Codice di condotta per le ONG: Medici senza Frontiere non firma e 4 ONG non vanno alla riunione al ministero, ennesimo trionfo di Minniti?

Annunci

46 Responses to Codice di condotta per le ONG: Medici senza Frontiere non firma e 4 ONG non vanno alla riunione al ministero, ennesimo trionfo di Minniti?

  1. willerneroblu says:

    Minniti uno dei pochi serio e con gli attributi se non sono d’accordo che li portino alle Canarie!!

  2. Sara says:

    Sono in attesa di gente che venga a pagarmi la pensione.

  3. willerneroblu says:

    Ho omesso di specificare che non mi riferivo a MSF comunque Rudi il Nobel per la pace è come il pallone d’oro !!!

  4. francesco says:

    non esistendo Europa su queste cose quello che sta facendo il governo è il meno che si possa fare. piaccia o non piaccia (e potrebbe non piacermi) l’accoglienza senza se e senza ma non paga e non ha neppure senso. che poi i migranti siano meno di quanto sia percepito è altro paio di maniche. non è una soluzione vederli ciondolare in giro per la città con smartphone in mano e cuffietta nelle orecchie. mi trovo d’accordo con Beppe Sala quando dice che, a prescindere dallo status, vanno messi al lavoro. qui da me una domenica hanno pulito (o provato a pulire) il naviglio vicino casa. meglio piuttosto che niente, si dice a Milano. di sicuro non sono un ammasso di delinquenti e non rubano lavoro agli italiani come si legge sui social della destra o dei grillini, ma ormai il nostro lo abbiamo dato.

  5. sunny70blog says:

    Trovo questa vicenda incredibile e dolorosa. L’Italia, assieme a molti altri altri paesi europei, continua a fare affari con i paesi africani che uccidono e creano i profughi – documentarsi al riguardo è molto facile – e tollera i campi di detenzione in Libia, luoghi di violenze indicibili. Il Codice Minniti viola la Convenzione Onu sul diritto del mare del 1982, sottoscritta anche dall’Italia, ed è stato pesantemente criticato pure dall’Unicef.
    Il tema qui non è l’accoglienza “sì, no, però, a certe condizioni” è la salvezza di vite umane ad opera di organizzazioni umanitarie, alle quali il nostro Governo vuole porre lacci e lacciuoli.

    PS. Il Codice è composto da 13 punti, da leggere. L’ultimo recita: “recuperare, una volta soccorsi i migranti e nei limiti del possibile, le imbarcazioni improvvisate ed i motori fuoribordo usati dai trafficanti di uomini”. Un vero capolavoro. Complimenti Ministro, che attributi!

    • ahp68 says:

      Quoto tutto. Ipocrita è scaricare tonnellate di bombe su popoli lontani, o sfruttarne le risorse naturali in una nuova forma di colonialismo neoliberista, e pretendere che poi i pochi che riescono a scappare, non vengano a casa nostra a chiederci il conto.
      Coi mitra dovrebbero arrivare…

      • francesco says:

        guarda che se vengono con i mitra magari sparano prima a te che ad uno “sfruttatore colonialista”…..

        (pazzesco)

      • francesco says:

        guarda che se arrivano con i mitra magari sparano prima a te che a un colonialista sfruttatore

        (mani nei capelli)

      • ahp68 says:

        la storia delle lotte contro il colonialismo del dopoguerra dimostrano proprio il contrario, chi è sfruttato conosce bene il proprio nemico. resta il fatto che chi non si ribella a questo scempio umanitario o addirittura lo plaude e appoggia con la retorica – questa si, retorica – del “non possiamo accogliere tutti”, vuol dire che è complice di chi vende armi ad Al-Sisi, bombe all’Arabia Saudita destinate a cadere sulla testa degli yemeniti, di chi devasta territori e mari spolpando di risorse i paesi in via di sviluppo.

        Lo trovo un ragionamento veramente del cazzo: siccome in UE gli altri paesi non se li prendono, per ripicca li lasciamo morire in mare – perché rendere difficili i soccorsi implica proprio questo. E quindi alla fine chi scappa dalle nostre guerre e dalle nostre miserie, è vittima due volte: la prima a casa sua, la seconda perché la sua vita diventa merce di scambio di biechi calcoli elettorali – la lotta tra le bande PD-M5S-Lega.

        Dovrebbero venire qui incazzati come bisce e noi accoglierli pieni di giusti rimorsi di coscienza; da sempre le migrazioni sono la prima, istintiva, spontanea forma redistributiva di lotta di classe; ma noi italiani – con decine di milioni di emigrati “economici” nel mondo – questo lo abbiamo dimenticato in fretta

        Concludo dicendo che in fondo alla pagina di questo blog c’è il logo di Emergency, una delle maledette ONG che si batte da sempre contro la massima delle ipocrisie del mondo post guerra fredda in cui viviamo: la guerra, in forma umanitaria o giusta o santa. A leggere certi commenti mi viene da dire che i casi sono due: o qui è di troppo il logo, o lo sono io.

      • francesco says:

        o scrivi da un pc o da uno smartphone prodotto dallo sfruttamento delle multinazionali.

        coraggio, dal pensiero radicalchic si può guarire

      • francesco says:

        gli sfruttatori colonialisti ad esempio questo non li ha trovati. a meno che non si intenda per tale il vigile urbano

        http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/17_agosto_01/firenze-sfila-pistola-vigile-spara-quattro-colpi-94aadfb2-76ce-11e7-944a-3ec575b8faf2.shtml

      • ahp68 says:

        a parte che ero CERTO che mi avresti dato del radical chic, se lo sono io allora con i tuoi parametri lo è anche Rudi, quindi stai scrivendo sul blog di un radical chic.

        come vedi tutti si vive in una contraddizione.

        p.s. ti ricordo che la squadra per cui tifi non per caso si chiama Internazionale

      • francesco says:

        la squadra per cui tifi è composta da miliardari viziati e lobotomici. già quella è una contraddizione assoluta se confrontato con il terzomondismo di cui ti professi.

      • ahp68 says:

        Tifi Internazionale e sei contro i migranti.
        Sei contro i radical-chic e commenti su un sito di un radical-chic.
        Sei contro le ONG ma in fondo a questa pagina c’è il blog di Emergency.

        Io vivrò la mia contraddizione assoluta (come tante, consapevole di viverle) ma tu hai proprio sbagliato blog

      • francesco says:

        sono contro i migranti? e chi lo ha detto e scritto? non ti devi neanche permettere di fare una affermazione del genere. ho scritto e lo ripeto che non siamo in grado di gestore i fenomeni migratori. quindi leggi il mio post di partenza. che la frase “aiutiamoli a casa loro” andrebbe sposata con alcune evidenze. in primo luogo è che io non mi sento in alcun modo in colpa per ciò che succede in Africa. siamo nel 2017, non nel 1907. che in africa c’è tantissima responsabilità delle popolazioni locali in quello che succede (o non succede). un continente pieno di risorse è incapace di svilupparsi e approfittare delle sue potenzialità. i migranti che arrivano in europa sono a bassissima scolarizzazione. e di ciò non ha colpa l’occidente. perchè se sono capaci ad utilizzare gli smartphone come un adolescente europeo, possono anche capire che esiste un modo diverso per vivere (ti faccio notare che salvini ha perfettamente ragione, piaccia o no, quando dice che non arrivano qui morti di fame – quelli si non possono permettersi il viaggio con gli scafisti – ma ragazzi in ottimo stato di salute). ti sei mai chiesto, visto che i soldi per la traversata ce l’hanno, perchè non prendono una serie di aerei che li porterebbe in europa senza rischi, visto che non vengono tutti dall’eritrea o dalla somalia, cioè dalle guerre? semplice, perchè non vogliono farsi tracciare, preferendo stare nell’anonimato che gli permette la legislazione italiana, di cui sono perfettamente a conoscenza. piaccia o no, questo è un dato di fatto. io scrivo qui da 10 anni, ma una cosa è sicura. rudi (con cui spessissimo non sono d’accordo) è tutto fuorchè un radicalchic. viene dal PCI come me. e a noi quella gente non piace.

      • ahp68 says:

        Se io sono radicalchic – grazie per la profondità della critica – lo è anche Rudi, se tu avessi il coraggio di applicare a lui gli stessi parametri che applichi a me.

        Se hai certezze simili sulla distribuzione delle risorse dei continenti in via di sviluppo, e di chi se ne avvantaggia oggettivamente, direi che di margini di discussione ce ne sono proprio pochi anzi nessuno.

        Tralascio per pietà di commentare la critica “perché non vengono in aereo”, così simile alla frase della Regina Antonietta: “il Popolo ha finito il pane? dategli brioches”. Ce lo vedo proprio un profugo siriano che chiede il passaporto ad Assad col visto per venire in Europa. O una famiglia del Mali o della Repubblica Centrafricana. Manca solo “ha stato Soros”…

        Rimane il fatto che il governo preferisce vessare il lavoro sul campo delle ONG, o stringere accordi perché il governo libico aggravi ulteriormente il ruolo già proprio di carceriere dei migranti, per gettare “qualche migliaio di morti” nella trattativa con l’UE (di cui penso il peggio, soprattutto dopo l’accordo anti-migranti con Erdogan). Non li ammazzo io, li lascio ammazzare a qualcun’altro. Bella ipocrisia.

        A me questo fa schifo, radicalchic o no. E mi spaventa non lo faccia a te, ex-PCI, visto che il PCI una sua idea sull’emigrazione ce l’aveva e non era certo quella di bloccare sulla Linea Gotica i treni che venivano dal Meridione (notoriamente pieni di migranti istruiti).

      • francesco says:

        Ma tu hai idea di quanto costi un viaggio con i trafficanti di uomini? No vero? Te lo dico io, quanto 3 biglietti a/r malpensa nyc in alta stagione
        E guarda che non vengono tutti da Aleppo (da cui devono essere accolti senza se e senza ma, ma i siriani colti e ricchi sono in Germania).

        E niente, avevano ragione gli afterhours

      • ahp68 says:

        francesco, PD! (e non è l’abbreviazione del partito) il problema non è il costo: sono i documenti. per entrare in UE serve un passaporto (te lo devono rilasciare le autorità locali) e un visto di entrata. sono queste le cose che oggettivamente mancano a chi fugge. e se ottieni queste cose, diventa poi impossibile chiedere asilo, perché le autorità UE poi dicono: se chiedi lo status di rifugiato in quanto perseguitato, com’è che ti hanno rilasciato il passaporto?

        P.S. non sono un “giovane d’oggi”

      • francesco says:

        ma chi lo chiede? la maggior parte non lo ottengono, anzi la stragrande maggioranza? e ripeto, tantissimi non lo chiedono. il Guineano che ha accoltellato il carabiniere in centrale aveva un decreto di espulsione. i nigeriani non ottengono lo status di rifugiati, idem per gambiani, ivoriani, bengalesi, senegalesi. gli unici che lo ottengono sono siriani, eritrei, etiopi e somali. afghani, curdi e irakeni non vengono da noi. siriani idem. e bada bene, anche tra chi ha diritto (a Milano eriteri, etiopi e somali) ci sarebbe da chiedersi “e che faranno?”. ho notizia di eritree e somale già dedite alla prostituzione nel mio quartiere (abito vicino ad un centro di accoglienza). la migrazione non è un gioco a somma zero. l’Europa non ha spazio a sufficienza. paesi da sempre votati all’accoglienza come Svezia, Olanda, Germania hanno amaramente constatato che le differenze culturali sono enormi. la considerazione che i migranti hanno della nostra cultura, dei costumi, del ruolo della donna (e altro che ruolo, viste le aggressioni che le donne hanno subito a capodanno, ai concerti rock ecc….) non si possono liquidare con posizioni (perdonami) ridicolmente terzomondiste. puoi banalizzarla finchè vuoi, puoi dire che gli italiani hanno fatto di peggio, ma quando una 75enne viene violentata (come a Bari ieri l’altro) da un immigrato sei seduto su una polveriera. che presta il fianco a salvini e di maio, loro si autentici fascisti, altro che Minniti.

      • ahp68 says:

        francesco, ti rispondo al volo poi torno a fare il mio lavoro di radicalchic (passami un po’ di retorica lavorista, oltre che terzomondista).

        L’Afghanistan, si, proprio l’Afghanistan, è considerato dalla UE Paese sicuro, pertanto chi viene da lì non ha diritto allo status di rifugiato e se trovato in Europa può essere rimandato in Afghanistan – ripeto, in Afghanistan. Già questo ti dovrebbe dare l’idea che le regole sono elastiche, a seconda della nostra convenienza, a prescindere dai disastri che abbiamo provocato oltreconfine. Insomma, qui e fuori facciamo un po’ come cazzo ci pare.

        A te sta bene? A me no.

      • willerneroblu says:

        Intanto vogliono bombardarci per portarsi avanti!!

  6. Se a fare la metà delle cose di Minniti fosse stato il M5S, avremmo le piazze invase da girotondi, un’eco interminabile “Lo vedete che sono fascistiiii”, vignette di Zerocalcare, editoriali saccenti di Michele Serra, una mobilitazione senza eguali contro le derive fasciste e il pericolo di questa destra intollerante.

  7. willerneroblu says:

    Ringraziamo Obama….tra l’altro Nobel per la Pace😂😂😂😂😂😂😂 che ha favorito le primavere arabe lui e il marito della Bruni!!!Comunque se arrivassero coi mitra sarebbe tutto molto più semplice si asfalterebbero senza sensi di colpa!!

  8. ahp68 says:

    Tra meno di un’ora arriverà l’ennesimo 2 Agosto.

    Qual è la differenza tra uccidere 80 persone con una bomba nella sala d’aspetto di una stazione o farlo lasciando affondare un barcone a poche miglia di distanza da una nave di soccorritori?

    A decenni di distanza, lo posso proprio dire: i fascisti con la strategia della tensione hanno proprio vinto. Sono riusciti a fare diventare gli italiani stronzi come loro.

  9. willerneroblu says:

    Rudi è vero che sei un radical-chic?

  10. Di colpo Renzi ha preso la parola e ha detto “Gli immigrati sono una cagata pazzesca”.
    E l’elettorato PD in piedi per 82 minuti di appalusi. Un senso di liberazione enorme, poter finalmente dire la propria sui neri senza dover fare gli ipocriti e prendere le distanze da Salvini

    • francesco says:

      certo che è strano. quando renzi parlava di ius soli e accoglienza tu strizzavi l’occhio e fornivi spiegazioni/giustificazioni agli altri. adesso che “porrebbe paletti e limiti” eccoti con il più classico “renzimmerdaaaa e piddibastardi” :-)

      • Vedi, Francesco, io credo che quello dei flussi migratori massicci sia un problema, inedito per la portata che ha.
        Porsi delle domande, avere dei dubbi e delle paure è legittimo.
        Quello che mi pare nauseabondo è specularci sopra. Farlo come Salvini e il M5S, certo; ma anche farlo a giorni alterni. Oggi siamo qui a sbracciarci per far vedere che siamo i buoni, che i razzisti sono gli altri – Benvenuti refugees!-, che siamo internazionalisti, che i confini sono brutti, i muri sono brutti, “sovranismo” e “patria” sono due parolacce. Poi il giorno dopo, invece, bisogna essere realisti, non possiamo accoglierli tutti.
        Non ero mica io che facevo i discorsi sul fatto che noi siamo in calo demografico e l’Africa in espansione, mica ero io a dire “non possiamo farci niente”, mica ero io a far appello agli africani nell’atletica, a dire che i migranti ci servono.
        Specularci sopra e costruirci sopra un’identità a tempo determinato per il partito, salvo poi capovolgerla, mi sembra meschino.

      • francesco says:

        del calo demografico non ho mai parlato. anzi, per me siamo pure troppi nel pianeta Italia compresa. sui non italiani nello sport ne ho accennato, perchè qui si che c’è ipocrisia. ma siamo in ambito di ius soli comunque, cioè di non italiani perfettamente integrati. e quindi caso mai la strumentalizzazione è degli altri, salvini e di maio in testa. quindi a criticare il PD caschi male. se hai letto i miei interventi in questo post non faccio che dire quello che dici tu. l’immigrazione potrà forse un fenomeno inarrestabile e non fronteggiabile (se non con le maniere forti) ma io qui critico le posizioni che negano le criticità (su tutti, quelle della Boldrini o delle ONG, che con la scusa di salvare vite umane di fatto alimentano il traffico di carne umana). e non vedo alcuna ipocrisia nel dire che 100 si possono accogliere, 101 sono troppi. è un dato di fatto, volente o nolente. si chiama realismo, quello che in pochissimi hanno in Italia (eh si, credo che ce l’abbia più il PD di altri, più Renzi di Salvini e Di Maio)

      • Vogliamo negare che il PD per anni ha dispensato bollini di razzismo e fascismo a destra e a manca a chiunque sollevasse il più piccolo dubbio sul dogma “accogliamoli tutti”?
        Vogliamo negare che Di Maio è stato crocifisso per alcune insinuazioni sulle ong, identiche a quelle che hai espresso tu?
        Realisti contro buonisti era l’argomento principe di Salvini.
        Io le capisco certe perplessità, le capivo paventare da Salvini e le capisco paventate da Renzi, per quanto ci siano una miriade di fattori etici, umani, politici che me ne tengono a distanza, confuso e addolorato. Però, davvero, dare per mesi del razzista a qualcuno e poi ricalcarne le posizioni (eccetto lo ius soli, ma ci mancherebbe) mi sembra una disonestà intellettuale imperdonabile.

      • francesco says:

        Salvini dice che c’è un piano. Di Maio ha detto che ci lucrano, che ci guadagnano, che ci speculano. io non so se ci lucrano, se ci guadagnano, se ci speculano. io dico quello che ho detto prima. la carità si fa fino a quando hai il portafoglio che te lo permette. poi smetti.

      • francesco says:

        che poi il PD mai ha detto “accogliamoli tutti”, invero

      • Fare professione di realismo stona un po’ col vecchio autodefinirsi l’ultima ancora di salvezza prima delle derive razziste di chi non vuole gli immigrati.
        Se ci vedi un’evoluzione coerente, ho piacere per te. A me sembra che ci sia un po’ di trasformismo e ingrillimento…

      • willerneroblu says:

        Comunque la nave della ONG fermata per collusione coi trafficanti si chiama Iuventa……

      • francesco says:

        vai sulle pagine facebook di grillini e leghisti. dubito che trovi parole simili alle mie, o simili a quelle di Renzi o Minniti. poi i fenomeni migratori non si fermano comunque (persino salvini questa mattina a radio 24 ha detto che quando andranno al governo non avranno la bacchetta magica. ha anche detto che non ce l’ha con le ong, pensa te…..), ma svuotare il continente nero e portarlo in europa non credo sia la soluzione

      • La soluzione non c’è. I numeri sui morti nel mediterraneo nel 2017 sono tremendi. È una mattanza.
        “Accoglierli tutti” col sorriso vuol dire chiudere gli occhi su migliaia di morti, considerarli un incidente di percorso tollerabile, una percentuale accettabile per la legge dei grandi numeri.
        Chi parte e va a rischiare di morire lo fa perché non ha scelta. Sarebbe bellissimo se ognuno potesse decidere veramente se partire o no, se potesse scegliere come vivere, non come morire.
        Da una parte sarebbe meglio limitate le partenze – meno partenze = meno morti – ma dall’altra sarebbe come rimettere il coperchio a una pentola a pressione e fregarcene che esploda. È un problema gigantesco, non ho la più pallida idea di come poter tamponare e gestire globalmente la faccenda. Di sicuro diffido sempre di chi ha le soluzioni a buon mercato e tratta le persone come numeri.

      • antonior66 says:

        Sono l’unico a cui il codice di Minniti sembra ragionevole?

  11. willerneroblu says:

    Comunque a quelli che vivono nel 2017 come se fossimo ai tempi degli Orazi e Curiazi consiglierei di rimanere dove sono!!!!

  12. Io invece ammetto che sono un po’ razzista verso i lombardi. Spero che con il referendum farlocco e inutilmente costosissimo di Maroni, diventi meno nociva per l’Italia questa gente ben rappresentata da ladri e falliti come i leghisti

    • willerneroblu says:

      Condivido pienamente la tua idea sul referendum,io toglierei lo statuto speciale a tutte le regioni che ne beneficiano,però non vorrei leggere peana per i catalani…..
      Riguardo alla prima parte del tuo pensiero ce ne faremo una ragione!!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...