Alitalia, un altro No che cade nel vuoto

Quanto poteva far schifo il nuovo “piano di salvataggio”, e quanto poco credibili devono essere apparsi gli interlocutori, se due terzi del personale di Alitalia decidono di non mangiare la minestra e saltare dalla finestra…

“Se vince il No resta solo il fallimento” era la minaccia; eppure due terzi di Alitalia non hanno votato Sì, contro il Governo, contro i Sindacati, contro i dirigenti dell’azienda.

Suicidio al posto di sacrifici?
Ce l’hanno raccontata così. E le similitudini con il referendum del 4 dicembre si sprecano: allora come oggi, l’establishment all’unisono ha previsto sciagure bibliche se avessero vinto i No.

La mia sensazione è che sarebbe bastato spiegare perché sono falliti tutti i precedenti “piani di salvataggio” e per colpa di chi (manager lautamente ricompensati, peraltro), per evitare questo ennesimo sfogo di rabbia.

Ma vedo che ogni voto si accumula al precedente senza produrre alcuna presa di coscienza: ora fa comodo prendersela con “quei privilegiati di Alitalia”, come se fossero le hostess a scegliere le rotte, i prezzi, la logistica, i terreni di Malpensa, le alleanze internazionali…

Annunci

8 Responses to Alitalia, un altro No che cade nel vuoto

  1. denny says:

    Sinceramente non conosco i dettagli del piano che era stato proposto ma vedendo anche come hanno presentato la notizia i vari telegiornali ho l’impressione che questo referendum sia stato solo un modo di scaricare le colpe sui dipendenti nessuno dice x esempio che anni fa Alitalia poteva essere comprata da Air France ma l’allora presidente del consiglio preferì svenderla agli amici degli amici con la scusa di mantenere l’italianità né si parla dei manager strapagati che l’hanno portata a questa situazione forse anche i dipendenti saranno in parte responsabili ma sono gli unici che pagheranno

    • francesco says:

      Quel qualcuno ha vinto le elezioni grazie alla italianità. Così come altri vorrebbero farci tornare alla lira. Giusto per ricordare che non tutti i politici sono uguali.

      • antonior66 says:

        Il tanto amato Silvio, che ci è costato una enormità di euro. Perché Silvio è stato come Renzi, per parecchi.

    • francesco says:

      No anzi è così: renzi è come silvio. Anzi peggio perché dice di essere di sinistra

  2. sunny70blog says:

    In un comunicato congiunto i ministri Delrio, Calenda e Poletti, hanno espresso “rammarico e sconcerto” per l’esito del voto, e Delrio davanti alla domanda su una eventuale nazionalizzazione sembra sia stato sul punto di svenire. Si potevano almeno riaprire i tavoli della negoziazione, invece arrivano i commercialisti liquidatori… è proprio vero, il futuro è buio per questo Paese.

    • interinside says:

      Etihad avrebbe acquistato la compagnia, garantendo il lavoro a 1’500/2’000 persone. Di fronte al vincolo di assumerne 14’500 ha preferito perdere tutto quel che aveva investito e rinunciare all’affare.
      Finché penseremo di gestire inefficienze di queste proporzioni senza mai decidere di risolvere sono d’accordo con te che il futuro è buio.
      Che fallisca definitivamente ‘sta compagnia: chi deve volare continuerà a volere lo stesso e chi sa lavorare sarà lì a fare il suo servizio. Non conviene a nessuno sanare l’insanabile.

  3. antonior66 says:

    Quoto in toto Mentana.
    I lavoratori di Alitalia hanno detto no all’ipotesi di accordo. Spero proprio che l’azienda trovi soluzioni di mercato per sopravvivere e rilanciarsi. Ma senza un euro pubblico. Sarebbe un affronto per tutti i lavoratori che hanno perso il posto in questi anni, senza la ciambella di salvataggio dello Stato-Pantalone. Già troppi soldi pubblici sono stati bruciati nei vari “salvataggi”di Alitalia. Ora tocca al mercato, o al commissario

  4. Alitalia è fallita. Chiudiamo tutto e togliamoci questa zavorra.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...