L’uomo di Harlem, Guido Crepax, 1979

Protagonista, un nero suonatore di contrabbasso, Little Johnny Lincoln. Sullo sfondo, imponente figura in bianco e nero, il sassofono di Charlie Parker: una colonna sonora visiva accompagna e sottolinea i fatti. Fanno la loro comparsa la tromba di Miles Davis e Dizzy Gillespie, la batteria di Max Roach, il pianoforte di Bud Powell, il trombone di J.J. Johnson.

Giugno 1946, New York City: la storia si apre sul celebre, selvaggio combattimento per la cintura dei Massimi fra il campione in carica, Joe Louis, e il bianco Billy Conn, che resta al tappeto nel corso dell’ottavo round. Little Johnny Lincoln è fra il pubblico, e alla fine del combattimento comincia il suo lavoro come contrabbassista.

Quella stessa sera incrocia Polly (bianca, bella, sensuale), mentre fugge dopo aver assistito a un regolamento di conti; per nasconderla, Johnny non esita a portarla a casa, a Harlem. La madre gli spiega che non è una buona idea: “Credimi, figlio mio, noi non possiamo permetterci opere buone con i bianchi. Non saremmo capiti né dai bianchi, né dalla nostra gente”.

Polly faceva la prostituta, aveva un protettore; Johnny cerca di convincerla a testimoniare con la polizia, ma lei teme di venire uccisa. Intenerita e forse innamorata del musicista, quando sta per cambiare idea, compare Bessie, la ragazza di Johnny (ovviamente nera). Disperata, Polly decide di andare alla polizia, e viene uccisa per strada.

Johnny si procura una pistola. Vorrebbe vendicare Polly, ma a uccidere il suo assassino, davanti ai suoi occhi, è un altro gangster bianco.

In una storia così tragica, il finale si apre alla speranza: un musicista bianco aiuta Johnny, prestandogli il suo strumento.

Famoso per la meticolosità delle ricostruzioni ambientali, in questa storia Crepax riversa la sua passione per il jazz e per il bebop, che si impose subito dopo la Seconda Guerra mondiale, caratterizzando la rinascita della musica afro-americana.

È il numero 21 della famosa collana “Un uomo, un’avventura”, edita da CEPIM, 48 tavole a colori nella solita, solidissima confezione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.