Antonio, ma dai del fascista a quelli con cui Bersani vuol aprire un dialogo. E lo fa anche Francesco.
      Ora, i casi sono due: o avete ragione voi, e Renzi è l’ultimo baluardo prima della barbarie, oppure hanno ragione quelli che non hanno trovato in Renzi le novità che diceva di voler fare.

      Com’è noto, anch’io sono della scuola Pci-NanniMoretti: gli elettori non hanno mai torto, ma la maggioranza non ha sempre ragione.

      • francesco says:

        e allora bisogna fare una scelta, tutto il resto è fuga. o democrazia con 200.000 limiti, e forse 200.001, o il fascismo pentastellato. a cui preferirei, non mi vergogno a dirlo, persino Berlusconi in questo momento

      • antonior66 says:

        Cito: o avete ragione voi, e Renzi è l’ultimo baluardo prima della barbarie, oppure hanno ragione quelli che non hanno trovato in Renzi le novità che diceva di voler fare.
        Oppure, potremmo avere ragione sia noi, che quelli che non hanno trovato in Renzi le novità che dice di voler fare. Su Bersani, stendiamo un velo pietoso. Non voglio infierire su una persona in cui ho avuto fiducia.

      • francesco says:

        su Bersani ho lo stesso dispiacere tuo Antonio. è una persona che stimavo, soprattutto quando era stato ministro. ora credo che questa personalizzazione nello scontro con Renzi sia forse causata dalla malattia, a cui Renzi mostrò tutta la sua solidarietà tra l’altro

  5. In tre anni il pd ha avuto 100 mila nuovi iscritti e ne ha persi circa altrettanti: i votanti questa volta sono stati un po’ di più in percentuale agli iscritti rispetto al 2013 e 20 mila in meno in numeri assoluti (circa l’8 per cento in meno: 270 mila oggi, 290 mila l’altra volta). anch’io sono convinto che il 30 aprile andrà a votare poco meno di 2 milioni di elettori del pd… credo che sia una cosa eccezionale in europa e nel mondo e che sia una cosa che merita molto rispetto, soprattutto in un paese dove si dice che ci sia come primo partito un soggetto politico che fa dell’opacità e della totale mancanza di democrazia interna un elemento innovativo e identitario…

    • Rudi says:

      Massimo rispetto, ma non mi riguarda. Quanto ai nuovi barbari, non ho ancora finito di digerire i vecchi. E, come sai, il male minore da tempo non mi convince.

      • sunny70blog says:

        Andare a votare e non delegare i propri diritti all’arbitrio del web, è una innegabile prova di democrazia. Ma intristisce la motivazione che spingerà molti a scegliere ancora Renzi: il timore del peggio che avanza. Progetti e programmi su come dare una svolta a questo Paese non ne ho purtroppo ancora letti.

  6. Ma non vi appare un po’ stantia questa faccenda di votare il PD per evitare l’apocalisse, la deriva fascista, il baratro?
    Ce l’avete menata vent’anni che bisognava togliere l’Italia dalle grinfie di Berlusconi “il dittatore” (che quando ha governato non ha fatto peggio del centro sx), oggi ce ne è un altro, di pericolo tremendo da scampare a ogni costo.
    Questa è la politica dell'”Al lupo, al lupo”, l’unica alla portata Pd, incapace di qualsiasi forma di autocritica e volontà di migliorarsi.

    • francesco says:

      cioè, ha legiferato meglio il cdx del csx? le timide liberalizzazioni le ha fatte il cdx o il csx? le unioni civili, la tutela all’impresa, l’europa (si, l’europa) chi è che le ha fatte? ora, a parte che berlusconi nonostante tutto è meglio dei fivestars (quello voleva farsi i cazzi suoi, questi sono eversivi), fammi capire, siccome renzi epidermicamente ti sta sulle palle per dispetto ti asporti il testicolo sinistro? in un paese immorale com’è il nostro (quando hai fatto l’elogio dei piccoli imprenditori che frequenti per lavoro in Toscana potevi chiedere loro il loro livello di fedeltà fiscale quando le cose andavano bene…..) ritieni stantio che almeno le libertà democratiche vengano salvaguardate? il PD è un partito pallido fatto in gran parte da brava gente, che certamente sottrae del tempo (cosa che non farei io) per fare un minimo di militanza. non hanno le capacità che avevano i militanti del PCI ma una delibera sanno che cos’è. che possa essere il veicolo per alcuni per interessi personali è fuori dubbio. ma se cerchi la politica etica caro calciomercato, capovolgendo i fattori, chi è che la rappresenta al meglio in questo paese? tradotto, tra un anno quando si voterà, chi voti?

      • L’ho sempre detto. La prima cosa che contesto, da sempre, ai grillini è proprio l’assunto che la società civile sia migliore della classe politica. Non ho fatto un elogio “morale” della piccola impresa, ma ho parlato del valore e l’indotto che creano in un tessuto sociale.
        Poi, io sono per la trasparenza e per la correttezza, senza arrivare alla forca. Che sia un politico, un imprenditore o un dipendente pubblico.

        E inoltre, per chiuderla, non ho mai detto che sia stantio difendere le libertà democratiche; mi sembra stantio calcarci così tanto la mano, sistematicamente, pensando più a demonizzare l’avversario di turno che non a promuovere una proposta politica.

    • antonior66 says:

      Ah beh
      Non ha fatto peggio?
      Me lo ricordo solo io che i rendimenti sui BOT annuali erano schizzati al quasi 7%?
      Davvero, meglio tacere.

    • Ho detto solo che questo clima da rigore decisivo al 95′ si è già visto.
      I discorsi sulla democrazia da salvare a tutti i costi si sono già sentiti. Si diceva che Berlusconi era peggio di Mussolini, oggi si dice che i 5S sono peggio di Berlusconi.
      Io le condivido tutte le perplessità su questo movimento, ma non sono d’accordo sull’esasperazione.
      Non siamo diventati la repubblica delle banane con Berlusconi, non lo diventeremo coi cialtroni a 5S. E questo per via anche della nostra costituzione, grazie a Dio.
      La strategia di “al lupo, al lupo” è controproducente: il M5S è nato proprio sulla scia di quelle elezioni esasperate del 2006, quando si è gonfiato il clima da ultima occasione per salvare la democrazia da Berlusconi.
      “Lui è peggio di me” innesca un gioco al ribasso.

      • francesco says:

        e comunque non mi hai risposto in merito alla fedeltà fiscale dei poveri artigiani della tua regione…..

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...