A Marassi, stasera

L’Inter degli ultimi 9 minuti col Tottenham vince senz’altro, quella dei primi 84 minuti fa 0-0, quella vista a Sassuolo e nel finale contro il Parma può anche perdere.

Che Inter vedremo non lo sa nessuno, già si fatica a intuire quanti cambi farà Spalletti rispetto alla partita di martedì sera: D’Ambrosio per Miranda, riportando Skriniar al centro, mi sembra certo; forse invertirà Candreva con Politano; forse oserà Keita dal primo minuto; forse rinuncerà alla Garra Charrua per dare coraggio a Gagliardini.

Gli imprescindibili sono Icardi e Brozovic, Asamoah e Perisic, De Vrij e Nainggolan.

L’Inter ha già sbagliato partite più difficili di questa, a Marassi la Samp può battere chiunque, ha dato 3 legnate al Napoli, recuperato una partita complicata con la Fiorentina, dispone di un centrocampo (Paet, Linetty, Ekdal) che considero superiore al nostro e di tre attaccanti polivalenti e difficili da neutralizzare. Ho sempre pensato che il sacrificio di Gianluca Caprari l’avremmo rimpianto, la classe pura di Quagliarella e lo stato di forma di Defrel inducono a pensare che la difesa sarà messa alla prova.

Non ho mai visto la nuova coppia di difensori blucerchiati (Colley e Andersen), ma l’organizzazione tattica di Giampaolo – per me il miglior allenatore italiano della sua generazione, uno che se andasse alla Juve vincerebbe senz’altro mentre temo non abbia tutte le qualità per sopravvivere all’Inter, per cui pure tifa – mi fa pensare che per andare in gol l’Inter dovrà puntare i due terzini, entrambi più forti in fase di costruzione che difensiva.

Farei giocare Keita, ma non sulla linea laterale. La sua velocità è un’arma di cui questa Inter ha dannatamente bisogno, ma perché sia efficace, deve poterla sprigionare al centro, chiedendo a Icardi di uscire dall’area non solo una volta ogni tanto.

Sarebbe un delitto non approfittare dell’entusiasmante inerzia sopraggiunta martedì sera.

Annunci

26 Responses to A Marassi, stasera

  1. La partita di martedì è difficile spiegarla razionalmente, e anche riuscire a valutare quanto abbiano pesato alcuni cambi. La mia sensazione è che quello Candreva-Keita per Politano-Perisic sia stato, seppur indirettamente, determinante.
    Perisic come fulcro del gioco defilato ci rende tremendamente prevedibili, la velocità di Keita e la confusione di Candreva hanno tolto riferimenti al Tottenham. Chissà che dopo oltre un anno Spalletti non abbia capito che si deve fare a meno di un Perisic che non sia almeno a un 90% di condizione psicofisica.
    La Samp gioca con un rombo che ci manderebbe sicuramente in inferiorità nel mezzo, Nainggolan dieci metri più dietro aiuterebbe a tamponare, lascerebbe quella mattonella all’accentramento di Keita, che a sua volta aprirebbe autostrade ad Asamoah.

  2. kund3ra says:

    Ormai è Zona Inter. Garra Charrua!

  3. rugherlo says:

    Ora dopo questa ennesima porcata arbitrale, che usa il Var quando cacchio le pare, accaniamoci tutti nel parlare di tattica e di quanto Icardi non partecipa al gioco.
    E ciliegina finale: Spalletti espulso per troppa esultanza.
    Così non può continuare e, se la società non prende provvedimenti seri, è complice.
    Detto questo, con tutti i suoi limiti, l’Inter vince su un campo difficile e contro l’arbitro.

    • I due gol sono da annullare, penso che l’arbitro abbia fatto pochi errori, forse il giallo eccessivo a Miranda, o Scrigno ….non ricordo. Spalletti esulta verso la telecamera, l’espulsione non c’è. Parlare di porcata mi sembra esagerato.
      Icardi è stato un fantasma, voto vicino allo zero. Buona partita in generale della squadra, difensivamente bene. I problemi sono dal centrocampo in su, Ninja fuori forma, il solito Candreva e Politano sulla mediocrità. Le alternative in panchina non sono il massimo, il mister deve essere bravo a farli rendere. In queste partite serve tantissimo l’aiuto della punta, tornare, prendersi il fallo, bisogna aiutare i compagni, non basta un tiro al volo all’85° per far si che tu sia un campione, i campioni lo sono per 90 minuti, non lo dico io.
      La manovra spesso è troppo lenta, nel primo tempo non siamo stati in grado di andare oltre il solito e ripetitivo cross in area. L’equilibrio c’è, difensivamente possiamo diventare davvero forti, davanti c’è ancora parecchio da fare.

      • rugherlo says:

        La porcata è usare il Var a piacimento e senza un criterio.
        Ma si può annullare un gol da fuori per un fuorigioco di 10 secondi prima??
        Per me non era da annullare…!
        E l’espulsione di Spalletti?
        Sono tre volte in quattro giornate: troppi per pensare al caso.
        Parlare di tattica per m questo caso è fuorviante.
        Non vedere quello che succede vuol dire essere ciechi.
        E purtroppo, se continua così, non andiamo da nessuna parte (in Italia).

      • francesco says:

        non c’è stata alcuna porcata a ‘sto giro, è il protocollo del var. il fuorigioco c’era ed era influente e nel secondo caso il pallone era uscito abbondantemente fuori.

      • rugherlo says:

        La porcata c’è stata eccome: tu non puoi fare finta di nulla la domenica prima col Parma e applicare il regolamento al millimetro la domenica successiva col Doria.
        Per non parlare del Sassuolo.
        Nessuno pretende trattamenti di favore alla gobba, ma nemmeno essere trattati alla stregua di una neopromossa.
        E poi, non è vero che il gol di Naingolann era da annullare visto che Icardi era ininfluente

  4. Per me abbiamo giocato un ottimo secondo tempo, rischiando pochissimo.
    Per numero di vittorie casalinghe negli ultimi -due?, mi pare – anni la Samp è seconda solo a Napoli e Juventus. Vincere a Marassi non è così scontato. Abbiamo fatto tre gol e preso un palo, che mi sembrano un segnale importantissimo per una squadra che finora ha faticato tantissimo a pungere. Tra l’altro tre gol e un palo tutti bellissimi.

    Sul var eccepisco solo il metro. Ricordo una discussione col buon Luca quando venne introdotto una stagione fa. Se esiste questo strumento, va spogliato da qualsiasi discrezionalità e uniformato. Fino a quando si può guardare se c’è una irregolarità a inizio azione? 30”, 1′, 2′? E allora per ogni gol bisogna fermarsi e spulciare ogni fotogramma per quella durata. O lo si fa sempre, oppure mai.

    • antonior66 says:

      Solo il metro? Mi spiegate perché il gol di Nainggolan è stato annullato? Io non ho ancora capito.

      • Non l’ho capito neanche io. Per me resta un mistero.

      • antonior66 says:

        Aggiungo: sul gol di Keita la palla era completamente uscita? Allora perché non fate vedere con occhio di falco come tennis e pallavolo?

      • Fuorigioco di D’Ambrosio sulla punizione. Ma tra quell’offside e il gol di Nainggolan ci son stati due-tre scambi e due tocchi da parte di giocatori della Samp, non so se a termini di regolamento di può parlare di due azioni diverse. Se Nainggolan la butta in mezzo di testa, il difensore della Samp respinge e Nainggolan la riprende, spezza l’azione? A quel punto il fuorigioco di D’Ambrosio risulta un’azione precedente e quindi non soggetta a var? Questo è il mio dubbio, altrimenti uno può andare a riguardare a ritroso fino al calcio d’inizio per vedere se la palla era perfettamente nel dischetto di centrocampo, o 3mm più là.

        A occhio nudo sul gol di Asamoah la palla mi sembrava fuori, ma non ho visto un replay degno di questo nome per certificare la cosa.

      • antonior66 says:

        Sul gol di Asamoah (non Keita come avevo scritto su) l’impressione è una cosa, occhio di falco un’altra. Sul fuorigioco di D’Ambrosio, mi sembra fosse di braccio. Sicuramente non era né evidente nè importante, eppure… Aggiungo, inconcepibile l’espulsione diSpalletti.

      • Infatti mi sembra grave non avere una immagine ufficiale in base alla quale abbiano deciso per il palla fuori. Almeno, io non l’ho vista in nessuna moviola televisiva. La mia sensazione è che abbiano deciso bene, ma pretenderei le prove.

        Su primo, pretendo solo che questa perizia e le radiografie fin dall’albore dell’azione vengano attuate sempre e sempre nello stesso modo.

    • francesco says:

      calciomercato lo sai dai…. parte dal possesso palla di chi segna. l’anno scorso fu annulato un gol della juve a Bergamo con fallo di Lichsteiner fatto una vita precedente.

      • Ma io sono d’accordissimo, basta che il protocollo sia sempre chiaro e sempre quello. Anche nel terzo del Sassuolo proprio ieri era uscita la palla di Lirola, ma nessuno ha fatto la radiografia all’azione. Tutto qui. A me interessa che ci sia rigore nell’applicazione del protocollo e basta

      • antonior66 says:

        La palla era stata toccata da giocatori della Sampdoria.

      • francesco says:

        Antonio, se intendi sul cross della punizione ciò non significa nulla

      • antonior66 says:

        Francesco, perché con la stessa solerzia non è stato esaminato il video di Inter Parma o del Sassuolo (mi riferisco al terzo gol)? Perché non ci hanno fatto vedere come il pallone fosse uscito sul gol di Asamoah? Perché è stato espulso Spalletti?

      • Rudi says:

        Per me, sul gol di Asamoah non si può dire niente: il pallone era uscito di 40 cm, è mancata una comunicazione rapida fra arbitro di linea e Guida.
        Per me, sul gol di Nainggolan si può discutere sei mesi: il fuorigioco non è stato segnalato, mi chiedo chi al VAR avesse la “memoria” per andarsi a rivedere l’azione che nel frattempo si era sviluppata lungamente.
        Come altri hanno ricordato, un gol così lo subì la Juve all’inizio del campionato scorso e Allegri ci pianse sopra due mesi. Venendo ampiamente ricompensato, in seguito.
        Il silenzio societario continuo a trovarlo penoso.
        Spero che Spalletti spieghi a Icardi che la prossima volta che subiremo qualcosa, lui deve fermare il pallone con le mani, farsi ammonire e pretendere dall’arbitro che vada a rivedersi l’azione.

      • rugherlo says:

        Oltre a questo io spero anche che la Proprietà si faccia sentire dove e con chi deve.
        E qualche dirigente cominci a picchiare in tv e sui giornali mettendoci la faccia.
        Per esempio ho postato un link con divertente filmato di Zanetti dopo il gol di Brozovic.
        Ecco, vada in tv o sui giornali a difendere l’Inter.

  5. rugherlo says:

    Mi riesce difficile parlare di tecnica e tattica in questa situazione.
    Ragazzi, dalle vs parole si sente che c’è qualcuno che ne sa (calciomercato e altri) ma come fai a parlare di calcio?
    Questo non è calcio….
    È dall’inizio che ci prendono per il culo: Var si, Var no, rigori negati, ora gol annullati ad cazzum.
    Allegri da della testa di cazzo al 4 uomo: nulla.
    Spalletti esulta: espulso.
    Ma cosa devono fare ancora prima che ci si renda conto di cosa sta succedendo?
    E la proprietà deve intervenire: suo media (tramite i dirigenti) e in Federazione (se non vuole sputtanare i soldi che investe).
    Tifosi, dirigenti, giocatori: chi nega è complice.

  6. rugherlo says:

    L’Inter è una delle grandi storiche del campionato insieme a Milan e Juve.
    È una squadra conosciuta in tutto il mondo con una storia centenaria.
    E gli arbitri la trattano come l’ultima delle provinciali.
    Qui non dobbiamo scoprire il Bosone di Higgs, è sufficiente farsi due domande.

  7. rugherlo says:

  8. rugherlo says:

    E poi il punto non è se il gol di Naingolann è o meno da annullare (per me no).
    Il punto è che gli arbitri ci trattano come una neopromossa: se c’è da dare partono con le interpretazioni più fantasiose che magari fanno giurisprudenza.
    Ma se c’è da togliere si attaccano al regolamento in modo maniacale.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.