L’estraneità di Suning è insopportabile

Paghino pure una cifra folle per un settantenne che il meglio ha finito di darlo dieci anni fa: i soldi sono i loro, e l’ingaggio di Fabio Capello fa parte della strategia generale che punta ad accendere i riflettori sul calcio cinese in vista dell’auspicata concessione dei Mondiali 2030.
Ma solo degli autentici sprovveduti – ottusi e incapaci di trovare consulenti adeguati – possono consentire a un loro stipendiato di fare quel che ha appena fatto Fabio Capello, nuovo allenatore dello Jiangsu Suning.
Nella presentazione ufficiale a Nanchino, Capello era accanto ai suoi vice, Zambrotta e Brocchi (altri due mostri di simpatia) e ha detto: “Di fianco a me c’è Zambrotta: insieme abbiamo vinto due campionati che ci sono stati tolti ma noi li abbiamo vinti sul campo”.

Cari Zhang senior e Zhang junior, prima di gettare via i soldi, dovreste farvi una full immersion nella storia del calcio italiano.

Annunci

21 Responses to L’estraneità di Suning è insopportabile

  1. Esattamente. Un bel licenziamento ad nutum sarebbe un ottimo modo di orgoglio. Ma Poi, fra tutti, proprio Fabio Capello? Pare lo facciano apposta.

  2. denny says:

    Se ben ricordo lo stesso capello nel 2011 ebbe a dire che quello era il primo campionato vero dopo calciopoli, ovviamente perché era il primo non vinto da noi, del resto pare che Moratti lo volesse portare all’Inter nel 2006 poco prima che scoppiasse lo scandalo, e fino a poche settimane fa molti anche su questo blog si auguravano l’arrivo di conte … X quello che mi riguarda tutto quello che puzza di gobbo deve stare ben lontano (sì lo so che sono esagerato, infantile etc)

  3. pgkappa says:

    pistocchi: capello,zambrotta,brocchi il carrello dei bolliti…

  4. francesco says:

    ma ancora non hai capito che con questi siamo destinati a sparire dal calcio italiano?

  5. willerneroblu says:

    Colui che scese in Italia a proferire il verbo della vittoria disse:”Avete vinto uno scudetto in segreteria uno senza nessuno.” Non cominciamo a fare gli schizzinosi per vincere le guerre ci vogliono i cattivi a proposito Mancini presentato e i tifosi inneggiavano a Spalletti….

    • Beh, piano. Mi sembrano frasi completamente diverse, per significato e contesto. Mourinho ribadiva semplicemente due realtà oggettive: il campionato 2006/2007 è stato davvero un velluto, così come è vero che la vittoria nerazzurra del 2006 è stata decretata da un collegio arbitrale (“la segreteria”). Il tono è volutamente provocatorio e stizzito perché la squadra, in quel frangente, stava malamente perdendo a Bergamo. Dicesi “strigliata”. Altra cosa è, alla prima conferenza stampa, fregarsene di giudicati penali e decisioni sportive e giustificare i reati perpetrati dai dirigenti della società sportiva rivale.

  6. pgkappa says:

    di certo oggi qui nessuno inneggierà al mancio…

  7. Bastardi, figli di puttana. Spero che la traduzione sia giusta: 坏蛋 – huaidan (bastardo) 傻逼 –
    shǎbī (figlio di puttana).

  8. sunny70blog says:

    Inizia una nuova era, bisogna essere tolleranti: tre mesi in un santuario schintoista in assoluto digiuno e silenzio per guarire dalle rosicature e scoprire il senso dell’appartenenza…

  9. francesco says:

    in ogni caso, inizio di merda. e qui parlo pure dell’inter

  10. rugherlo says:

    Che dell’Inter, della sua storia gliene freghi poco mi sembra chiaro.
    Con tutti i suoi difetti non vedrei mai Moratti tollerare un’uscita come quella di Capello, inopportuna, fuori luogo (e meditata, questo è il grave….).
    Voglio fare il Cinese e mi impongo la calma, aspettando che passi il cadavere sul fiume.
    Speriamo che sia quello degli altri.
    E d’altronde sono mesi che parlano di potenza Suning e campagna stellare….
    Perché non dovrebbe essere così…?

    • willerneroblu says:

      Perché in Italia non ci danno i giocatori e in Europa costano troppo rimarremo così

      • rugherlo says:

        No scusa ma non ti seguo.
        In Italia i giocatori se paghi te li danno (es: Gagliardini).
        In Europa costano troppo??
        Ma sono mesi che si parla di potenza Suning, mercato stellare, e ora facciamo i lucchesi col braccino corto???
        Rimanere così = scavare la fossa ancora più a fondo.
        Ho sentito così tante promesse in questi anni che ora mi sento solo di dire: vedremo…

      • Rudi says:

        Vai con 25 milioni dall’Atalanta e Conti te lo impacchettano. vai con altri 25 e ti danno anche Petagna. Te ne avanzano 20, vai dall’Udinese e prendi Meret. Solo Roma, Napoli e Milan sono botteghe inavvicinabili.

      • rugherlo says:

        Appunto….
        Tengo a freno il pessimismo (alimentato da 6 anni di promesse ad cazzum) e aspetto il 1 di luglio.
        Da lì dovremmo scatenarci sul mercato.
        Giusto ??

  11. luccarmi says:

    Lettera inviata all’Inter.

    Mr Steven Zhang, Le scrivo per porre alla Sua attenzione le dichiarazioni del sig. Fabio Capello, che è appena stato assunto dalla società Jiangsu.
    Il Vostro nuovo dipendente, lautamente retribuito (ma questo non è un problema che mi riguardi), ha espresso, nel suo discorso di presentazione, un concetto fuorviante e gravemente lesivo nei confronti della società calcistica per cui faccio il tifo: l’Inter. Egli (Capello) ha infatti affermato che con il sig. Ciro Ferrara, ha vinto due scudetti quando erano insieme alla Juventus: due scudetti che i tribunali sportivi gli avevano tolto, ma che loro avevano vinto sul campo.
    Vengo al dunque sig. Steven Zhang. Se tale dichiarazione fosse stata fatta, come tante altre volte avvenuto, quando il sig. Fabio Capello non lavorava per nessuna società collegabile in alcun modo all’Inter (oppure quando era un ricco pensionato, perché ultimamente quello era…), non avrei nulla da dire, anzi, mi farebbe persino piacere vedere che ancora “gli brucia” il fatto che quei due scudetti siano stati GIUSTAMENTE revocati alla Juventus.
    Purtroppo tali dichiarazioni sono state rese del sig. Capello, da neo assunto allo Jiangsu, società che ha la stessa proprietà dell’Inter: la famiglia Zhang.
    Mi corre quindi l’obbligo, di aiutare il sig. Capello a ricordare bene ciò che avvenne, aggiungendo alla frase da lui pronunciata, alcune parole. Gli scudetti, quegli scudetti, sig. Fabio Capello, li avete vinti sul campo, SENZA RISPETTARE LE REGOLE. Questo è ciò che la giustizia ordinaria e “in nome del popolo italiano”, hanno stabilito al di là di qualsiasi ragionevole dubbio.
    Gentilissimo sig. Steven Zhang, la società Inter, non può in alcun modo lasciar passare sotto silenzio le affermazioni del sig. Capello. Occorre correggerlo, aiutarlo a ricordare bene.
    Sig. Steven, forse Lei si sarà chiesto il motivo per cui, nonostante un annata pessima dal punto di vista sportivo, l’Inter abbia avuto la media spettatori più alta di tutta la Serie A. Le rispondo io: è per il senso di appartenenza, l’orgoglio di tifare per questa società. Noi interisti siamo una tifoseria molto speciale, magari litighiamo fra di noi su tutto, siamo “brontoloni”, forse iper critici, alcuni irrimediabilmente pessimisti, ma se Lei vuole mettere d’accordo il 99,9 % dei tifosi della Beneamata (si chiamano così i tifosi dell’Inter, Mr. Zhang), faccia vedere lo STRARIGORE su Ronaldo del 26 aprile 1998, parli di CALCIOPOLI, parli di ciò che è avvenuto in quel periodo, e Lei vedrà i tifosi nerazzurri ergersi come un sol uomo, fare fronte comune e pensarla tutti nello stesso modo, con pochissime sfumature o distinguo. Perché aver subito quei torti (come dimostrato dai tribunali sportivi e non), rende tutti noi estremamente uniti sotto questo aspetto, ci rende partecipi, consapevoli che quello che ci hanno insegnato i nostri padri e madri, o i nostri nonni, su cosa si intenda per “tifare Inter”, sia vero e ci distingua da tutti, soprattutto “da quelli là”.
    La Storia di un club è l’unica cosa che conti davvero. La nostra Storia è gloriosa, ne siamo fieri, e non possiamo permettere ad un Capello qualunque, di fare affermazioni simili. Anche per non dare informazioni sbagliate allle centinaia di milioni di tifosi nerazzurri che abitano in Cina e che, forse, ancora non conosco bene la Storia del nostro club: l’Inter.
    Calciopoli è esistita, negarla è contro la nostra Storia. Lo faccia capire bene al sig. Fabio Capello.
    Certo di una Sua cortese attenzione, La ringrazio e porgo distinti saluti.
    Luca Carmignani, abbonato stagione calcistica 2017-2018 primo anello arancio settore 155 fila 5 posto 20.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...