La donna del destino [Designing Woman], Vincente Minnelli, 1957 [Tv69] 8

Avevo qualche dubbio sulla chimica fra Gregory Peck e Lauren Bacall. Sbagliavo. Peggio, sottovalutavo Minnelli. E George Wells, Oscar per la miglior sceneggiatura originale.

L’idea di partenza è far raccontare i fatti da vari personaggi – marito e moglie, l’ex innamorato della moglie e l’ex innamorata del marito, nonché un pugile suonato. Ne deriva un vorticoso gioco di bugie e verità taciute, incomprensioni e bisticci, gelosie e rappacificazioni, piccole menzogne e grandi ripicche, che si mescola e si inverte a ogni passo. Le varie scene vengono anticipate da una voce narrante in prima persona: Mike o Marilla, Zaccaria o Lori. Quanto a Minnelli, riesce ad infilare sequenze di balletti anche se il film non è un musical.

Mike è un giornalista sportivo che sta indagando sul malaffare nel pugilato, Marilla una sofisticatissima designer di moda. Difficile immaginare due personaggi con gusti così antitetici. Si conoscono a una festa losangelina, il mattino dopo si rivedono, l’attrazione è fulminea, si sposano dopo pochi giorni e rientrano a New York. Il confronto fra i loro appartamenti e i loro amici dice tutto: nessuno scommetterebbe sulla tenuta del matrimonio. Anche perché la gelosia di lei non è priva di fondamento…

Maxie Stultz (Mickey Shaughnessy, caratterista qui al suo apice) diventerà la guardia del corpo di Mike, quando il giornalista sarà costretto a nascondersi per portare a termine la sua inchiesta sulla corruzione nella boxe. Infine, Marilla sta per essere rapita dai gangsters su cui sta indagando Mike. Ma è una commedia sofisticata, non c’è una goccia di sangue, e a sbrogliare la matassa saranno il pugile suonato e i ballerini del cast dello spettacolo di varietà che ha costruito l’habitat per l’altra coppia, l’impresario Zaccaria e la showgirl Lori.

La commedia degli equivoci ha bisogno di ritmo per non far vedere la filigrana di quanto sono deboli. E qui di ritmo ce n’è tanto.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...