Provo almeno a sembrarlo, ottimista

Che i cinesi sappiano poco di calcio, è evidente. Che siano stupidi o autolesionisti, dubito. Che abbiano voglia di ingrassare intermediari che ti propinano Gabigol, non credo proprio.

Più d’uno ha approfittato della loro inesperienza, sono stati compiuti errori molto gravi, la società andrebbe bonificata, ma poiché sono convinto che i cinesi siano già arrivati a queste stesse conclusioni, ecco cosa prevedo succederà nelle prossime due settimane.

Sono convinto che Walter Sabatini stia lavorando per Suning da mesi (Sun-tzu insegna come mantenere i segreti), Ausilio l’ha saputo e ha valutato di restare comunque, ben pagato ma con un ruolo secondario: i grandi affari li farà Sabatini, Ausilio è chiamato a piazzare gli esuberi (una dozzina), che almeno da Pasqua non fanno più parte del “progetto”.

Se avete dubbi su chi avrà l’ultima parola fra Sabatini e Ausilio, ricordatevi Dodò, chi l’ha scoperto e chi l’ha strapagato…


Il prossimo allenatore dell’Inter sarà Luciano Spalletti, e verrà annunciato il 28 o 29 maggio. A Spalletti avranno spiegato che non vogliono lasciare lasceranno nulla di intentato pur di ingaggiare Conte, e per il disturbo gli avranno allungato un ricco assegno postdatato, affinché non firmi per altre società.

Spalletti e Sabatini hanno un’idea di calcio molto simile e condividono la tipologia di calciatori da acquistare. Forse un paio arriveranno da Roma (potessi scegliere: Nainggolan e De Rossi), altri 4-5 dal campionato italiano, altri saranno fulmini a ciel sereno, perché Sabatini vorrà confermare la fama di talent scout, e la rosa verrà completata con qualche scambio (nessuno pagherà i soldi che vorremmo per Jovetic, Ranocchia, Murillo, Brozovic, Kondogbia, eccetera).

Entro poche settimane si capirà se torna Oriali (temo di no) e chi sarà il nuovo Amministratore delegato (il suggeritore sarà Moratti, ma forse i cinesi cominciano a diffidare pure di lui). Sarebbe anche il caso di liberarsi di Thohir e nominare Zhang junior presidente, ma non conosco le clausole parasociali che tengono in sella l’inutile indonesiano.

Entro il 30 giugno sarà ceduto Perisic al miglior offerente, per sanare gli strascichi del FPF.
Entro la partenza per la tournée cinese, arriveranno almeno 4 titolari e si cederanno almeno 5-6 pesi morti.
La campagna abbonamenti è destinata a partire molto, molto lentamente: per darle impulso, si farà l’impossibile per comprare un calciatore che faccia sognare, arriverà un attaccante o una mezzapunta. Angel Di Maria? Questo lo sa solo Sabatini.

Annunci

24 Responses to Provo almeno a sembrarlo, ottimista

  1. Ti sei sbilanciato parecchio :) A me basta che sia vera questa notizia http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/sabatini-ha-gia-un-report-sulle-lacune-societarie-e-sulle-cattive-abitudini-246873

    “sulle abitudini consolidate di spogliatoio e sul lassismo di chi dovrebbe imporre la disciplina”. Chiediamoci per quanti anni c’è stato questo andazzo all’Inter. Se i cinesi cambiassero questo, avrebbero già compiuto metà della rivoluzione necessaria

  2. Interator says:

    Questo tuo articolo assomiglia ad un pallido raggio di luce, molto flebile, in una sperduta e sconfinata pianura avvolta da buio e tempeste da tempo immemore.
    Dopo il temporale (calcistico) di ieri sera è quasi un toccasana

  3. willerneroblu says:

    Grazie Rudi ma dopo aver visto la Lazio giocare o tentare…ieri sera essere arrivati a tanti punti è vergognoso nonostante io non ami l’Europa league

  4. preparatevi ai paragoni tra i 2 triplete…perchè andranno avanti fino alla frantumazione dei cosidetti….

  5. francesco says:

    Troppe notizie, alcune devono per forza essere vere😀

  6. rugherlo says:

    Quello di mantenere il segreto è l’aspetto a cui mi attacco per immaginare una realtà diversa da ciò che appare.
    E una nota (l’ennesima ) su dirigenza che crede e sostiene il mister.
    Quando la Juve prese Allegri, la maggioranza degli juventini aveva i conati.
    Ora, Allegri, ben sostenuto dalla società li sta (purtroppo) portando dove Conte non è finora arrivato, nemmeno lontanamente.
    Speriamo che nei segreti ci sia questo: rivediamo la società (pur se in ritardo) e poi il mister (entro fine mese…!).
    Se appoggiato, per ripartire a me Spalletti va benissimo.

  7. Potrei anche condividere i dubbi che circolano sul ruolo di Sabatini, ma sulle sue capacità no.
    “Sa solo fare plusvalenze”, dicono, come se le plusvalenze non fossero direttamente proporzionali al rendimento dei calciatori acquistati, e quindi della squadra.
    Inoltre, le ultime quattro rose della Roma da lui allestite sono arrivate sempre seconde o terze, molto probabilmente più seconde che terze.
    Se dobbiamo ricostruire dalle fondamenta, Spalletti non ci farà mai vincere, ma credo che sia la persona giusta per ripartire da una buona base da primi quattro posti, per poi crescere.

    • rugherlo says:

      Sono d’accordo e poi che non ci faccia mai vincere è tutto da vedere.
      Campagna acquisti condivisa, società presente e non lassista, compiti ben definiti.
      Poi ne riparliamo a Maggio 2018.

  8. Pingback: Inter 2017/2018 | blogcalciomercato

  9. Allora Rudi, io con 200 milioncini a disposizione avrei puntato la somma più grande su Verratti (80 mil.), poi avrei preso Kessie (30mil.), Ricardo Rodríguez (20ml.), Sanchez(50) e un centrale di difesa buono (20 mil.)…..lascerei andare Brozovic (20 mil.), Kondogbia (20 mil.), Banega (?) ed uno tra Perisic (40 mil.)e Candreva….
    Quindi la formazione sarebbe stata questa:
    Handanovic
    D’Ambrosio Miranda Mister X (Garay?) Rodríguez
    Kessiè Verratti Gagliardini (Joao Mario)
    Candreva Icardi Sanchez

    A me sembra una gran bella squadra…..Ecco se si ricavano almeno 100 milioni dalle cessioni penserei a cambiare anche MIranda….
    Questo è quello che avrei fatto io ma a quanto pare Kessie e Rodríguez sono già prenotati dai cugini…
    Stiamo a vedere….

    • Rudi says:

      In effetti, è un bel paradosso che il Milan compri quelli che l’Inter aveva individuato da mesi, loro che sono finiti nelle mani dei cinesi “poveri”…

      • Già, la storia sembra continuare ma mi sembra con una grande differenza, se Galliani lo faceva per suo puro gusto e dispetto ( tante volte gli è andata bene, molte altre mai abbstanza sottolineate dalla stampa male…), Fassone & co. mi pare lo facciano per totale mancanza di idee proprie….

  10. Gus says:

    Buongiorno. Il post è uscito prima che deflagrassero le dichiarazioni di Ausilio; queste ultime non spostano nulla delle tue considerazioni?
    Per conto mio: dubito che Ausilio se ne stia bravo alle dipendenze di Sabatini o confinato al mercato minore e/o alle uscite dopo aver assaporato autonomia ed aver brigato per ottenerla. Concordo su Spalletti e Sabatini. Assolutamente su Nainggolan. Dissento invece su De Rossi (al limite lo avrei visto in una linea a tre “Contiana”). Se i cinesi diffidassero di Moratti farebbero bene, secondo me. Il paternalismo che media i conflitti tra i dirigenti non è esattamente il modello che mi auguro scelgano di acquisire dall’ex presidente. Dopo l’intemerata di Ausilio (non sapeva le sue dichiarazioni sarebbero uscite? Ma mi faccia il piacere, direbbe Totò) non vedo come possa rimanere nella stessa società presieduta dal dirigente che ha demolito nell’operato e definito con fastidioso cattivo gusto “un signore indonesiano” (meno male che non lo ha chiamato “il filippino”). Se Suning non vuole registrare il record al negativo relativamente agli abbonamenti, sarà meglio che un “Di Maria” riesca a convincerlo…

    • Rudi says:

      Ciao Guy, sei il quinto che mi chiede un parere sulle parole di Ausilio, ma oggi mi è impossibile scrivere qualcosa di più che due righe. Ci provo domani.
      Certo, solo all’Inter un dirigente poteva fare dichiarazioni simili.
      Il problema è che ha detto tante verità, ma come se fosse un osservatore e non una parte in causa.

      • Duke says:

        E’ proprio questo il punto.

        Ovviamente di colpe ne ha tante anche lui, ma se ha parlato in questo modo è perché si è spesso sentito osservatore delle nefandezze altrui.
        In particolare di quelli che hanno sempre taciuto pur ricoprendo ruoli di responsabilità (Zanetti, Gardini, Thohir dove diavolo sono finiti ‘sti tre Schettino??) ed essendo la causa di certe situazioni di inizio stagione, mentre lui ci metteva comunque la faccia, a volte anche per tentare di difendere scelte non sue e pur non rientrando questo nei compiti di un DS.

        E’ chiaro che vista così sembra una lettera di dimissioni retribuite o una sparata da TSO, ma ci sono troppe cose che noi dal di fuori possiamo solo cercare di interpretare.

        Speriamo che qualcuno ce le spieghi nei prossimi giorni.

      • Ha confermato dall’interno tante cose che noi dicevamo dall’esterno, molti di noi con toni e competenze da bar sport. Però evidentemente avevamo ragione.

  11. pgkappa says:

    In questo caso la forma conta molto più della sostanza. Per me ci sono gli estremi per un licenziamento per giusta causa,con relativo risarcimento per il danno recato all’immagine della società.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...