Va bene, vendiamo pure Handanovic, purché…

Quando ho visto che Samir Handanovic aveva cambiato procuratore, affidandosi a Fali Ramadani, lo stesso di Jovetic, ho pensato che sarebbe andato via.
Ora si legge dell’interessamento del Paris Saint-Germain e del possibile scambio con Matuidi.

Qualcuno si aspetterà che io esprima un’opinione seccamente contraria: da anni sostengo che Handanovic sta fra i primi 10 portieri del mondo e fra i primi 3 della Serie A, e non ho dubbi nell’affermare che in almeno 3 delle 5 stagioni nerazzurre è stato il calciatore con il miglior rendimento. Nella disastrosa stagione appena finita, il suo primato mi sembra fuori discussione.

Spalletti lo conosce bene, l’ha avuto a Udine. Di questa Inter, “Handa” è il calciatore con più presenze. Ma Parigi è una magnifica destinazione, dopo 5 anni passati a digerire speranze deluse, potrei salutare Handanovic, ma a una sola condizione.
Che l’Inter si assicuri Meret o Cragno (Perin sembra destinato al Milan). Se si rinuncia allo sloveno per Wojciech Szczęsny, mi arrabbio.

In un solo “fondamentale” il polacco è superiore allo sloveno: il gioco con i piedi. In tutto il resto, gli è nettamente inferiore. Quantificherei lo scambio in un danno di almeno 6-7 punti, e in una squadra con un debolissimo senso di appartenenza e una difesa da rifare da capo, aggiungere uno che non parla italiano, non mi sembra geniale.

Si punti seccamente su Alex Meret, si paghi l’Udinese per quello che vale e si metta nel conto che il ventenne di Udine farà qualche errore, come affidabilità non può garantire quello che garantisce Handanovic, ma fra un anno si giocherà la Nazionale con Donnarumma.

Annunci

8 Responses to Va bene, vendiamo pure Handanovic, purché…

  1. Non capisco infatti tutto questo chiasso per il polacco. Onesto figurante, ma nulla più. Sarebbe ottimo per il Barcellona, data la confidenza pedatoria. È anche vero che Samir mi pare sufficientemente stufo dell’ambiente Inter. Non discuto il suo valore, ma spero migri.

  2. Leggo i nomi dei portieri delle squadre che ci sono arrivate davanti, anche di parecchio, e mi convinco sempre di più che la differenza tra un portiere buono e uno ottimo non sia determinate.
    Forse col polacco al posto di Handa avremmo qualche punto in meno, ma la Roma non ne avrebbe fatto neanche uno in più con lo sloveno, ne sono convinto.

    • Interator says:

      Vero che molte squadre vincono senza avere portieri “fenomeni”, ma sono convinto che un Neuer (per me il migliore al mondo per distacco) faccia la differenza

      • Citi il migliore al mondo…
        Il punto è che se sei una Roma o un Napoli, e concedi pochissimo, prendi 38-39 gol all’anno, perdi 5-6 partite e arrivi sul podio. Con portieri normali.
        Se sei l’Inter che imbarca acqua da tutte le parti, prendi 50 gol, perdi 14 partite e arrivi settimo. Con un buon portiere.
        E’ chiaro che, se subisci venti tiri a partita, ti metti di più in mostra e appari più decisivo. Ma se prendi venti tiri a partita hai dei problemi strutturali nei quali il portiere fa quel che può, e non basta mai. Se subisci poco, un ottimo portiere ha poche possibilità di risultare decisivo.
        Noi dobbiamo diventare il Napoli e la Roma, poi possiamo anche porci il problema del portiere.

  3. gigidibiagio says:

    Il polacco è anche superiore nelle uscite. Non perchè sia un fenomeno ma semplicemente perchè Handanovic non sa nemmeno dove stiano di casa

    P.s. Szczęsny (copioincollo) miglior portiere per rendimento nella A 2016/17. Sebbene io non sia un fan

  4. willerneroblu says:

    Non è che Cristiano Ronaldo ha firmato per noi?Ve l’immaginate i suicidi di massa nelle testate sportive giornalistiche…….

  5. luccarmi says:

    Sono, come Rudi, un estimatore di Handanovic. Lo reputo fra i migliori portieri della Serie A, esattamente come lui.
    Se va via, deve essere preso un portiere all’altezza, mi piace più Meret di Szczęsny, ma anche il secondo non mi dispiacerebbe.
    Il motivo, più che tecnico, credo si di ffp. Handanovic è praticamente tutta plusvalenza, ed il costo del sostituto va nel bilancio del prossimo anno.

  6. luccarmi says:

    Copio incollo dalla gazza on-line:
    “Andres Iniesta con la maglia dell’Inter. Per adesso è solo un sogno, una suggestione, rafforzata dall’incontro a cena, avvenuto ieri sera tra il d.s. nerazzurro Piero Ausilio e il collega del Barcellona Ariedo Braida. Nel menù c’è stato anche il centrocampista spagnolo, che non sa ancora se rinnoverà il contratto in scadenza con i blaugrana nel 2018. Con l’occasione il dirigente interista, ha chiesto informazioni al suo omologo anche di Aleix Vidal, terzino destra del Barcellona, che invece ha un contratto più lungo (2020) con i catalani. Su entrambi gli argomenti sono previsti aggiornamenti”.

    Boia deh! nientepopodimenoche! Ma che razza di (non) articolo è questo? Avrebbe potuto scrivere così.
    Ausilio, di passaggio da Barcellona (voleva assolutamente vedere la Sagrada familia che non aveva mai visto) decide di andare a cena in un esclusivo ristorante catalano. Non fa in tempo ad entrare che…
    “toh! Ariedo!”,
    “Piero! che piacere! cosa ci fai a Barcellona?”.
    “Sono passato a visitare la Sagrada familia, mio caro, ti posso offrire cena?”
    “Certo Piero, dai, come ai vecchi tempi”. Mentre mangiano, …
    “senti un po’ Ariedo… gnam gnam, ma te lavori sempre per il Barcellona?”
    “si al momento sì, perché?”
    “no sai, gnam gnam, mi è venuto in mente quel giocatore… come si chiama.. aspetta ce l’ho sulla punta della lingua..”
    “Messi?”
    “No no, centrocampista, dai! Pelatino… ma discretoccio come giocatore… ”
    “Iniesta!”
    “Si, bravo Ariedo, lui.”
    “Eh. Che vuoi sapere”
    “No, nulla, gioca sempre?”
    “Si dai, abbastanza”
    “Ah ecco, senti pago che devo andare”
    “D’accordo alla prossima”
    Pierino sta per andare via, poi sulla porta si volta ed escalma
    “Oh Ariedo, ma Vidal, quel terzino (o gioca stopper… boh, comunque lui!”
    “Eh che c’è?”
    “No nulla gioca sempre con voi?”
    “Si certo”
    “Ah bene, alla prossima, un abbraccio”
    “Stammi bene Piero, ah Piero!”
    “Sì?”
    “Ma te lavori sempre all’Inter”
    “Io? ahahaha” e se ne vaaaaaaaa pierino ausilio se ne vaaaaaaaaaaa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...