Il crollo della Quota Scudetto

Ho usato la parola scudetto quando l’Inter stava dietro alla Juve, e i bianconeri non sbagliavano un colpo. Mi sono ripromesso di ridurre al minimo le scaramanzie, negli anni ne ho usate tante e si sono rivelate tutte fallaci (in realtà, ne sto già assecondando una: il bar dei cinesi al mio paese natale, ma ne scriverò un’altra volta).

Usare la parola scudetto non fa vincere lo scudetto, né lo fa perdere. Ma quando raccogli 38 punti nelle prime 15 di campionato, è ipocrita non puntare al massimo obiettivo. Con la stessa convinzione, ribadisco di ritenere sommamente improbabile che l’Inter batta il Barcellona, anche un Barcellona in pantofole, perché lo scarto di qualità a centrocampo è abissale, e non vedo come si possa competere con i catalani senza Sensi, Barella, Sanchez, Gagliardini, e con Asamoah al rientro da un brutto infortunio.

Le mie sensazioni sulle possibilità di lottare per lo scudetto sono uscite esaltate negli ultimi 8 giorni. Motivo? Si è drasticamente abbassata la “quota” a cui si arriverà primi. A inizio stagione, ho scritto che l’Inter valeva 80 punti e un comodo terzo posto. Ora penso che Conte stia spremendo più del valore della rosa, e possa portare l’Inter a 85, forse a 90 punti.

Il confronto con la Juve resta impietoso: i bianconeri sono in grado di infilare 10 vittorie consecutive e arrivare a 100 punti. Del resto, ieri hanno perso per la prima volta in 20 partite, e se si guarda ai nomi che vegetano in panchina, ci si chiede chi non giocherebbe titolare in questa Inter. Ma la Cura Sarri non è stata ancora digerita. Anzi, si avvertono segni di rigetto: l’azione in cui Cuadrado è stato espulso – poteva già esserlo 4-5 volte da inizio stagione, ma questo è un altro discorso – mi pare emblematica di uno sbandamento collettivo che non si era mai visto con Allegri. Sembra che i calciatori della Juve siano preoccupati di assimilare gli schemi di Sarri e di servire al meglio CR7, più che di far brillare le loro doti. E l’assenza di Chiellini è destinata a durare almeno un altro paio di mesi.

Vabbé, se la Juve fa la Juve, i discorsi sono chiusi: raccoglierà 93-95 punti e brinderà al nono consecutivo già a 2-3 giornate dalla fine. Però, quel che è accaduto nelle ultime due giornate non è un dettaglio: la Quota Scudetto è scesa da 102 a 96 punti, e la proiezione dei punti finali della Juve è precipitata da 102 a 91 (a 96, estrapolando i punti dopo la quindicesima, arriverebbe l’Inter). Il crollo della Quota Scudetto rende possibile che l’Inter possa giocarselo fino in fondo.

Un ultimo argomento corrobora il mio ottimismo: sul mercato di gennaio, mi sembra più facile rinforzare l’Inter che rinforzare la Juve. È evidente dove intervenire, mentre il condizionamento che CR7 impone ai bianconeri rende assai difficile, oserei dire impossibile, la correzione in corsa. Solo un Ronaldo da Pallone d’Oro può mascherare un assetto a cui manca tremendamente Mandzukic.

A proposito: dove sono finiti quegli intenditori, espertissimi di diritto sportivo, che ci spiegavano che Icardi non avrebbe potuto stare fuori rosa e bisognava fargli giocare almeno il 10% delle partite per non finire in tribunale?

14 Responses to Il crollo della Quota Scudetto

  1. Alessandro Margarito says:

    premesso che mi auguro almeno 4 punti da qui a natale (con i quali resteremmo comunque primi, anche se in coabitazione), è fondamentale ripresentarsi a gennaio con:
    – barella e sensi (e magari sanchez) abili e arruolati;
    – almeno un nuovo acquisto a centrocampo

    se subentrano altre complicanze, vedi infortunio sensi, allora avremmo ben poche speranze

    • Assolutamente d’accordo. I tre punti da te segnalati sono cruciali, specialmente se riuscissimo a non avere il solito calo di inizio anno.
      Se devo attribuire una priorità, penso che l’intervento vada fatto a centrocampo o sulle fasce, piuttosto che in attacco.

  2. Mario Lamanuzzi says:

    Io spero che il mancato rientro di Sensi non sia legato a future operazioni di mercato, anche a gennaio. In ogni caso serve qualcuno che scambi gli spazi in campo -in orizzontale e in verticale- con Brozovic o lo sostituisca in alcune partite per farlo rifiatare.
    Sensi già via anche se per rimpiazzarlo con qualcuno di più forte, ci dà sì l’opportunità di rinforzare la squadra ma rischia anche di destabilizzare gli equilibri raggiunti in stagione.
    Ho comunque fiducia in Conte

  3. Paolo Sproviero says:

    Direi che a gennaio servirebbe anche un’altra punta per poter fare rifiatare i nostri titolari. Speriamo che la proprietà si sia ingolosita guardando i risultati già raggiunti.

  4. francesco says:

    Di icardi non me ne frega una cippa, resterà sempre un coglione che si poteva vendere meglio

    Io a inizio stagione, un po’ facendo il ganassa, ho scritto che la Juve non avrebbe vinto nulla. Questo non significava vedere noi sul gradino più alto, perché onestà intellettuale ritenevo il Napoli ed Ancelotti pronti per lo scudetto ma qui ho clamorosamente sbagliato

    Per vincere Sarri, col suo gioco, ha bisogno di tanti fuoriclasse e soprattutto tutti i calciatori in forma e così non è. Le avvisaglie si erano già viste e i primi a saperlo erano gli stessi tifosi della Juve, che da settimane segnalavano una Juve in affanno

    Conte mi sta sul cazzo ma che sia un buon allenatore è fuori discussione

  5. willerneroblu says:

    Ho visto la partita la Lazio,ha giocato alla grande,ho sempre avuto la sensazione che la Juve potesse subire gol!Per carità sono forti hanno fatto un gran gol ma appena i bianco celesti superavano la metà campo erano pericolosi..con Savic al posto di Vecino saremmo da scudetto!

  6. trevor64blog says:

    Pare che non ricevere uno o più aiutini a partita, quelli necessari per sfangarla sempre e comunque insomma, sia considerato errore arbitrale. Anche dalle PI ovviamente.
    Rudi, com’era quel famoso esercizio a proposito della vergogna?

  7. Daniele Jacca says:

    Ma sono il solo a desiderare il ritorno alla base di Naingollan a Gennaio?

  8. rugherlo says:

    Magari tra quegli intenditori ci sono anche quelli che reputavano Marotta e Conte, due infiltrati….
    Anche di costoro nessuna traccia.
    Ripeto: Se a Gennaio prendiamo due centrocampisti degni di questo nome ce la possiamo fare. Vai Inter!!!

  9. metalupo says:

    Vincere lo scudo nel decennale sarebbe impagabile.
    Impagabile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.