Grand Canyon. Il cuore della città [Grand Canyon], Lawrence Kasdan, 1991 [Tv43] – 8

Los Angeles, elicotteri pattugliano le strade, sventagliando fasci di luce, basta una sliding doors sbagliata e un borghese bianco può finire nei guai, circondato da afroamericani in un quartiere che non conosce, l’amico cineasta si vedrà sparare a una gamba per strappargli un orologio, una neonata abbandonata in un parco viene trovata da una donna che ha tanto bisogno di ridarsi un senso, il marito non la tradisce ma quasi, il figlio fra poco le porterà una fidanzata, una donna pulisce il marciapiedi sporco di sangue davanti a casa, un ragazzino nero viene inseguito e ruvidamente arrestato da due poliziotti bianchi…

Il fulcro del film è l’amicizia che si sviluppa fra Mack (Kevin Kline) e Simon (Danny Glover), razza ed estrazione sociale diverse, ma forti affinità nel profondo. La moglie di Mack (Mary McDonnell) trova la neonata e vuole adottarla, la giovane segretaria (Mary-Louise Parker) si è innamorata di Mack e non ascolta i consigli dell’amica Jane, che a sua volta contraddice le sue certezze, accettando l’appuntamento al buio con Simon.

Lo sguardo gentile e malinconico di Kline rimanda al meglio di James Stewart: non è rassegnazione la sua, ma l’improvvisa presa di coscienza di ciò che davvero conta, e di quante energie vengano invece sprecate in una frenesia fine a se stessa. In fondo, la tua vita può cambiare perché una sconosciuta con il cappellino da baseball della tua squadra del cuore evita di farti finire “spiaccicato come un insetto sul parabrezza di un autobus”.

È una storia di frammenti, quella che i Kasdan (soggetto e sceneggiature firmati anche dalla moglie Meg) ricompongono con dialoghi perfetti, rappresentando esistenze al bivio fra sopravvivenza e rinascita; c’è spazio pure per il finto ravvedimento, come dimostra il produttore dalla gamba maciullata, interpretato da Steve Martin. Infine, l’epifania sull’orlo del Grand Canyon, prodigioso simbolo di un’armonia fuori dal tempo, sguardi attoniti di fronte a tanta bellezza.

Annunci

One Response to Grand Canyon. Il cuore della città [Grand Canyon], Lawrence Kasdan, 1991 [Tv43] – 8

  1. denny says:

    Visto qualche anno fa mi è sembrato un precursore di quel genere di film americani che raccontano tante storie incrociate (shortcuts, magnolia, crash …) la scena iniziale dove kevin kline resta in panne su manchester blvd mi ha ricordato il racconto di un vecchio collega che i taxisti di los angeles x andare dall’aeroporto verso il centro consigliavano di fare un giro più lungo proprio x non passare in quella zona (era il periodo dei riots ne parlò anche la tv italiana)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...