I piedi buoni di Fulvio Bernardini

Il gol di Barella – notate l’esultanza, antitesi di Keita: sintomo di rabbia e di insoddisfazione – e il rigore che Ter Stegen ha parato a Marco Reus potrebbero rendere il pareggio di ieri sera meno mortifero: ma adesso col Dortmund servono 4 punti, impensabili senza netta crescita atletica. I praghesi arrivavano primi su tutti i palloni. E non mi costa niente ammetterlo: lo Slavia avrebbe meritato di vincere.

Parto dai due errori che imputo a Conte. Se hai Godin, Godin in Champions le gioca tutte. Ripeto: tutte. Nessuno ha la sua esperienza, la sua forza mentale, il suo carisma. Rinunciarvi in vista del derby è stata una mossa arrischiata e sbagliata. Secondo: non puoi non sapere che quando si alza il ritmo Candreva mostra tutti i suoi limiti, tanto valeva giocare con Barella dall’inizio e avanzare sensi come contro l’Udinese. Mi paiono errori gravi, ma purtroppo non decisivi.

L’Inter ha semplicemente mostrato la corda. È una squadra solida, ma con limiti tecnici evidenti, la qualità di palleggio è di pochi, il dribbling di nessuno, di “piedi buoni” ce ne saranno 4 o 5, e se la manovra ripropone i peggiori difetti spallettiani (soprattutto la disarmante lentezza delle ripartenze) è perché qualunque allenatore dotato di videoregistratore sa già che basta fermare Brozovic.

Ecco, le ultime 3 partite di Brozovic sono state negative, pessima quella di ieri sera. Al croato piace toccare 100 palloni, stare sempre in movimento, ma la presenza di Sensi rischia di produrre una crisi di rigetto, perché Brozovic è sempre stato psicolabile e non si sta dimostrando molto duttile, non dispone delle attitudini del leader (giocare accanto a Modric e Rakitic è un’altra cosa) e va incontro a depressioni pericolose, che i “brozologi” sanno ormai intuire al primo sguardo: se sbaglia 2-3 fra i primi palloni, andrebbe sostituito.

Conte ha scelto, come previsto, la coppia Lukaku-Lautaro, e ha avuto risposte scadenti. Non si ricorda una sola azione manovrata fra i due, è in serate come quella di ieri che si capisce perché Edin Dzeko sarebbe stato necessario. E il gol di Llorente contribuisce al malumore, perché lo spagnolo è arrivato in condizioni psicofisiche nettamente migliori di quanto appaia Alexis Sanchez.

Al dunque, lo Slavia ci ha confermato che non puoi fare strada in Europa se giochi con D’Ambrosio, Gagliardini e Candreva (alle condizioni in cui l’ha preso la Roma, è stato un errore non assicurarsi Mkhitaryan). E ha fatto squillare un altro campanello d’allarme su Milan Skriniar, che si perso l’uomo in occasione della respinta di Handanovic. A sinistra nella difesa a 3, lo slovacco fa molta fatica: era previsto, gli va dato tempo, la solidità difensiva è l’unica vera arma nelle mani di Conte.

Infine, una raccomandazione che so che cadrà nel vuoto: è la Champions League, la vedono in 190 Paesi al mondo, l’Inter è nerazzurra, su quel palcoscenico si giochi sempre con la prima maglia!

Annunci

23 Responses to I piedi buoni di Fulvio Bernardini

  1. Luca Frigerio says:

    Mkhitaryan ottimo giocatore ma per farlo giocare dove se questo non ha altro Dio che il 3 5 2?

  2. claudiopaga says:

    Nonostante il grande credito di cui gode Marotta a me sembra che la squadra e’ stata costruita un’altra volta sbagliata. Il miglior partner di Lukaku e’ Sanchez ma dalll’ultimo anno a Manchester e’ uscito con una profonda crisi di fiducia. Skriniar a sinistra e’ fuori posizione, il centrocampo e’ troppo leggero e ha ballato anche contro il Lecce alla prima. Siamo passati da sperare in un’invenzione di Perisic o Politano ad attendere una bella discesa con cross di Candreva (!) o Lazaro. Abbiamo speso 150 milioni per ritrovarci una squadra nettamente piu’ scarsa dell’anno scorso (Icardi/Lukaku, Perisic/Lazaro, Ninja/Barella). Il ritorno alla realta’ dopo mesi di propaganda non sara’ semplice.

    • Rudi says:

      Non credo che questa squadra sia più scarsa di quella dell’anno scorso, per me può fare 80 punti, ma in Europa la scarsa qualità si paga.

      • claudiopaga says:

        Ma Rudi, ieri sera non era davvero Europa, era lo Slavia Praga!
        E l’anno scorso contro Barca e Spurs i gol li han fatti gli Icardi e i Nainggolan, che la qualita’ ce l’hanno, non son cosi’ sicuro che Lukaku ne fara’ almeno uno.
        Ma forse son io troppo di parte, non riusciro’ mai a farmi piacere la proprieta’ cinese e le loro idee balzane di abbattere San Siro, non mi piace Marotta che risolve problemi svendendo i piu’ forti, non mi piacciono Conte ed i sergenti di ferro, non mi piacciono i centravanti con i piedi di marmo. Mi piacciono Sensi, Barella e Lautaro, e l’Inter me la guardero’ per loro quest’anno, ma mi entusiasmava di piu’ quella di Stramaccioni: Cassano e Palacio avevano piu’ qualita’ di tutta la rosa di quest’anno.

      • Rudi says:

        Aver lasciato partire Palacio, considerandolo “finito” 3 estati fa, mi pare spieghi molte cose. A me piacciono Barella e Sensi, ma anche Godfin e Skriniar, De Vrji e pure Lukaku, che tuttavia va innescato in modi diversi da quelli visti finora.

  3. chologol says:

    Lukaku-Martinez sono una coppia d’attacco tecnicamente imbarazzante.

    • Rudi says:

      Anch’io temo che la loro chimica sia difficile, ma è soprattutto una questione di rapidità nel superare la metà campo.. A questi ritmi, sono destinati a fare male.

      • chologol says:

        Forse sì. Per superare in fretta la metà campo (ieri Slavia faceva tanto pressing) servono piedi migliori di questi e tanto movimento senza palla che ieri non si è visto. Spero che almeno il secondo problema migliori con gli allenamenti e la forma fisica. Penso che rimettere in piedi Sanchez sia la priorità perché Lukaku senza uno di qualità vicino che lo manda in porta serve a poco.

  4. pgkappa says:

    lautaro e brozovic sono i grandi equivoci per me ,di questa squadra.

  5. rugherlo says:

    Visti ieri sera in tv.
    Confermo la difficoltà fisica (residui preparazione?), le difficoltà di Skriniar a sx quando deve impostare (cmq meglio nel 2^ tempo), il disagio di Lazzaro (emozione?) e in generale la difficoltà di costruire a centrocampo (male Brozo, male Gagliardini, discreti sensi e Barella).
    Attacco scadente: Lautaro si da da fare ma non incide, Lukaku è fuori condizione (e si sapeva).
    Non penso che siamo più scarsi dello scorso anno.
    Penso però che ci voglia tempo e lavoro, che in Champions si gioca un altro calcio (ritmo e intensità differenti) e che Conte sia più da campionato che da coppa.
    Vediamo: nulla è perduto ma c’è da cambiare passo e Godin, in Europa, Deve giocare…

  6. Skriniar, più che altro, ha perso palla all’origine dell’azione del gol. Una folle uscita palla al piede degna del più scriteriato Lucio in delirio di onnipotenza. Si è banalmente allungato palla e ha lasciato una voragine sul centrosinistra.
    Il gol nostro è arrivato grazie a Politano che ha preso palla e tentato di far qualcosa andando via in dribbling, finendo steso.
    È stato uno sprazzo di luce. Politano, non Messi.
    Mi pare la certificazione che siamo un’ottima “provinciale”, che faremo tanta strada in campionato, ma la dimensione europea proprio no. Insomma, con Conte si sapeva.
    Spero solo di evitarci la rottura di balle dell’Europa League, a ‘sto punto.

  7. francesco says:

    non ho visto nulla, ma questo è il primo passo falso di Conte

  8. francesco says:

    ok, visti 10 minuti di highlights. direi che la difesa è molto ma molto preoccupante

  9. Mario Lamanuzzi says:

    Sarà la fortuna o non so cos’altro, ma in queste prime 4 partite di campionato abbiamo giocato abbastanza male e non ne abbiamo persa una. Sembra uno dei percorsi in stagione che Conte faceva quando guidava la juve.
    Se ci fosse stato Lukaku al posto di Llorente ieri, quel gol a Napoli non sarebbe riuscito a segnarlo. Anche se dovesse migliorare la condizione fisica, vorrei capire in cosa Lukaku ci può essere più utile di altre decine di attaccanti che c’erano sul mercato.
    A centrocampo Brozovic ha bisogno più di Vecino che di uno che non sa giocare a calcio come Gagliardini. Questo è stato per me l’unico errore tattico di Conte ieri sera. Anche se poi ha saputo rimediare con gli ingressi di Barella e Politano

  10. willerneroblu says:

    Martinez è un giocatore nettamente sopravvalutato e Lukaku credo che debba entrare in forma ma la verità è che non puoi presentarti con Gagliardini Candreva D’Ambrosio in Europa,la media delle squadre europee è migliore di tutte le Italiane ,tranne la Juve.
    L’unica attenuante è che loro giocano già da quasi due mesi in campionato e si vedeva che arrivavano prima sul pallone!
    Su Godin hai sicuramente ragione ma credo che mentalmente Conte abbia in testa il campionato
    sapendo purtroppo che in Champions al momento non siamo nessuno e mi raccomando piuttosto perdiamole tutte ma niente Europa League.

  11. Luigi Baragiola says:

    “I piedi buoni di Fulvio Bernardini” ,tradotto , corrisponde ad una rifondazione (la Nazionale di Bernardini e Bearzot attinse alla Fiorentina dei Giovani del 74/75) che all’Inter e’ in atto
    da sette anni tipo Fabbrica Del Duomo.
    Quest’anno quattro piedi buoni (Sensi-Barella) sono stati inseriti e chi e’ andato a giocare altrove
    non garantiva la benche’ minima continuità (parlo di campo ovviamente) .
    Citare Mogol-Battisti ne “con il nastro rosa” e’ fin troppo scontato al 18 Settembre ma il “caso Brozovic” e’ ormai acclarato e centratissimo dall’articolo di Rudi . Non sempre con lui hai la “palla in banca” e non sempre la stessa esce con velocità dalla nostra meta’ campo.

  12. Solo io ho visto Lautaro sbagliare due gol fatti (soprattutto quello a inizio ripresa)? La delusione è grande, ma ci riporta con i piedi per terra. La squadra deve crescere e la strada è lunga e complicata.

  13. francesco says:

    off topic ma fino ad un certo punto…. ma l’Inter non può chiudere la curva nord e fare in modo che queste merde umane vadano altrove?

    https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/19_settembre_17/ultra-inter-foto-ospedale-sorrisi-capi-curva-nord-ras-boiocchi-caravita-25e9d32e-d90c-11e9-8812-2a1c8aa813a3.shtml

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.