Fra incompetenti, palloni gonfiati e mediocri, la disfatta di Crotone certifica che il problema dell’Inter esplode nei confronti diretti.

Annunci

9 Responses to Fra incompetenti, palloni gonfiati e mediocri, la disfatta di Crotone certifica che il problema dell’Inter esplode nei confronti diretti.

  1. willerneroblu says:

    Il direttore sportivo,il portiere,il centravanti più tristi e scarsi degli ultimi 20 anni!!!

  2. Era dall’andata con gli israeliani che non vedevo uno spettacolo del genere.
    Di nuovo, sembrava la partita sulla spiaggia dopo la grigliata di ferragosto annaffiata da litri di bianco ghiacciato.
    Poche idee e confuse, tutti.

  3. antoniodaroma says:

    hai centrato il punto! da 7 anni è questo il nostro metro di paragone a prescindere da chi sta in panchina….rileggiamoci le rose a disposizione in questa via crucis….non i soldi spesi….anche in un campionato come quello italiano. che poi quelli in panchina rispecchiano il valore delle rose (mi astengo solo su Mancini, ma questo è un problema mio). Continuiamo a traccheggiare ma qui va rifatto quasi tutto, oppure adeguarsi a vivere come ci hanno abituato ormai

  4. metalupo says:

    Ma soprattutto il tanto sbandierato dalla stampa walzer degli allenatori non succederà. Forse, ma forse, avremo Spalletti e quindi probabilmente meglio tenersi Pioli.
    La domanda è quanto riuscirà/vorrà Suning rivoluzionare questa squadra creando un team vincente dalle fondamenta di una dirigenza tosta?
    Io non sono ottimista per un cazzo.
    Perdere a Crotone é un gigantesco passo indietro.
    Di anni.

    • sunny70blog says:

      In questo naufragio indegno, per fortuna arrivano le parole illuminanti del Sig.Ausilio che promette, in vista del derby, di coinvolgere e motivare di più i “calciatori” ed altre amenità. No grazie, il tifoso che merita rispetto pretende da questa società quantomeno il Piano Marshall. In alternativa, abbiano almeno il buon gusto di dare la colpa alle scie chimiche….

  5. Duke says:

    Però bisogna anche contestualizzare. Quel che è successo oggi è figlio degli errori di inizio stagione, di una rincorsa infinita, inutile quanto sfiancante.
    La squadra ha staccato la spina nel momento in cui si è accorta che è stato tutto vano. D’altra parte sarebbe stato un miracolo rimettere in piedi un’annata bruciata già a ottobre.

    All’allenatore però imputo alcune scelte che non hanno certo aiutato:
    far giocare lunedì Banega reduce dalla trasferta in Bolivia tenendo Joao Mario in panca e continuare a preferire a quest’ultimo un diversamente giocatore come Kondogbia (oggi pure Medel!), è imperdonabile.

    (Santo cielo, ma una coppia Joao Mario-Gagliardini, magari con Brozovic nel ruolo di incursore, riuscirò mai a vederla??)

    E poi rimane il tema Icardi. Nessuno mi toglie dalla testa che con questo centravanti non si vincerà mai nulla. Oggi, come ho letto da qualche parte, perfino Eder è stato più leader di lui.

  6. willerneroblu says:

    Icardi ha la personalità di topo grigio fascia di capitano a Gagliardini,Materazzi in panchina e dentro solo chi ha voglia!!

  7. Certe cose non possono essere contestualizzate.
    In nessun contesto puoi prendere la palla di testa e schiacciartela sul piede (Kondogbia), crossare 50 volte e colpire 49 il terzino avversario (Candreva), buttare palle avanti come tra i dilettanti (Medel), uscire senza aver versato una goccia di sudore (Icardi).
    O i cuochi ci hanno avvelenato, drogato, sedato, oppure non c’è spiegazione per vedere undici cristiani giocare come nel primo tempo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...