Il buco nero dell’atleta leggera

USA, Kenya, Sudafrica, Polonia, Etiopia, Venezuela, Giamaica, Francia, Grecia, Bahrain, Belgio, GB, Nuova Zelanda, Lituania, Repubblica Ceca, Cina, Olanda, Uganda, Svezia, “Authorised Neutral Athlete”, Colombia, Costa d’Avorio, Germania, Marocco, Bahamas, Croazia, Ungheria, Tanzania, Cuba, Qatar, Kazakistan…
In questo elenco di 30 Paesi manca l’Italia.
A metà percorso dei campionati del mondo di atletica leggera, hanno già vinto medaglie 12 Paesi europei, non l’Italia.

La delegazione italiana ai campionati del mondo di atletica leggera di Londra 2017 è composta da 36 atleti, 18 uomini e 18 donne.
In oltre metà delle specialità dell’atletica leggera, gli italiani non sono presenti, ma l’elenco dei nomi mostra due singolari concentrazioni: nei 400 ostacoli (2 uomini e 3 donne) e nei 3.000 siepi (3 uomini e una donna).

Sfilando la lista dei presenti, 12 dei 36 nomi fanno pensare al colore della pelle dei “nuovi italiani” e ai rispettivi certificati di nascita:
Gloria Hooper (Ghana), Maria Benedicta Chigbolu (romana di padre nigeriano), Yusneysi Santiusti (cubana), Yadisleidy Pedroso (cubana), Libania Grenot (cubana), Raphaela Lukudo (nata a Caserta da genitori del Sudan), Ayomide Folorunso (Nigeria);
Yohanes Chiappinelli (Etiopia), Josè Bencosme (Repubblica Dominicana), Abdoullah Bamoussa (Marocco), Ala Zoghlami (Tunisia), Kevin Ojiaku (nato a Ivrea da padre nigeriano).

Annunci

7 Responses to Il buco nero dell’atleta leggera

  1. francesco says:

    Solo grazie allo ius soli possiamo tornare a vincere

    • francesco says:

      Colui che ha permesso di avere un governo in questi 4 anni e mezzo.

      Se vinceva il SI il 4 dicembre di lui si sarebbe persa traccia ma alla maggioranza degli italiani piace l’ingovernabilita’ e dire piove governo ladro

      • Rudi says:

        Per quanti anni andrai avanti a dire che doveva vincere il Sì il 4 dicembre?
        Perché se è per quello, gli italiani hanno sbagliato anche a non dare la maggioranza assoluta al Pci nel ’48, e poi nel ’53, nel ’58, nel ’63, nel ’68… fino a quando ti pare.

        E se mi usi Alfano come scusa, fai l’alleanza anche in Sicilia, almeno mandi un segnale chiaro di quel che vuoi fare nel 2018.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...