Visti i primi, terrificanti 37 minuti di Dalbert terzino destro contro il Sion, per la prima volta arrivo a dubitare della competenza di Walter Sabatini.

Potevamo stare sotto 3-0. Problema numero 1: cosa si è fatto Nainggolan?

Problema numero 2: se Padelli sbaglia un’uscita su corner nonostante sia protetto da De Vrij e Skriniar, abbiamo un problema. Poi, Padelli ha fatto due belle parate.

Terzo: Asamoah e Karamoh uniche, striminzite sufficienze.

Quarto: Politano scentrato, Lautaro senza una palla giocabile (ma regge i contrasti), Borja passeggia, Gagliardini è un fantasma che fa il compitino, Emmers ci prova (e sbaglia), il lato di Dalbert è come se lui non ci fosse. Anzi, sarebbe meglio se non ci fosse.

Annunci

7 Responses to Visti i primi, terrificanti 37 minuti di Dalbert terzino destro contro il Sion, per la prima volta arrivo a dubitare della competenza di Walter Sabatini.

  1. willerneroblu says:

    Ok Il Sion tra poco gioca il campionato ma il nostro livello tecnico è imbarazzante aldilà della condizione fisica vedo già giocatori che pensano di essere dei fenomeni tipo Karamoh e Politano e poi questo modulo di gioco lo detesto!!!

  2. francesco says:

    Dai siamo al 18 luglio

    Ma dove la fanno?

  3. amichevole. giocato 3 giorni fa. si allenano da una settimana. il sion è già pronto.

    ci può stare

  4. Sabatini non scelse Dalbert per fargli fare il terzino destro. Seguo da anni l’OGC Nice perchè sono per parte della settimana a Nizza. Nella sua ultima stagione di Ligue 1 Dalbert è stato sicuramente uno dei migliori laterali sinistri del campionato, inferiore (forse) al solo Kurzawa del Paris Saint Germain. Tenete a bada il vostro disfattismo cronico. Anche lo scorso anno fu persa una amichevole (Stoccarda, mi pare)…. E facciamo attenzione alle bocciature premature. Abbiamo già mandato via troppa gente a far fortuna altrove (Coutinho, Alex Telles, ….).

    • Rudi says:

      ciao Roberto, non avevo mai visto Dalbert prima che arrivasse all’Inter. Mi fidavo di chi lo conosceva e l’aveva inseguito fino allo sfinimento (due mesi fra le prime voci e la chiusura della trattativa, alle identiche condizioni di partenza…). In campionato l’ho visto una mezza dozzina di volte e solo all’esordio, a Roma, mi è piaciuto.
      Bocciatura prematura? Mi sembra in crisi irrevocabile: davanti ha Asamoah, cento volte più affidabile, sa che volevano cederlo e non ci sono riusciti, a destra non può diventare titolare – lo sanno anche i muri che oltre a D’Ambrosio ci sarà un nuovo arrivo, dunque è depresso e corre a vuoto. E’ insicuro persino nelle rmesse laterali con le mani.

      Alex Telles l’avrei tenuto, costava meno di 10 milioni e aveva un bel cross in corsa. Coutinho? E’ solo una questione di prezzo: come per Kovacic, all’epoca della cessione, non si videro tifosi incatenarsi ai cancelli.

  5. Ho visto solo il secondo tempo.
    Mi è sembrato molto indietro Gagliardini e Borja in riserva fissa. Giocare senza centrocampo ha queste conseguenze, inevitabilmente.
    Cambiare ruolo a un calciatore già in difficoltà come Dalbert, col piede contrario, mi è sembrata una crudeltà di Spalletti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.