Cosa c’è di peggio che invidiare la Juventus?

Ho 57 anni e ricordi di mezzo secolo di calcio.
Mezzo secolo, un’enormità; ma in questo lungo intervallo di tempo non c’è mai stato un divario così largo e insopportabile fra Inter e Juventus. Mai, ripeto mai, questi due simboli identitari sono stati così distanti.

Non ho dimenticato gli anni dei trionfi in serie di Trapattoni, né quelli di Lippi o Conte. So bene che ci sono stati altri periodi, anche lunghi, di “crisi Inter” e vittorie bianconere. Ma non era mai successo che per sei anni consecutivi l’Inter non riuscisse nemmeno ad accedere alla Champions League, mentre la Juve sta per giocare la seconda finale in tre anni e si avvia a vincere il sesto scudetto consecutivo.

La differenza in campionato è abissale. In questi ultimi sei, l’Inter ha accumulato 183 punti di distacco. Più di 30 a stagione: 10 partite vinte di differenza, riuscite a visualizzare la profondità del baratro?
Ma sei scudetti consecutivi non dicono tutto. Altre Juventus erano fortissime, ma noialtri potevamo consolarci con argomenti extracalcistici: il doping e Calciopoli su tutti (ma anche gli Agnelli spadroneggianti su Lega e Federcalcio).

Anni fa avrei riso alla battuta (da ruttosport): “Si potrà sparare a chi ruba di notte. Stop ai posticipi per la Juventus”, oggi mi esce solo una smorfia. Stiamo assistendo alle vittorie in serie di una squadra strepitosa e senza ombre. Ha la miglior difesa del mondo, gioca un calcio esemplare per intelligenza tattica, va al Camp Nou e non incassa gol, investe i soldi per indebolire le rivali nostrane (Higuain, Pjanic) e appropriarsi dei migliori giovani, e usa il campionato come regular season per prepararsi alla Coppa. Di campionati consecutivi, può vincerne un altro paio, nemmeno fossimo in Grecia o Scozia.

Davanti a questo strapotere, non sopporto la mancanza di amor proprio dell’Inter e di chi la dirige; il misto di insipienza, incompetenza e autentica stupidità che origina un fallimento dietro l’altro. Appena sette anni fa eravamo sul tetto d’Europa e del mondo: si è mai vista una caduta così rovinosa e senza conseguenze per i colpevoli?

Annunci

33 Responses to Cosa c’è di peggio che invidiare la Juventus?

  1. willerneroblu says:

    Pienamente d’accordo Rudi e colgo l’occasione per fare gli auguri a tutti i fratelli nerazzurri nel ricordo di una data indimenticabile!!!

  2. Non ricordo un mio disinnamoramento così forte. E non ricordo un rispetto tale per la squadra della fiat.

  3. pgkappa says:

    io che di anni ne ho 54 ho sofferto molto di più quando oltre alla juve c’era pure un milan stellare,adesso mi consolo guardando i cugini annaspare tra bond viennesi,il ritorno di galliani,mancini probabile allenatore.ad maiora!

    • willerneroblu says:

      51 anni di militanza nerazzurra e devo dire che il mio livore nei confronti del Milan e dell’apparato Berlusconiano che ne ha sorretto le sorti non ha eguali,ricordo addirittura che al ritorno da Roma in quel di di maggio gli sfottò maggiori arrivarono dai Bretrocessi.
      La manovra fatta da Merdaset per creare una guerra tra Inter e Juve è la porcata maggiore e stiamo parlando di una squadra che al tempo si salvò da calciopoli grazie al potere politico beneficiando anche di una coppa campioni alla quale non avrebbero avuto diritto di partecipare;sono inoltre orgoglioso di ricordare che ero a San Siro quando retrocessero in B gratis!!!

  4. arancioeblu says:

    Peggio che invidiarla c’è solo tifarla.
    OT: nonostante sia consapevole da mesi del triplete imminente, non sono ancora pronta ad affrontarlo. Speriamo nella Lazio.

  5. Io confido solo in Mbappe. Che faccia ammonire i diffidati Bonucci e Chiellini

  6. francesco says:

    post magistrale, ma su questo la pensiamo allo stesso modo (almeno su questo) e mi stupisco che non ci siano ancora interventi di cosiddetti tifosi che ti accusino (o che mi accusino) di intellighenzia col nemico, che è comunque ladro a prescindere (ti diranno dello stadio, del gol di Muntari ecc…. lo so già). questa juve è fortissima, e lo è in maniera pulita. se ha strapotere di mercato ce l’ha perchè ha posto le basi per averle. se noi fossimo al loro posto saremmo orggliosi di questa cosa. tu hai 57 anni, detto questo, forza lazio, forza real. ma restano comunque fortissimi lo stesso.

    • Non stupirti, non si sentono da un pezzo quei tifosi…

      • Ma davvero voi tifosi interisti invidiate quella roba lì ? Una squadra che è superprotetta dagli arbitri (vi ricordo sommessamente come venivamo trattati dagli arbitri l’anno del triplete). Qualcuno si ricorda un’espulsione di un giocatore dei ladri ? Forse Chiellini in quel di Sassuolo e fece scalpore, e qualcuno per fallo da ultimo uomo. Non appena si trovano in difficoltà l’arbitro li aiuta SEMPRE. Ladri – Roma di 2 anni fa partita decisiva, zac 2 rigori e gol in fuorigioco, Ladri – Napoli di coppa italia vanno in svantaggio ? zac due rigorini. Vi sembra che 33 vittorie in casa di fila li abbiano ottenuti con le loro sole forze ? Appena uno dei nostri accenna a una protesta, zac giallo, loro a ogni fallo assediano sistematicamente il povero tapino che ha osato fischiare una punizione contro e tutt’al più ricevono un buffetto. Abbiamo avuto più espulsi e ammoniti noi in questi 10 anni che i ladri in tutta la loro storia. Avete mai sentito di un allenatore che teneva a riposo i loro giocatori prima di una partita contro di noi l’anno del triplete ? Con noi giocavano tutti la partita della vita (come è giusto che sia) con loro si scansano. E non parliamo del trattamento mediatico nei nostri e nei loro confronti, Ma ce li avete gli occhi o in nome del giusto disprezzo per la dirigenza della nostra Inter sareste disposti a gettarvi in pasto a quei mostri ? Come quelli che lamentandosi delle manchevolezze dello stato gridano viva la camorra. Io quella fogna di squadra , la stessa che sta vampirizzando il calcio italiano fino a farlo diventare lo schifo che tutti vediamo non solo non la invidio ma la schifo con tutte le mie forze. Voi vorreste essere come quelli li ? Contenti voi. Preferisco mille volte la nostra sbilenca sgangheratissima Inter che tifare per una asociazione a delinquere di stampo calcistico.

  7. Interator says:

    Lo sconforto totale è dato dall’incompetenza delle due milanesi contrapposta alla competenza dei gobbi, oltre ad una mancanza di prospettive nonostante i soldi.
    L’arroganza dei bianconeri è a livelli massimi, ma se tanto non hanno rivali nè in Italia nè in Europa che vuoi rispondere? Vorrei riuscire a distaccarmi come Francesco (mi pare l’avesse scritto qualche settimana fa), lo invidio tantissimo per questo.

    • francesco says:

      si si, te lo confermo. vuoi la ricetta? fai come tra i 140 e i 170 km al mese di corsa, e considera che ho 50 anni. guarderai allo sport in maniera diversa

  8. concordo su quanto hai scritto. aggiungo che ritengo che questo abisso, questo disastro siano imputabili soprattutto alla totale mancanza di umiltà. essere umili non vuol dire essere remissivi. l’umiltà è una imprescindibile compagna delle vite e delle imprese virtuose. essere umili vuol dire guardare le cose come sono e lavorare affinché siano come tu vorresti (con mezzi leciti, beninteso: noi non siamo i ladridopati). sono anni che sento ripetere “noi siamo l’inter”, “non è un allenatore da inter” o, peggio ancora “non è un giocatore da inter”. se avessimo avuto umiltà, avremmo probabilmente programmato qualcosa in questi 6 anni, mantenendo poi il timone nella direzione scelta, qualsiasi essa fosse stata. invece tutto è stato fatto con superbia mista a superficialità ed incompetenza. mi ripugna il solo pensare di poter ammirare i ladridopati. ma, per quanto fatto negli ultimi anni, debbo proprio farlo (pur odiandoli). e questo è un aspetto che non perdono alla Società. posto che in questo paese marcio si è sviluppata una rancida cultura/culto del vincente (il secondo è considerato un fallito. guardate come vengono trattati spalletti o sarri), c’è modo e modo di perdere (o di non vincere). noi abbiamo sempre, quasi scientificamente, scelto il più contorto. la stagione corrente ne è l’emblema. quale altra società avrebbe commesso gli errori fatti da noi tra maggio e novembre? sinceramente faccio fatica a trovarne una. abbiamo buttato nel cesso un quarto posto dell’anno scorso, snobbando le coppe (come se ce lo potessimo permettere) per poi fare male anche in campionato. tralasciando ovviamente le pantomime su allenatori passati, presenti e futuri. personalmente non ho mai amato la “pazza” inter. vorrei qualcosa di più ordinario. qualcosa che perda un po’ meno e meglio. chiudo ovviamente sottolineando che spero che la lazio ed il real ci regalino almeno una soddisfazione, anche se la vedo nera. anzi, bianconera. sempre forza inter!

  9. denny says:

    Forse vado anch’io un po’ off-topic ma vorrei parlare della retorica sul 5 maggio che si ripete ormai da 15 anni, anche su media “generalisti” tipo questo https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1543419789023803&id=111587468873716&fs=1 come fa notare un commento all’articolo, non si parla mai negli stessi termini della partita di Perugia dove i gobbi persero all’ultima giornata 2 anni prima, o magari della retrocessione milanista “sul campo” etc. le sconfitte che fanno epoca sono solo le nostre così si perpetua l’immagine dell’Inter squadra sfigata tanto che si sentono in diritto di sfotterci pure romanisti e napoletani perché loro arrivano al 2/3 posto noi al 7 incuranti del fatto che, x dirne una, abbiamo vinto una quantità di trofei anche internazionali che loro possono solo sognare io credo che questo finisca x influenzare anche noi nelle critiche alla nostra società

    • willerneroblu says:

      Basterebbe ricordare lo squadrone milanista che abbandona il campo per le lampadine con in panchina quel sportivone di Sacchi…..Comunque ad alimentare tutto ciò ha contribuito non poco il Sig.Moratti,al quale voglio bene per carità ma in quanto a gestione societaria meglio lasciar perdere….una dirigenza seria prende i giocatori la domenica sera li porta in ritiro a Roma una settimana minacciando sanzioni fisiche nel caso di mancata vittoria, invece di lasciarli scorrazzare per Milano………La fragilità societaria è una colpa e le ruberie degli altri sono state si pesanti ma se avessero gestito il club con polso e serietà molto probabilmente la storia sarebbe andata diversamente e non voglio tornare sull’esonero di un allenatore che batte il Real Madrid………………….

  10. rugherlo says:

    Sono, purtroppo, d’accordo.
    E qui passa il tempo ma non si vede lo straccio di un allenatore (con conseguente ritardo sugli acquisti ).
    Si riuscirà finalmente a programmare un ciclo senza mandare tutto in vacca alle prime difficoltà ?

  11. Duke says:

    Ho scommesso una discreta somma sul loro triplete prima dei quarti

    Chiamasi hedging

  12. Perfetto Rudi, mi sono permesso di girare la tua considerazione finale in altri blog, affinchè tutti aprano gli occhi, veramente una situazione nauseabonda !

  13. chologol says:

    Caro Rudi e cari compagni di interismo,
    arrivo tardi a dire la mia e sono d’accordo con Rudi, come Francesco ed altri sanno bene.
    Mi permetto però di segnalare una lacuna all’analisi: i risarcimenti. Moratti arrivò al triplete indebitato fino al collo, (senza titoli in bacheca non solo per i suoi errori) e le cessioni di Eto’o, Sneijder e compagnia furono l’inevitabile inizio del suo recupero finanziario. La juve sostiene da anni che la retrocessione fu un danno economico enorme, ma non mi risulta che abbia mai dovuto risarcire tutte le società arrivare ingiustamente seconde, o i tifosi che hanno pagato abbonamenti TV o allo stadio per assistere a campionati falsati. Se così fosse stato, avrebbero davvero dovuto regalare Ibra e gli altri, forse sarebbero falliti e il calcio italiano degli ultimi 7 anni avrebbe avuto un’altra storia.
    Ricordiamocelo, quando li vedremo vincere tutto.

  14. Parole sante Rudi, così come Giovanni ha centrato giustamente il tema della mancata umiltà.
    Mai visto gestire una società in modo così folle.
    In questi anni di vittorie della juve si voleva un’Inter almeno competitiva? Allora lo ripeto ancora: avremmo dovuto ispirarci al Napoli.
    Hai visto Rudi, dove sono costantemente loro? dal 2011 hanno collezionato nell’ordine i seguenti piazzamenti in serie A, senza tenere conto delle più che dignitose partecipazioni alla Champions: terzi, quinti (vincenti Coppa Italia), secondi, quinti, secondi e, probabilmente, secondi anche quest’anno.
    Avessi saputo in che schifo ci hanno portato, avrei pagato una cifra per fare in questi ultimi anni come loro. Loro che sono saliti dalla serie B nel 2007, lo stesso anno della juve.
    Dove sta questa presunta superiorità morale, tecnico-gestionale di una società milanese?
    Temo dunque che i tanti soldi dei cinesi non basteranno e l’eventuale ritorno di Oriali, con tutto l’affetto per una grande bandiera nerazzurra, non so se sia garanzia di grandi capacità, visto come si fece infinocchiare sul passaporto di Recoba.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...