Invidio il Milan

Oggi è uno di quei giorni in cui vorrei avere davanti qualche tifoso dell’Inter che teorizzava fosse meglio rinunciare all’Europa League per concentrarsi sul campionato.
Era una stupidaggine colossale due mesi fa, oggi mostra il conto in modo ancora più urticante.

Fossimo stati al posto del Milan, oltre alla dozzina di partite in più da seguire – e sul palcoscenico continentale, che ha sempre un suo fascino – avremmo dovuto gestire il mercato in modo molto diverso, senza ridurci a pietire Dalbert per due mesi, alzando ripetutamente l’offerta, e cogliendo gli affari al volo, anziché rifugiarci nella favola della volpe e l’uva.

Andrea Conti l’avrei voluto all’Inter.
Ricardo Rodriguez l’avrei voluto all’Inter.
Lucas Biglia l’avrei voluto all’Inter.
Avrei voluto all’Inter pure Bonucci, ma accetto l’ostracismo maggioritario su queste pagine.
Aggiungo che anche il turco impronunciabile è buono, Kessié e Musacchio non sono peggio di Borja Valero e Skriniar, Borini l’abbiamo seguito per tre mercati, del centravanti portoghese non so niente, ma se arriva anche Kalinic questa diventa una squadra da scudetto.
Sì, da scudetto.

Donnarumma, Conti, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez (Musacchio, Abate, Antonelli, Calabria) è la miglior difesa del campionato. Possono giocare a 4 e a 3, hanno giovani e giovanissimi, ma anche leader di esperienza.
Già senza Kalinic, oggi il Milan vale 15 punti più dell’Inter. E tutti gli acquisti che ha fatto – tutti – erano a portata di portafoglio di Suning. Non dico che li abbiano azzeccati tutti, forse hanno persino esagerato, ma la dimostrazione di forza è impressionante. Si sono perse occasioni una dopo l’altra (quelle dei due terzini, per me gridano vendetta).

Gli ottimisti a oltranza aspettino le parole di Walter Sabatini per suffragare il loro ineffabile sentimento.
A me la vicenda Dalbert ha già nauseato: una grande società molla l’obiettivo e va a chiudere il Piano B. Dopo ripetuti rilanci, ora sembra dovremmo aspettare che il Nizza si giochi i preliminari di Champions a metà agosto…

Ci hanno detto e ripetuto che bisognava pazientare.
Che bisognava aspettare il 30 giugno.
Poi la data del raduno.
Poi la partenza per la Cina.
A cosa servono il ritiro e preparazione affidati al folto staff di Spalletti se vi fanno parte una dozzina di esuberi e mancano almeno 4 titolari?
Attenzione: Spalletti non farà da capro espiatorio, se non arriva qualcuno entro martedì, temo che la situazione diverrà bollente.

Annunci

28 Responses to Invidio il Milan

  1. Interator says:

    Trovo inspiegabile il comportamento di entrambe le società.
    Come mai questo immobilismo da parte dell’Inter?
    Come mai questo mercato esagerato da parte del Milan? C’è qualcosa che puzza, e non lo dico per invidia, anzi a differenza di willer e di altri il Milan mi lascia totalmente indifferente.

    Sarebbe interessante un tuo commento in merito alla situazione della juve. Come mai è diventata questa polveriera? Non mi pare che gli anni scorsi si fosse giunti fino a questo punto, e dubito che sia sempre stato un ambiente idilliaco.

  2. Giovanni Eresia Cuppini says:

    come spesso accade, concordo su quasi tutto. soprattutto sul fatto che sono quasi tutti acquisti che avrei voluto all’inter. aggiungo anche che, se c’è la possibilità di prendere bonucci a 40 milioni, lo prendo in un millisecondo. me ne fotto che giocava nei ladridopati. abbiamo una difesa ridicola, da anni. il solo pensiero che potrebbero giocarvi ancora murillo o addirittura ranocchia mi fa rabbrividire. bonucci ha garra, tecnica, esperienza ed è un figlio di buonadonna. tutte cose di cui noi abbiamo bisogno come il pane. premetto che skriniar non lo conosco, spero sia un fenomeno. certo che, mi pare, abbiamo speso circa 30 cucuzze per lui. bonucci viene via per 40? prendere immediatamente!!! tra l’altro i nomi che vengono fatti per l’inter, non so perché, ma mi lasciano tutti un po’ perplesso. ho scritto varie volte che la squadra dell’anno scorso non era così scarsa. andava innervata con 3-4 innesti di buona qualità e di grande personalità. anyway…voglio fidarmi di spalletti e sabatini. attendo. spero non come drogo. sempre forza inter.

  3. Mi aspettavo un mercato di sorprese, e invece è la solita zuppa, con trattative estenuanti che si chiudono dopo settimane, mesi, alle stesse condizioni che ci avevano proposto il primo giorno.
    Questa di Dalbert sta diventando una barzelletta, una società seria avrebbe preso Barreca al primo tentennamento e tanti cari saluti

  4. Duke says:

    Detto che siamo tutti (a ragione) nel panico più totale, sarebbe interessante che qualcuno che di mestiere fa il giornalista spiegasse l’origine di questo quasi miliardo di euro che tra società e mercato ha ricoperto l’ac milan e il perché il FPF (almeno per ora) a loro non si applichi.
    Invece non si riesce nemmeno a sapere il motivo per cui la Juve vende Bonucci…

  5. metalupo says:

    Quello che mi preoccupa davvero è la chiusa di Rudi. Spalletti è tutto tranne che un tipo accomodante.

  6. Sul Milan: fino all’altro giorno aveva preso buoni giocatori, ma che non facevano la differenza, che da soli con cambiavano il volto della squadra.
    Adesso sì.
    Comunque è un enorme mina vagante, non ho ricordanza di una squadra che abbia cambiato 8-9 titolari, acquistato 13-14 potenziali titolari

  7. denny says:

    Eh no Rudi invidia x il milan zero proprio! A meno che non invidi i loro magheggi che ha descritto benissimo Luca nel post precedente, e il trattamento privilegiato dei media come ha detto Duke qui sopra (ma noi ci sentiamo in colpa anche a farci sponsorizzare da bwin, nonostante ci stiano rompendo le scatole col fair play)

    • denny says:

      Poi magari a forza di rigori e recuperi da 10 minuti quando serve arrivano davanti anche quest’anno … ma cmq non sarei invidioso, se mai incazzato!

  8. willerneroblu says:

    Ciao Rudi eccomi sono uno di quelli che è contento di aver scansato l’Europa League e penso che abbiamo fatto bene.Il mercato del Milan esula dal fare la coppa è un mercato pieno di buoni giocatori e Biglia che vale Valero ma Bacca Suso e Delafeou sono peggio dei nuovi? Poi ribadisco la spinta ambientale a riportare allo stadio e davanti alla TV i tifosi rossoneri!!

  9. Simone Scafidi says:

    Rudi, io credo che il tifoso interista stia vivendo una sorta di incubo stordente, come l’illuso che crede di avere fatto il colpa della vita e invece si ritrova in mutande. Sento già, qui in metro a Milano, tifosi disperati che sentenziano che Suning è peggiore di Thohir. Io non so cosa pensare. Le persone vicine all’ambiente nerazzurro ostentano tranquillità. Hanno fatto di quel ‘abbiate pazienza e vedrete’ una sorta di mantra, la cui data di scadenza a me sembra però imminente. Dunque, si è detto che l’anno scorso Suning ha ciccato il mercato perchè era all’esordio nel calcio italiano. Poi arrivano i cinesi del Milan e, di punto in bianco, mettono in piedi una squadra da scudetto. Tengono i pochi buoni che hanno (Donnarumma, Romagnoli, Bonaventura) e tappano i buchi con giocatori sensati e non figurine. Mentre noi, l’anno scorso, avevamo preso Joao Mario, Banega e Gabigol che non ci voleva un genio per capire che non avrebbero trovato una collocazione logica in campo. Si diceva che Sabatini e Ausilio fossero due fuoriclasse del mercato e Fassone una ciofeca. E invece. Si diceva che avremmo preso Conti, Rodriguez, Rudiger e invece sono andati altrove. Manolas e Nainggolan non arriveranno mai. Di Maria, anche se dovesse unirsi a noi, andrebbe a sostituire l’unico giocatore di livello che abbiamo, cioè Perisic. Come se non bastasse, il colpo Bonucci è stato qualcosa di sconvolgente. Il miglior difensore della Juve se ne va via e l’Inter non fa nemmeno un tentativo? E poi, come scrivi giustamente tu, diventiamo ridicoli con trattative estenuanti per avere uno come Dalbert, che ha fatto giusto una stagione decente nel campionato francese ed è un’incognita totale. Su Skriniar non mi pronuncio, dico solo che prima che l’Inter lo prendesse non mi pare che si fosse parlato di lui come uno dei migliori difensori della scorsa stagione. Io ho paura che inizieremo l’anno avendo sulle fasce i soliti Ansaldi e D’Ambrosio, avendo un Brozovic che fa una partita buona e dieci anonime, dipendendo sempre e solo dai gol di Icardi.
    L’unica speranza è Spalletti. Forse lui può mettere in riga la squadra, rigenerare Miranda e donare il senno a Murillo, e portarci al quarto posto, scippandolo alla Roma, che mi sembra l’unica squadra con cui possiamo competere, mentre Juve, Milan e Napoli sono di un altro livello.

    Si profila un ritorno al periodo 1993-2005, in cui Juve e Milan, eccetto parentesi romane, banchettano e noi restiamo a guardare.

    • Rudi says:

      ciao Simone, ricordi un periodo – 1993-2005 – in cui gli errori di Moratti erano tuttavia compensati da quella che sappiamo essere stata Calciopoli. Un po’ lo sapevamo, un po’ lo sentivamo, e comunque Moratti ci garantiva un’identità “diversa”, che questi cinesi proprio non comprendono. Sto diventando pessimista e mi dispiace, perché Spalletti e Sabatini mi piacciono, ma questa rosa andava demolita e spedita via in massa, dopo tre mesi raccapriccianti, e invece siamo qui a chiederci se le famose 7 vittorie di fila di Pioli non volessero dire che eravamo bravini.
      La preparazione estiva è fondamentale, Spalletti lavora da una settimana con un organico sballato, mancano 4-5 titolari… chi continua a dire “abbiate pazienza e vedrete” sembra non rendersene conto.

  10. pgkappa says:

    Ripeto quello che ho già scritto venti giorni fa, un ds di serie a e uno di serie b mi hanno confermato che a mercato finito l’Inter avrà una squadra fortissima.suning sta lavorando ad un progetto di lungo respiro,la proprietà del Milan si sta giocando tutto nel prossimo campionato e raiola ,che è tutto tranne che scemo, ha imposto clausole di uscita.Ad maiora!

  11. francesco says:

    Il tifoso interista realista non dovrebbe e non doveva avere dubbi.

    Chi è che diceva che nessun top player va a giocare in una squadra che non fa la CL?

    Basta pagarlo e arriva, ed ecco Bonucci al Milan. Magari portano i libri in tribunale a gennaio, ma per intanto saranno diventati campioni d’inverno. Noi abbiamo ancora nagatomo titolare

    • Voglio essere “più francescano di Francesco” a questo giro, sostenendo che si vince con chi sa vincere.
      Tolto Bonucci, cosa hanno vinto gli altri: Conti, Kessie, Rodriguez, Romagnoli, Musacchio, Suso, Bonaventura, A. Silva?
      E Montella da allenatore? È sempre crollato sul più bello.
      E Bonucci credo sia stato l’emblema della Juventus degli ultimi anni, quella Juventus che stravinceva in casa, ma fuori faceva meno punti del Napoli, che perdeva le finali. Al Milan sarà meno facile essere forti coi deboli. Un po’ lo invidio questo Milan, certo, però mi ricordo le nostre estati a sperperare, il City che spende 200mln e va in Champions per il rotto della cuffia…piano con gli scudetti di luglio. Manco d’agosto, di luglio.

      • francesco says:

        qui non ti capisco. ci sono decine di giocatori che hanno iniziato a vincere arrivando non solo alla juve, all’inter o al milan, ma persino alla sampdoria. con questa logica allora nessuno dovrebbe acquistare giovani ma solo vecchi arrivati

      • Certo che i giocatori buoni presi dal Chievo possono far vincere il Real Madrid, ma difficilmente vinci con un’accozzaglia di 11/11 presi “dal Chievo” tutti insieme e catapultati in una big.

        Dici sempre che il calcio è una scienza esatta.
        Un allenatore che non ha mai vinto + il tormentato Donnarumma + due giocatori giovanissimi dall’Atalanta + due giocatori presi dalla 12a e 16a della Bundesliga + un centravanti portoghese con un anno e mezzo soltanto da professionista.
        Insomma, una formula con tante tante incognite per dare un risultato esatto. Il Milan non poteva fare altrimenti, e non poteva fare meglio di così (e non è finita), però da qui a far funzionare la squadra c’è un bel tragitto

      • francesco says:

        vabbè, ad oggi abbiamo Nagatomo e D’Ambrosio, Ranocchia e Biabiany. tutta gente che proviene dal Real Madrid e dal Chelsea

      • Ma noi facciamo cagare, questo è assodato. Ma non è che renda il Milan più forte

  12. Luca Carmignani says:

    Rispondo solo su Dalbert, perché non ne ho più voglia: noi “pietire” Dalbert perché non siamo neppure in EL? Guarda Rudi che Dalbert all’Inter verrebbe a piedi !!!
    Se mi dici che Dalbert non è forte (o è scarso), mi zittisco e lascio perdere: è una tua opinione.
    Ma se mi dici che pietiamo Dalbert perché non siamo neppure in EL, allora mi dispiace, ma sei completamente fuori strada.
    Ogni singola affermazione che hai fatto la potrei smontare come con Dalbert, di cui dai una visione distorta e non realistica (e non capisco perché).
    Ogni singola affermazione. Ma non ne ho voglia.
    Su una cosa hai ragione: prima vanno via i giocatoti che non servono (e sono tanti), prima arrivano i nuovi e meglio è. Questo è inconfutabile e logico.
    Ma, con tutta evidenza, non è facile concludere le vendite (non svendite) e di conseguenza gli acquisti.
    Ieri sera eravamo al bagno Fortuna, con giornalisti, il vice Sindaco di Pisa (che ho scoperto essere interista), Gigi Simoni, Beppe Bergomi, Ciccio Colonnese ed una cantante giovane e molto brava.
    Ho svariati video, in cui si parla di tutto. Stasera ne metto uno in cui parlano di Suning, di cosa significhi essere interisti (capisco che sia difficile da capire) ed alla fine Giulia Pratelli (che è interista) canta una canzone dal titolo: Giudizio Universale (di Samuele Bersani).
    Quelli sul mercato , sono interessanti, ma soprattutto è interessante ciò che mi hanno detto Bergomi e Colonnese a fine serata.
    Continuate ad essere pessimisti, oh voi che potete, mi raccomando. In fondo moriremo tutti. Prima o poi.

  13. Luca Carmignani says:

    Come promesso.

  14. antonior66 says:

    Vogliamo dire che Conti non sarebbe mai venuto da noi?

    • Rudi says:

      Ma non ci hanno raccontato che Percassi fa un sacco di affari con Zhang? E non ci hanno venduto Gagliardini e forse Bastoni? Preferisco credere che Spalletti non ami i terzini che spingono spingono, ma non sanno difendere…

  15. pgkappa says:

    Vogliamo anche dire che la prima società al mondo per fatturato se vuole un ns calciatore lo deve prendere alle ns condizioni! Mai visto prima una cosa del genere…….

  16. Rudi says:

    Andrea Conti è stato visionato da Ausilio a metà del girone d’andata. Immagino lo sia stato da altri osservatori già prima del mercato di gennaio. Quando la Juve blocca Caldara, si legge di “Inter su Kessié e Conti”. Ma allora non c’era la liquidità per comprare, infatti ci han venduto solo Gabbiadini pagabile in due anni. Ma che il Milan sia più attraente dell’Inter, questo non lo credo. Solo, loro hanno puntato con decisione sul ragazzo, e l’hanno pagato quanto chiesto da Percassi. Noi, spesso facciamo trattative lunghe due mesi per sborsare la stessa cifra chiesta all’inizio.

    • Giuffrida – agente di Conti – il 17-06 parlò di un’offerta da 28mln per Conti accettata da Percassi, ma rifiutata dal ragazzo. Tutti hanno detto che era un’offerta nostra, visto che c’era stato recentemente un incontro Zhang-Percassi. Anche il presidente dell’Atalanta ha confermato l’esistenza di questa offerta, e l’indisposizione per il rifiuto di Conti.
      Ho l’impressione che Fassone abbia delle carte sconosciute, quelle che ha usato anche per Bonucci (uno che poteva andare in qualsiasi capitale Europea a provare a vincere la Champions, a 31 anni) e invece ha scelto i preliminari di EL.

  17. Pingback: Sul Milan…l’avevo detto | blogcalciomercato

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...