Cinquanta canzoni italiane: 43

50 canzoni italiane, le mie preferite. Una al giorno, con un limite: per ogni interprete, un solo titolo. Come nella vecchia Hit Parade, risalgo lentamente la classifica…

Ragazzo triste Patty Pravo 1967 50
La sedia di lillà Alberto Fortis 1979 49
C’è tutto un mondo intorno Matia Bazar 1979 48
Un’estate al mare Giuni Russo 1982 47
Vieni a vivere con me Luca Carboni 1987 46
Le mie parole Pacifico 2001 45
Gioco di bimba Le Orme 1972 44
Nuovo swing Enrico Ruggeri 1984 43

Nuovo swing, Enrico Ruggeri, 1984

Forse il vero amore / vuol restare grande,

preferisce chiudersi e morire / in un colpo invece che appassire.

Ma non puoi accettarlo / se ne sei coinvolto tu.

Corri fuori a cercarlo, oppure non voltarti più.

La parola addio / non si concepisce,

mentre sfila lento quel corteo / di esistenze apparentemente lisce

Ma un telefono suona / e tutto ricomincerà

Che stavolta sia la volta buona, chè il presente scivola già.

Parte piano il nuovo swing / mentre corri impaziente sul ring.

Cambia il tempo attorno a te / e la musica vecchia dov’è?

Strumentisti sessionmen / hanno già sviluppato il refrain.

La canzone che vuoi tu / poco dopo non la riconosci più

non la riconosci più, non la riconosci…..

Un minuto e poi / torna il vecchio inciso

e una donna resta qui tra noi / sento il peso dell’ultimo sorriso

di uno sguardo stremato / in una stagione che va

non sarà cancellato. Ma suoniamo, poi si vedrà.

Parte piano il nuovo swing / mentre corri impaziente sul ring.

Cambia il tempo attorno a te / e la musica vecchia dov’è?

Strumentisti sessionmen / hanno già sviluppato il refrain.

La canzone che vuoi tu / poco dopo non la riconosci più

non la riconosci più, non la riconosci più…

4 Responses to Cinquanta canzoni italiane: 43

  1. Mario Lamanuzzi says:

    Ero adolescente quando impazzivo per “Polvere”

  2. Giovanni Eresia Cuppini says:

    Ruggeri (cuore nerazzurro, tra l’altro), fino al 1990-1991, è stato autore (ed interprete) di autentici capolavori. poi ha perso un po’ la vena, ma quanto scritto prima resterà incancellabile. “nuovo swing” è una gran canzone, ma è “imperdonabile” tralasciare “vivo da re”. scritta quando era si e no ventenne, è a mio giudizio uno dei pezzi italiani migliori in assoluto. da brividi.

  3. Carlo Crema says:

    ahh Polvere che meravigliosa canzone! Ma Il mare d’inverno, forse la più bella in assoluto, è da considerare sua o della Bertè?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.