La magnifica preda [River of no return], Otto Preminger, 1954 [filmTv128] – 8

L’unico western affidato a Preminger venne girato in CinemaScope e Technicolor, e ambientato in Canada nel periodo della “febbre dell’oro”.

Raramente si era costruita una coppia così sensuale: Robert Mitchum e Marilyn Monroe girarono personalmente molte scene acrobatiche, ma la forza del film sta nel tenerli distanti fino al finale, costretti a convivere dalle circostanze, ma mossi da obiettivi diversi. Entrambi portano il peso di un passato negativo, hanno compiuto errori, ne hanno pagato il prezzo, sono alla ricerca di ciò che l’America ha sempre promesso: una seconda opportunità.

Matt Calder (Mitchum, doppiato da Roberto Pisu) è appena uscito di prigione, ha ucciso un uomo per difendere un amico. La moglie è morta, lasciandogli un bambino, Mark, di circa dieci anni. Insieme al bambino, Matt vive in un piccolo ranch ai bordi del fiume, difendendo il raccolto dalle incursioni di pellerossa armati solo di arco e frecce.

Un giorno si presentano Harry e la fidanzata Kay (Rory Calhoun e Marilyn, doppiata da Rosetta Calavetta). Lui ha fatto fortuna al gioco, ma ha una reputazione da baro e teme di non fare in tempo a depositare i documenti che lo rendono proprietario di una miniera. Vuole il cavallo e il fucile di Matt, che rifiuta e viene colpito a tradimento. Harry se ne va, lasciando Kay con i due Calder, presto costretti a fuggire dai pellerossa su una zattera lungo un fiume assai pericoloso.

Le strade di Matt e Harry sono destinate a incrociarsi, dopo una serie di pericoli e avventure che mutano l’opinione di Kay su tante cose. Anche il bambino subisce una rapidissima educazione alla vita, scoprendo che non sempre si può scegliere il bene per sconfiggere il male. E ovviamente Matt capirà con chi rifarsi una vita.

Della colonna sonora fa parte la canzone che fa da titolo al film; scritta da Ken Darby e Lionel Newman, è Mitchum a cantarla sui titoli di testa, mentre Marilyn in calze a rete la sussurra in un saloon.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.