L’encomiabile Crosetti proprio non ce la fa a vedere la Juve per quel che è…

Maurizio Crosetti, giornalista di Repubblica, è uno di quei tifosi juventini che riescono ancora a discernere le “vittorie sul campo” dalle truffe.
Ieri ha scritto della decisione della Juventus di richiamare il dottor Riccardo Agricola, con il ruolo di direttore sanitario del JMedical.

“In Italia lavorano circa 240 mila medici, ma uno soltanto era responsabile dello staff sanitario della Juventus al processo per doping, uno solo venne condannato a un anno e dieci mesi in primo grado (2002) per abuso di farmaci e somministrazione di specialità medicinali diverse da quelle dichiarate, assolto in appello (2005) e prescritto (non assolto) in Cassazione nel 2007. Ebbene, Riccardo Agricola diventerà il direttore sanitario dello JMedical, la struttura non appartenente alla Juventus, come ribadito ieri dal club, ma dalla Juventus controllata e a lei vicinissima. Agricola, 71 anni, rappresenta dunque il più clamoroso dei ritorni in bianconero e forse non il più opportuno. Perché ai giocatori juventini, giovani e sanissimi, venivano somministrati psicofarmaci? Perché il sangue di alcuni di loro era denso come marmellata? Sono alcune tra le molte domande che tre gradi di giudizio non hanno mai del tutto chiarito. Se poi la giustizia ha fatto i conti con i consueti tempi biblici, e se quell’ombra di prescrizione non si è mai davvero dissolta, era proprio il caso di insistere riproponendo il dottor Agricola? Una scelta ai limiti della provocazione o della sfida, non si capisce bene a chi. Oppure, semplicemente, la categoria dei medici sportivi negli ultimi dieci anni non ha prodotto nulla più di questa vecchia gloria (…)
Si ha un bel dire che esiste un accanimento mediatico contro quella lunga stagione bianconera, tra legittimi trionfi sportivi, processi per doping, scudetti cancellati, schede telefoniche e retrocessione in B, ma è la stessa Juventus a non incoraggiare un oblio che in parte le gioverebbe. Poi, certo, il dottor Agricola non è il dottor Mengele, ma tra 240 mila medici forse si poteva scegliere diversamente”.

Crosetti ha ragione, ma sembra non voler vedere un aspetto del problema: la Juventus è abituata a rivendicare tutto, si attribuisce i due scudetti cancellati dalla giustizia sportiva, non ha mai ritirato la causa “temeraria” per danni contro la Federcalcio, non ha mai messo a bilancio le cifre necessarie a pagare i veri danneggiati di Calciopoli (Gazzoni Frascara, per esempio) e così facendo ha scientemente falsificato il bilancio, scommettendo di poter dilazionare il pagamento alle calende greche.

La Juve è questa, prendere o lasciare. Richiamare al lavoro quel signore di 71 anni che rendeva il sangue dei calciatori “denso come marmellata” è un risarcimento alla sua omertà.

Annunci

12 Responses to L’encomiabile Crosetti proprio non ce la fa a vedere la Juve per quel che è…

  1. francesco says:

    vabbè, ma quale giornale può scrivere che la juventus è una associazione a delinquere ?

  2. willerneroblu says:

    Credo che i modi per risarcirlo del silenzio potevano essere molteplici direi che è un strano ritorno!

  3. Interator says:

    Brucia l’ossessione di dover vincere di tutto e di più. Ora ci provano in questo modo

  4. denny says:

    Sono già sorpreso che un lecchino come crosetti si sia spinto fino a tanto … ma poi verrà presto dimenticato tutto, e i “prescritti” saremo sempre noi

  5. sunny70blog says:

    Se fossi in Moggi, sarei alquanto risentito. Con tutto quello che ha fatto per la società, ritrovarsi consulente in Albania… ingrati.

  6. metalupo says:

    Scene dal malpaese.

  7. chologol says:

    Francesco ha ragione: a Corsetti di meglio non si può chiedere. Ricordo il suo caustico e bellissimo articolo sullo scudetto del ’98, qui: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1998/05/11/inzaghi-firma-lo-scudetto-dei-veleni-lippi.html?refresh_ce

  8. rugherlo says:

    E questa ossessione di vincere sempre (anche quando non meritano) la pagano regolarmente in Europa, dove sono lo zimbello di tutti (7 finali 7 perse, di cui 5 consecutive)….

  9. Crosetti è la prova che non esistono juventini onesti. Ragione per cui non ho mai avuto amicizie fra questa gentaglia. E rimango basito quando vi sento blaterare dei vostri amici gobbi.
    L’ho toccata piano. Buonasera.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...