Harley Quinn. Benvenuti alla festa!, Paul Dini e altri, 2014

HQ copPoison Ivy la trova mezza morta in una discarica, e la riconosce come dottoressa Quinzel, tirocinante ad Arkham, la più famosa clinica psichiatrica del mondo del fumetto. Ma la dottoressa Harleen Frances Quinzel è decisamente diversa, ora indossa uno sgargiante, attillato costume da giullare e si fa chiamare Harley Quinn. Si era “pazzamente” innamorata di Joker, questi ha cercato di ucciderla, è lei a raccontare a Poison Ivy cos’è successo.

Stava scrivendo una tesi sui serial killer e dietro le mura di Arkham era rimasta affascinata da Joker, lui l’aveva sedotta e usata per fuggire, e lei era stata rinchiusa al suo posto, finché un disastroso terremoto aveva aperto anche l’ultima cella d’isolamento.

Ormai delirante, mentalmente instabile (questo lo pensa il lettore, lei è solo tanto innamorata), disegna il costume e va in cerca dell’amato, che chiama dolcemente “Pasticcino”. Raffigurato in modo diabolico, Joker la usa finché gli serve, poi se ne libera, mandandola al massacro contro Batman… Poison Ivy ha promesso di fare la buona, ma nulla le impedisce di far ingerire una tossina vegetale a una Harley Quinn in cerca di vendetta, aumentandole forza e velocità.

Le grandi capacità acrobatiche vengono esaltate nel montaggio delle tavole, sempre coloratissime.

Apparsa nel ’94 nel premiatissimo «Mad Love» (Paul Dini e Bruce Timm), Harley Quinn è uno dei personaggi più “doppi” e inquietanti dell’universo Dc Comics. Completamente amorale, plagiata da Joker, ne accentua le caratteristiche di ambiguità, aggiungendovi l’emotività di una figura femminile che pretende amore e felicità.

La strepitosa copertina di Alex Ross impacchetta la raccolta del numero zero e dei primi quattro album della serie regolare dedicata al personaggio. I cui doppi sensi, sempre pronunciati col sorriso sulle labbra, possono risultare spiazzanti per il lettore adolescente: “Sai Bats, andare a letto con tutti i miei professori alla facoltà di medicina mi ha insegnato alcune cose. Credo davvero che tu abbia problemi seri con l’intimità”.

Con lei a fianco, fa notare Alfred a Bruce Wayne, Joker diventa ancor più pericoloso, potendo contare “su una partner che condivide il suo sadico senso dell’umorismo”. I suoi animali preferiti sono le iene…

2 risposte a "Harley Quinn. Benvenuti alla festa!, Paul Dini e altri, 2014"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.