Esteban Cambiasso

Il Cuchu è stato una delle anime dell’Inter più vincente dell’ultimo mezzo secolo, uno dei calciatori più intelligenti mai visti a San Siro, un interista vero, come dimostrò sventolando la maglia di Facchetti in un paio di occasioni memorabili. Se n’è andato in Premier, ed è stato decisivo nella salvezza del Leicester che stava per diventare “miracolo”, poi due campionati in Grecia, con l’Olympiakos, e due scudetti, l’ultimo giusto ieri. Per l’Inter era “finito” tre anni fa, nel frattempo ha giocato una novantina di partite (do you remember, Barzagli?).

Il Cuchu è un esempio di quei calciatori che fanno migliorare tutti i compagni di squadra; l’Inter di oggi è piena di esempi contrari. In quattro mesi, si è già mandato in confusione pure Gagliardini, uno che terrei da conto, perché nella tragedia sportiva di Firenze c’è almeno un lampo di grande calcio, quello in cui Gagliardini recupera in tackle, allunga di prima a Joao Mario e questi verticalizza per Icardi, che segna il gol dell’1-2.

Avesse accanto uno come Cambiasso, Gagliardini diverrebbe un grande mediano e forse un’ottima mezzala. Accanto a Kondogbia, Brozovic e Banega, non può che collassare, come tutta la squadra, perché di intelligenza tattica questa Inter ne ha pochissima, e il modo in cui perde le distanze e smette di “essere squadra”, fa capire che nessun allenatore può curarla. C’è bisogno di una cura drastica.

I prossimi acquisti – non meno di 10 – dovranno essere segnati, innanzitutto, da una valutazione di intelligenza tattica (e, se possibile, di intelligenza tout court). L’attaccamento alla maglia andrebbe sviluppato compiendo scelte opposte a quelle degli ultimi tempi (tieni Nagatomo e cedi Miangue), portando in prima squadra Pinamonti anziché sprecare soldi su Gabriel Barbosa, assicurandoti giovani di prospettiva come Schick e Petagna, anziché insistere con gli Eder.

Ma, purtroppo, ci sarà molto, molto tempo per chiacchierare di mercato.
Oggi mi limito a dire che la rinascita nerazzurra deve passare dall’individuare il clone di Esteban Cambiasso.
E che una società che è alla ricerca di un nuovo inizio, uno come Cambiasso deve riportarlo nei suoi quadri tecnici. A fare il vice di Spalletti, per esempio.

Annunci

11 Responses to Esteban Cambiasso

  1. willerneroblu says:

    La cosa che mi fa incacchiare da quando leggo i tuoi post sull’Inter è trovarmi sempre d’accordo con le tue parole,Cambiasso Sneider lo stesso Julione cacciati per cosa a meno che dal famoso tavolo della pace non uscì il diktat di smantellare tutto pena il toglierci lo scudetto o altro!!!!!! Quando vedo le giocate di Dybala e penso che non l’anno preso mentre era ancora in Argentina per due cocomeri e un peperone….poi però magari avrebbe fatto la fine di Gabigol…..

  2. rugherlo says:

    Cominciamo dal riportare all’Inter gente che non è solo attaccata alla maglia, ma che abbia capacità e competenza.
    Ripeto: leggessi del ritorno di Lele Oriali e di Cambiasso (nei quadri tecnici) comincerei ad essere molto più fiducioso.

  3. L’avevamo scovato un giovane intelligente. Si chiamava Diawara, aveva 17 anni e giocava nel San Marino. Poi l’abbiamo fatto prendere al Bologna e oggi fa il professore a Napoli, a vent’anni.
    Ma avremmo bruciato anche lui. Anno zero, dopo anno zero, siamo sempre lì. E io non ho più speranze.

  4. In Grecia farebbe bella figura oggi anche Mancini, da giocatore.
    Sull’interismo di Cambiasso, io non dimentico quando insieme al compare oggi vicepresidente si fece una trasferta inutile con la nazionale in Costa Rica, tre giorni prima di due partite decisive per la stagione dell’Inter finite in modo disastroso (derby e Schalke in Champions).
    Cambiasso era palesemente fuori forma nelle ultime stagioni, sverniciato da chiunque. Ha occupato fino al 2014 (cioè per tre anni dopo l’ultima Inter vincente del 2011) insieme al compare oggi vicepresidente, due posti da titolare che hanno impedito qualsiasi rinnovamento in quei ruoli.
    Quando Cambiasso era il vero Cambiasso però, si poteva apprezzare un giocatore straordinario che era impossibile non amare.
    Tutte le doti che hai descritto Rudi, assolutamente incontestabili, lo fanno immaginare già da tempo come un allenatore predestinato ad essere un top anche della panchina.
    Io a questo punto rischierei, perchè almeno saprei che un po’ -non troppo, vedi esempio sopra-all’Inter ci tiene.

    • Rudi says:

      ciao Mario, con il tuo metro di misura, Icardi andrebbe ceduto oggi stesso, perchè il tweet della moglie dopo la tripletta conferma che è ingestibile… Se arriviamo a fare le pulci a quelli come Cambiasso, chi ci rimane? Sono tutti “professionisti”, vanno dove li pagano meglio e dove hanno più possibilità di vincere. So che non ti fa piacere, figurati a me: ma la realtà è questa da almeno la Sentenza Bosman.
      La mia opinione è che Cambiasso a 36 vale Medel a 28.

      • Ecco Rudi, su Cambiasso calciatore oggi, non ne sarei sicuro, mentre è stato fantastico almeno per un decennio della sua carriera, e tu hai descritto alla perfezione (anche in passato) quelle che erano le sue qualità.
        Sono d’accordo anche sul discorso generale che i giocatori mettono in primo piano la loro carriera, dunque pochissimi si sottraggono a questa regola.
        Invece sul suo futuro da allenatore, credo di essere ancora più ottimista. Sono sicuro che farà una grande carriera, speriamo buona parte di questa proprio all’Inter.

  5. claudiopaga says:

    D’accodo sul profilo di Cambiasso, grande giocatore ma ormai da noi camminava, giusto cederlo, a meno di farlo giocare da centrale alla Mascherano. Della sua esperienza al Leicester si puo’ dire che una volta andato via son passati dalla zona retrocessione a vincere lo scudetto e all’Olympiakos gli scudetti li vincono a prescindere da Cambiasso in squadra o meno.

    Gagliardini in effetti preoccupante, aveva cominciato benissimo ma ora e’ in gran calo, la spiegazione non puo’ essere solo nei suoi compagni di centrocampo perche’ aveva di fianco Kondo e davanti Perisic, JM e Candreva come nel filotto di vittorie, mah!

    Di sicuro c’e’ da tagliare molto, Murillo, Medel, Ansaldi, Nagatomo, Brozovic, Kondo, Eder, tutti mezzi giocatori da cui non si puo’ costruire nulla, e fosse per me io darei via anche Icardi in cambio di una punta che fa meno gol ma si muove di piu’. Forza Inter!

  6. chologol says:

    Se fossi in Zhang prenderei un solo giocatore, un centrocampista esperto e dalla mentalità già vincente da affiancare a Joao Mario e Gagliardini. Stop, poi solo cessioni.
    I soldi li userei per rifare la società con:
    Jorge Valdano, ds;
    Oriali e Samuel, responsabili area tecnica;
    Leonardo, responsabile per l’area sudamericana;
    Simeone, allenatore;
    Cambiasso, vice allenatore e responsabile comunicazione;
    Materazzi, direttore affari sporchi, con divieto assoluto di rilasciare qualsiasi dichiarazione pubblica o su social, pena decadenza immediata del contratto;
    Zanetti (con ufficio a Ushuaia), responsabile Inter Campus, ministro degli Esteri, ambasciatore all’Onu, responsabile incontri con capi di stato, ONG e movimenti di insurrezione;
    Roberto Baggio, capo osservatore.

    • Rudi says:

      Quella di Zanetti è strepitosa.
      Certo, se all’Inter arrivasse Jorge Valdano, farei festa per una settimana. E farei festa anche per Leonardo, un paio di giorni.

    • antonior66 says:

      90 minuti di applausi!! Matè razzi in quel ruolo lo vedo benissimo 🤣🤣🤣🤣🤣

  7. Ingoierei il rospo Spalletti solo con il Cuchu come vice allenatore, per diventare lui l’allenatore appena Spalletti verrebbe esonerato (cioè dopo 6 mesi, as usual)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...