Cosa si può dire ancora dell’Inter?

Se nemmeno il più lungo ritiro a memoria di interista serve a costruire senso di appartenenza, voglia di rivincita, e a far giocare con la bava alla bocca contro avversari oggettivamente superiori, viene da chiedersi perché il Crotone può farlo e l’Inter no.
La mia risposta è duplice. Perché il Crotone ha fame, e l’Inter no.
Perché al Crotone hanno un tipo di orgoglio che all’Inter manca, quello di chi vuol dimostrare che vali altrettanto anche se sei pagato un decimo.

Alla dodicesima sconfitta stagionale, l’Inter vista contro il Napoli ha evitato un’imbarcata solo grazie a Handanovic (argomento frusto: la chiudo qui), e mostrato limiti tecnici imbarazzanti. Mai una giocata di prima, mai un cross azzeccato, mai un calcio d’angolo battuto come si dive, mai un calcio di punizione conquistato al limite dell’area.
Se confronto le prestazioni dei 14 azzurri con quelle dei 14 nerazzurri, vincono loro 13-1 (Handanovic, appunto).
Ma davvero sono tutti migliori di noi, nell’uno contro uno?
Temo di sì.
Temo che l’Inter non abbia un solo centrocampista che valga Hamsik, Zielinski, Diawara, Allan e Rog (e Jorginho).

Ma è senz’altro vero che Sarri ha costruito un gioiello, in cui i difetti di ognuno vengono celati dal gioco di squadra. L’esatto contrario di un’Inter in cui sta precipitando pure Gagliardini, dove Eder gira a caso e tira per pura frustrazione, dove Brozovic e Perisic sembrano giocare per farci un piacere, dove D’Ambrosio e Candreva portano palla e se la passano solo quando stanno a 2-3 metri, dove Icardi riesce nell’impresa di non tirare mai nello specchio della porta (impresa riuscita almeno 4 volte nelle ultime 6 partite).

Si salvano Medel, perché è arrembante, e Murillo, perché ci mette il sangue. Ma so che alcuni preferiranno guardare il dito anziché la luna, e punteranno il loro dito verso Yuto Nagatomo, autore di un paio di errori inconcepibili.
Ma a costoro vorrei far presente che Nagatomo sta all’Inter da 7 campionati, considerando che venne preso a gennaio 2011 dal Cesena (la foto dell’inchino risale al 2011), e che nell’Inter ha giocato 190 partite. Non so voi, ma io avevo capito chi fosse almeno 5 stagioni fa, mentre lungimiranti dirigenti gli hanno rinnovato il contratto.

Nagatomo è l’anello debole di una catena debole, nella quale stanno affondando anche Gagliardini e Joao Mario, due dei pochi da cui è possibile ricominciare. Da Pioli, sinceramente no, nonostante sia un’ottima persona e ci faccia fare bella figura davanti alle telecamere. L’insistenza sul 4-2-3-1 persino quando manca Perisic e contro la squadra con il miglior palleggio della Serie A, per me è una pietra tombale.

Annunci

13 Responses to Cosa si può dire ancora dell’Inter?

  1. Buon Primo Maggio, Rudi.

  2. micklosblog says:

    Il rinnovo di Nagatomo grida vendetta, societa’ in totale confusione.

  3. willerneroblu says:

    È palese la società non ne vuol sapere,giustamente aggiungo io,di fare i preliminari e l’idea di mandarci il Milan è geniale,dopodiché i limiti di Pioli sono incredibilmente imbarazzanti rimettere Brozovic in quel ruolo è da ritiro patentino.Aggiungo quello che dissi della Roma il Napoli visto ieri se avesse trovato la Juve le avrebbe prese,sono bravi tecnicamente ma con una formazione intelligente e Banega a lanciare i nostri,ecco per esempio Biabiany sarebbe stata un idea interessante ma abbiamo in panchina il solito allenatore che non è in grado di cambiare modulo e come al solito la notte prima di giocare contro una squadra forte Pioli deve avere dei sogni molto brutti!!!

  4. francesco says:

    semplice Rudi, non si può dire nulla. io ieri sera potevo andare allo stadio aggratis, ma me ne sono guardato bene. l’ho vista su un canale irlandese (ottima telecronaca tra l’altro) certo che non avremmo fatto un gol neanche se giocavamo fino al 1° maggio, ma del 2018. a volte mi chiedo se questi dirigenti abbiano mai visto una partita di calcio, intendo con occhi distaccati e non da tifoso. non so, come potremmo guardare Dinamo Kiev vs Shaktar Donetz. chiunque abbia visto, che so, appena un migliaio di partite nella sua vita (che è il minimo sindacale per un dirigente) capirebbe chi ti fa vincere e chi no. Chiunque capirebbe che non solo Nagatomo (caso più evidente….. è scarso con i piedi) ma Kondogbia, Kovacic, Brozovic, Alvarez, Zarate, Telles, Felipe Medlo non ti fanno vincere. perchè è così, e basta. osservi, guardi come stanno in campo, come giocano il pallone e capisci che vanno bene forse all’AlbinoLeffe ma non all’Inter. gli errori di mercato li fanno tutti, ma nessuno li fa come l’inter. poi c’è il capitolo allenatori. quest’anno ne abbiamo fatto di ogni. la peggiore è stata cacciare De Boer. la società doveva difenderlo a costo di far giocare la primavera al posto di quelle merde che gli giocavano contro (Murillo e Miranda in testa). noi abbiamo fatto la scelta del Ranieri Bis, come se fosse la guida tecnica il problema. da questa situazione non ne usciremo. i cinesi non capiscono un cazzo. Moratti a confronto era un genio. siamo destinati al baratro. e nessuno dica che sono un gufo, sennò gli ricordo che cosa dicevo ad agosto/settembre……

  5. denny says:

    Non ho visto la partita (data solo un’occhiata agli highlights ma le prossime cercherò di evitare anche quello) x come eravamo messi perdere solo 1-0 è quasi un buon risultato la squadra ha abbondantemente staccato la spina del resto l’unico “obiettivo” sarebbe il 6o posto x fare i preliminari di EL … Mi preoccupa la situazione allenatore stiamo “centrifugando” anche Pioli ma non abbiamo nessuno pronto meglio di lui Conte non lo voglio cmq pare che non venga Simeone prende tempo Spalletti non mi convince (ieri ha perso con la Lazio peggio di noi nonostante un rigore regalato) … Chi altro?

  6. rugherlo says:

    Rimettere Brozo in campo in quel ruolo e’ da ritiro del patentino.
    È da agosto 2016 che io, tu e qualcun altro sosteniamo che manca una dirigenza adeguata.
    Ora, se torna Lele Oriali è un bel primo passo.
    L’ideale sarebbero lui come team manager e un DG coi controcazzi, ma tant’è, per ora mi faccio bastare Oriali.
    A patto che arrivi un allenatore in gamba e che la squadra sia fatta in condivisione con le sue idee.
    Eh si perché tu hai fatto alcuni nomi di centrocampisti del Napoli che non mi pare costassero cifre astronomiche.
    Lo stesso Sarri, che è bravo, non mi pare venisse dal Real Madrid.
    O dal Chelsea…

  7. No dai, Rudi, da quel che leggo nei tuoi post tu reputo una persona con un’intelligenza superriore alla media. Non puoi farti fregare così da Medel, dalle sue rincorse per riparare alle cazzate che combina 10 secondi prima, dalle sue “scivolate plastiche”. Ieri è entrato Andreolli (Andreolli!!) ed ho visto un po’ di organizzazione in più.

    Sono d’accordo con te sulla dirigenza da mandare via a calci: non si può rinnovare a gente come Nagatomo, Medl, Palacio, Biabiany. A Gennaio hanno mandato via l’unico terzino che aveva un senso tenere e far giocare , Miangue. Il milan questi anni in cui ha fatto pena come noi (ma almeno ha vinto qualcosa) li ha utilizzato per vedere dalla loro Primavera cosa potevano ricavare di buono. E sono usciti De Sciglio, Donnarumma, Locatelli, Calabria ecc. Non saranno campioni tutti, ma ha creato un GRUPPO.

  8. Mia moglie è molto preoccupata. Mi chiede se ho avuto un trauma, se ne voglio parlarne.
    Sono passato dal pretendere ristoranti che trasmettessero partite dell’Inter a prenotazioni telefoniche tipo “Non so se avete TV, fate vedere le partite…in caso vorrei prenotare in una sala senza tv.”

    • antonior66 says:

      Credo che sia comune a tutti noi. Io ieri mi sono consolato con torta fritta e tortelli d’erbetta… alle 19,30😳😳

  9. Rudi, d’accordo con te sull’evento raro dell’ottima prestazione di Handanovic ieri e la chiudo qui anche io. Non capire l’inadeguatezza di questo sedicente portiere è un limite di chi non mastica molta tecnica del calcio, pazienza.
    In altri post ho commentato prendendo a riferimento il Napoli come società virtuosa nella gestione e nella crescita dei risultati. Non ci fosse stata la juve che “deve” vincere con ogni mezzo, credo che avrebbe conquistato almeno uno scudetto in questi ultimi anni.
    Moratti e Paolillo che inaugurarono la fase disastrosa del post-triplete con la sciagurata scelta di abbassare il monte ingaggi, scavando una voragine sia sul piano sportivo che su quello finanziario, sarebbero dovuti andare a lezione da De Laurentis (dico, rendiamoci conto, De Laurentis quello dei cinepanettoni!) e dal suo staff dirigenziale per imparare a gestire una società di calcio.
    Dirigenti che non sanno pretendere dai propri tesserati il massimo sforzo, in modo continuativo e per almeno 9 mesi all’anno, sono dirigenti di una incapacità imbarazzante.
    Fateci caso: Pioli si aggiunge a Ranieri e Stramaccioni per aver conseguito negli anni post triplete un filotto di almeno sette vittorie consecutive. Vuol dire che avevano la squadra adeguata per vincere contro chiunque, vuol dire che c’è una dirigenza che non ottiene il massimo impegno dai giocatori per questi 9 mesi all’anno.
    Non cadiamo nell’errore di fare confronti con il valore dei singoli di ogni avversario. Ho sempre combattuto l’idea della “squadra mediocre” perchè prima di tutto vedevo una squadra senza un’organizzazione sia sul piano tecnico che motivazionale.
    Questo fa la differenza con il Napoli che pure nella giornata precedente era stato fermato dal Sassuolo, il Napoli è una squadra con ottime individualità, ma soprattutto organizzata e motivata, Prima di rimettersi a lavorare per la prossima stagione, mi sa che bisogna proprio cominciare a imparare.

  10. +1 soprattutto per “l’inadeguatezza di questo sedicente portiere”.

  11. Luigi Baragiola says:

    “Dopo Gabigol, ecco Icardi. È l’Inter dei tatuaggi” da Sky e Cds.
    L’ultimissima di stamattina.
    Icardi completa l’opera dei tatuaggi sul suo corpo.
    E come direbbe Peppino De Filippo “e hoddettotutto” !!!!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...