La legislatura dei 101

Il peccato originale di questa legislatura risale all’inizio, ai 101 che affossarono Prodi, almeno due terzi dei quali stavano e stanno nel Pd.
I franchi tiratori di ieri sono gli eredi di quel clima di imboscate, trattative segrete, accuse lanciate agli altri ben sapendo che il nemico è il tuo compagno di banco.

Come ho scritto nove giorni fa, nell’insieme ero favorevole alla legge elettorale scaturita dall’accordo fra Renzi, Grillo, Berlusconi e Salvini.
Quel testo conteneva due schifezze, almeno una rimediabile, ma rappresentava un punto di equilibrio decente.
Ieri alla Camera il patto è saltato.

Le accuse reciproche non mi interessano. Era un voto segreto, ma per un “errore”, il tabellone è stato illuminato con i colori abbinati all’espressione di voto, e si capisce che se non erano 101 erano pochi di meno, quelli che hanno votato diversamente da ciò che diceva il loro partito. Sia nel Pd che nei M5s tanti non sopportano il Capo, appena possono lo colpiscono alle spalle.

Da questo quadro desolante, ricavo solo due convinzioni.
La legislatura era morta il 4 dicembre e l’accanimento terapeutico non serve a rianimarla.
La protervia spaccona di Renzi e Grillo (degli altri due non mi occupo) sta producendo lacerazioni sempre più profonde in organismi tutt’altro che sani. Sia nel Pd che fra i M5s, i gruppi parlamentari ormai si configurano come una somma di feudi (e faide), sorrisi a luci accese e lunghi coltelli appena spente le telecamere.

Nel Pd, in particolare, tanti hanno letto la fretta renziana di arrivare a una nuova legge elettorale come il remake dell’EnricoStaiSereno. Prima Prodi, poi Veltroni, poi Napolitano hanno strigliato Renzi, offrendo alla larga pattuglia dei deputati un movente autorevole per portare la legislatura fino alla primavera 2018. Almeno metà degli attuali deputati Pd non torneranno a Montecitorio, e lo sanno benissimo.

La situazione è marcita, prima si vota, meglio è. Purtroppo – per quelli come me – Pisapia non si sta dimostrando all’altezza di Corbyn (né di Sanders o Mélénchon). I seggi sono tutto, ma se si guarda ai voti in valore assoluto, Corbyn partiva 20 punti sotto e alla fine ha raccolto oltre il 40%, più o meno quanto la May.

Annunci

17 Responses to La legislatura dei 101

  1. francesco says:

    secondo me non c’è nesso tra le due impallinature, le motivazioni sono ben diverse. e non credo che (questa volta) siano nel PD i franchi tiratori. ammesso che di franchi tiratori si tratti, visto ciò che appena poche ora prima Grillo aveva detto a Taranto, confermando la sua più totale inaffiddabilità

  2. claudiopaga says:

    Impressionante il successo di Corbyn. Secondo me il voto per Brexit nel 2015 un po’ era nell’aria, il voto di ieri e’ una sopresa piu’ grande. Scaricato da tutti, compreso gran parte del suo partito, ha tirato dritto e alla fine ha avuto ragione lui (anche grazie ad una May disastrosa). Forse sarebbe ora di cambiare legge elettorale anche qui negli UK!

    • francesco says:

      articolo un pò datato però…..

      • Rudi says:

        Articolo datato, ma scommetto che Renzi la pensa ancora oggi allo stesso modo. Io non gliene faccio una colpa, pensarla diversamente non è mai una colpa. L’insopportabile è pretendere di essere l’unica sinistra moderna, quando ricicla le ricette di Blair che stavano per far scomparire il Labour.

      • claudiopaga says:

        Beh Rudi, Renzi era in buona compagnia, gran parte dei membri del Labour pensavano la stessa cosa di Corbyn e han fatto di tutto per levarselo di torno.

  3. willerneroblu says:

    Io ormai non seguo più nulla sono nauseato,andrò a votare,non so cosa,solo per senso civico e per i miei nonni!!

  4. sunny70blog says:

    Meglio andare a votare presto, è una questione di salute pubblica. Ho letto che Renzi ha pure aperto al centrosinistra di Pisapia… Prima no.

  5. denny says:

    Sinceramente la legge elettorale che stavano facendo non mi piaceva x niente quindi sono anche contento che sia saltata il problema è che ora non si capisce più quando come chi voteremo sarebbe bello se si riuscisse ad avere anche in Italia una sinistra con un programma decente magari partendo dalla riunione convocata da Anna Falcone il 18

  6. francesco says:

    Rudi, posso farti una proposta visto che hai (non come me) un blog anche politico?

    Perché non fai un sondaggio tra i lettori su chi sia il migliore (e non il meno peggio) tra i 4 leader della legge elettorale?

  7. Una sinistra con un programma decente sarà difficile vederla per un po’. Ormai esiste solo l’opportunismo, che se prima era una prassi sotto banco, oggi è programmatica. Quelli dicono di non avere una linea, ma di decidere volta volta; quell’altro ha il proprio riferimento in uno che ha detto “non sono né di destra né di sinistra”. Quale linea programmatica vogliamo aspettarci? Qua c’è da scegliere tra chi va dove tira il vento e chi presume di saper distinguere il vento maestro dalle ventate.

    In questo i Grillini sono stati dei pionieri, bisogna riconoscerglielo, e ormai tutti gli altri si sono allineati a questa politica dell’opportunismo alla luce del sole.

  8. antoniodaroma says:

    Siamo (anche se non mi rassegno, ma ormai sono vecchio e lascio il tempo che trovo) schiavi di un sistema – società (e qui abbiamo le nostre colpe) – modo di pensare completamente imbevuto di società 4.0, liberismo sfrenato, globalizzazione (?) indirizzata ad uso e consumo del capitale. Da dove può risorgere una idea di sinistra, ma vera? Onestamente non vedo orizzonti, ma non solo nel nostro piccolo, ma in tutto il mondo occidentale che nonostante tutto traina (ancora) questa terra. Davvero, e con la disperazione nel cuore, ma in qualsiasi giorno si tornerà a votare, chi mi aiuta a dare un senso alla mia “croce” sulla scheda?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...