La pianta del tè, Ivano Fossati, CBS 1988 – 8

LA PUNTINA SUL VINILE 49.

Il periodo magico di Fossati – cominciato con 700 giorni e proseguito fino a Lindbergh – attraversa questo album reso inconfondibile dai flauti andini della ballata omonima, e da un’esuberanza strumentale in cui trovano spazio la cetra, l’arpa celtica e il pianoforte, accanto al basso di Beppe Quirici, alle percussioni di Elio Rivagli e alle tastiere di Gilberto Martellieri.

La poetica dell’autore ruota intorno a una world music che immagino debitrice di Creuza de ma, e tuttavia capace di inerpicarsi lungo sentieri poco battuti, per riprendere discorsi già fatti.

Penso al nuovo arrangiamento per La costruzione di un amore, agli squarci di geografie vissute o immaginate che portano a Chi guarda Genova, alle storie carveriane di Terra dove andare e L’uomo coi capelli da ragazzo.

Le voci di De André e De Gregori contribuiscono all’intensità di un capolavoro che riesce a rinnovare il sapore dell’attesa: Questi posti davanti al mare è un moderno “sabato del villaggio”, un luogo – evocato annusato immaginato – che sintetizza una varietà di speranze (seppure non possa mutare il fatto che saremo pur sempre noi, in quella vita nuova, noi che “non ci sappiamo perdonare, di non sapere ballare”).

Fossati riesce a cogliere la perfezione di un’esperienza comune, eppure ogni volta palpitante: “dopo una curva, improvvisamente, il mare”.

Annunci

2 Responses to La pianta del tè, Ivano Fossati, CBS 1988 – 8

  1. Mauro D'Alo' says:

    Beh effettivamente è quello il periodo d’oro di Fossati. Io preferisco leggermente DISCANTO ma è questione di sfumature o gusti personali, altrimenti sono tutti fino a LINDBERGH piccoli gioielli cantautorali con un occhio sempre attento al suono mai meno che coinvolgente e moderno.

  2. chologol says:

    Adoro da sempre Fossati, uno che sembra lì per caso e poi tira fuori capolavori come Una notte in Italia o La costruzione di un amore, Non é facile danzare o Vola.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...