Partiti inesistenti pretendono di scegliere gli eletti

Sono passati 4 anni da quando la Consulta dichiarò incostituzionale il Porcellum con cui è stato eletto questo Parlamento.

Sono passati 6 mesi da quando la Consulta ha dichiarato incostituzionale pure l’Italicum, la legge che tutto il mondo ci avrebbe copiato.

Adesso Renzi ci spiega che è colpa del Fronte del No, la famosa “accozzaglia”, se non c’è ancora una legge elettorale decente. Dimenticando che il Pd, grazie al premio di maggioranza ottenuto con il Porcellum, può impedire che qualsiasi legge venga approvata.

Incombe il Rosatellum – nuovo mostro senza precedenti, che farà rabbrividire la Corte Costituzionale e ovviamente tutto il mondo ci invidierà – con il suo 50% di collegi maggioritari e 50% di proporzionale con soglia al 5%, tutto in un’unica scheda (a differenza dal Mattarellum).

Il diavolo si nasconde nei dettagli, e infatti il Rosatellum spingerebbe verso l’ennesimo “Parlamento di nominati”, con i vertici dei partiti che scelgono i candidati nei collegi uninominali vincenti e i capilista bloccati.
Mai i partiti sono stati tanto deboli e mai sono stati tanto arroganti.

Annunci

5 Responses to Partiti inesistenti pretendono di scegliere gli eletti

  1. francesco says:

    invece Di Pietro candidato al collegio del Mugello che cos’era a suo tempo? dai Rudi, per quale motivo il “rosatellum” non dovrebbe andare “abbastanza bene”. un candidato scarso in un collegio uninominale qualche problema lo comporterebbe. nel collegio stesso, di sicuro (mica sono tutti blindati, i collegi), ma anche nella lista collegata (un M5S o un PD che mette un candidato scarso in questo o quel collegio danneggia comunque l’immagine del partito, che non potrebbe essere votato). poi se qualunque cosa faccia il PD non va bene che diri…. alzo le mani! di sicuro è meglio del proporzionale per me

  2. Rudi says:

    ciao Francesco, ti dirò che non mi sembri molto lucido. A me pare sia tu che qualsiasi cosa dica il PD va bene. Considera che questa è la dodicesima proposta di legge presentata dal PD per cambiare la legge elettorale in questa legislatura. Per me i modelli astratti non spiegano nulla: ma i capilista bloccati sono uno scandalo e il 50% di maggioritario è assurdo dopo due sentenze della Corte (tutti 5stelle anche in Consulta?).
    Conclusione: io spero ci sia una nuova legge appena decente, e il Rosatellum non lo è.
    Quanto a Di PIetro, mi spieghi che c’entra? Quella era una candidatura paracadutata come ce ne sono sempre state. Ed era uno schiaffo agli elettori del Mugello…

  3. francesco says:

    scusa, ma a parte il 25% di differenza rispetto al mattarellum (https://it.wikipedia.org/wiki/Legge_Mattarella) che poi possiamo decidere se è tanto o poco, quale sarebbe la differenza? quindi anche il matterellum era antidemocratico? anche lì trovavi nauseanti i capilista bloccati? Di Pietro c’entra, perchè io non sono così sicuro che sia così una bella cosa candidare avulsi dalla realtà locale (nel 1995 un candidato paracadutato lo si accettava, oggi non so…..) e i partuti (tutti partiti) un pò rischierebbero. poi se per te la legge decente è il proporzionale perdonami, ma sei tu quello poco lucido. a meno che non ti piaccia l’ingovernabilità che caratterizza il sistema politico italiano dal 2006 ad oggi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...